Politica

Il Vallo di Diano fuori dai giochi. Dei 3 candidati inseriti nelle liste dei diversi partiti, nessuno è riuscito da aggiudicarsi un seggio lasciando così scoperto. Un'intera area che comprendente anche il Golfo di Policastro, Vallo di Diano e Alburni che può contare su un solo rappresentante in provincia che è il giovane Giuseppe Ruberto, consigliere comunale di Corleto Monforte che è riuscito ad essere eletto nella lista di Forza Italia grazie al secondo seggio scattato per le preferenze ottenute e quindi andrà ad occupare il seggio in consiglio provinciale come rappresentante di quest'area.

Non ce l'ha fatta invece il sindaco di Padula e consigliere uscente Paolo Imparato per il quale, il coordinatore del PD per  il territorio Domenico Cartolano, aveva assicurato il sostegno dei comuni del Vallo che, a suo dire, avevano accolto l'invito in riunione a sostenere il candidato del locale dei Partito Democratico. A pochi giorni dalle elezione, Cartolano, aveva dichiarato che, alla riunione organizzata dallo stesso coordinatore territoriale, avevano partecipato compatti, alcuni con la presenza fisica, altri telefonica assicurando il voto ad Imparato. Sta di fatto che, nonostante una buona affermazione anche in comuni fuori dal territorio, oggi il Vallo di Diano è orfano di rappresentanti in Provincia.

Complice di un risultato non proprio positivo per il Vallo di Diano potrebbe però essere stata anche la numerosa presenza di liste in campo con la conseguente buona affermazione per compagini alleate del PD. Resta l'amarezza per un'area che oggi si ritrova ad aver perso due consiglieri, non essendo riuscito a confermarsi neanche il consigliere di San Giovanni A Piro Pasquale Sorrentino e men che meno i candidati Elia Garone e Giovanni Graziano lontanissimi da una possibile elezione così come lontanto da possibile elezione anche il consigliere di Roscigno Bruno Ruotolo. Non resta quindi che sperare nel giovane Giuseppe Ruberto che, invece, è riuscito ad ottenere i voti necessari per far si che il partito di Forza Italia riuscisse ad aggiudicarsi il secondo seggio e, di conseguenza, a poter occupare un seggio all'interno del Consiglio Provinciale per i prossimi 2 anni.

Anna Maria Cava   

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.