Politica

Politica

Amministrative 2019. A San Pietro al Tanagro 2 liste a contendersi il consiglio comunale, “Avanti sempre insieme”, capeggiata dal sindaco uscente Domenico Quaranta, e “San Pietro in movimento”, capitanata da Piera Aromando. Proprio quest’ultima, ai nostri microfoni, ha parlato dello spirito che anima il suo gruppo e degli obiettivi da raggiungere, sottolineando l’importanza dei giovani del territorio. Ascoltiamola

Politica

Il sindaco uscente del Comune di San Pietro al Tanagro Domenico Quaranta, scende in campo per questa terza tornata elettorale in cui si presenta a capo di una lista puntando alla sua terza legislatura nelle vesti di primo cittadino del comune. La sua discesa in campo e le motivazioni che lo spingono verso questa terza candidatura le spiega attraverso una nota stampa in cui ripercorre anche i 10 anni trascorsi alla guida del paese ma anche evidenziando come, la sua volontà sia quella di portare a termine obiettivi già prefissati.

"La mia terza candidatura a Sindaco del Comune di San Pietro al Tanagro - scrive Domenico Quaranta - deve e vuole essere la conclusione di un'esperienza iniziata dieci anni fa nel corso del quale tante cose sono state fatte a beneficio della collettività come opere pubbliche, arredo urbano, sostegno sociale e iniziative culturali e di promozione del territorio. Ma, per dirsi conclusa un'esperienza,- continua - è necessario portare a termine obiettivi strategici che possano soddisfare a pieno le proprie aspettative e quelle della Comunità rappresentata". Gli obiettivi prefissati a cui si vuole puntare sono inseriti nel programma della lista Avanti Sempre Insieme e, secondo quanto dichiarato, restano da concretizzare nel breve periodo. Programmi e idee che saranno illustrate nel corso di un incontro pubblico  con i cittadini elettori in occasione di presentazione della lista di candidati.

"La realizzazione a breve di quanto indicato in programma - spiega il candidato a sindaco della lista Avanti Sempre Insieme - ha richiesto, negli ultimi tre anni, un lavoro fatto di ricerca delle fonti di finanziamento e di progettazione esecutiva, tutte attività poco appariscenti ma necessarie a soddisfare le esigenze dei cittadini. In questi dieci anni di amministrazione ho avuto la fortuna di essere accompagnato da persone di qualità e rappresentative o dell'intera collettività. Persone che vivono da sempre la comunità e con un patrimonio di conoscenza tecnica ed umana di ottimo ed apprezzato livello. Come per il precedente mandato, vi sono delle new entry nella lista come Roberta Franco, Giuseppe Auleta, e Antonio Boffa, accanto a nomi confermati come Andres Crisci, Angelo Di Benedetto, Antonio Pagliarulo e Michele Zambrotti. In questa tornata elettorale, -spiega Domenico Quaranta - a differenza, delleprecedenti, abbiamo voluto limitare al minimo il numero di candidati Consiglieri in maniera tale che, in caso di vittoria, nessuno rimanga escluso.

Un aspetto questo che aumenta e cementa uno spirito di coesione e di squadra necessario ad affrontare con entusiasmo il prossimo mandato e perseguire, coinvolgendo tutti, gli obiettivi prefissati nell'esclusivo interesse pubblico e nel contempo garantire per il futuro una squadra di amministratori capaci ed attenti alle esigenze dei cittadini. Il simbolo della lista - dichiara in conclusione - non a caso riporta il motto "Avati sempre insieme" nella "continuità di un impegno".

Anna Maria CAVA

Politica

Elezioni amministrative a Sala Consilina con in campo tre squadre che ambiscono a guidare la cosa comune. Tra le compagini la lista capeggiata da Domenico Cartolano, già vice sindaco del comune capofila del Vallo di Diano durante l'amministrazione Ferrari. Oggi torna in campo dopo uno stop di 5 anni. La sua discesa in campo viene motivata e spiegata con una nota stampa che si apre parlando di una lista nata per forte atto di responsabilità.

"E' un patto tra cittadini - scrive il candidato sindaco - uniti dalla promessa di restituire la speranza a Sala Consilina, una nuova possibilità e un futuro a tutti i suoi cittadini. Il principio ispiratore, fondamentale e irrinunciabile di SALESI, è l'impegno personale di tutti i partecipanti al processo di rivoluzione basato e teso verso l'interesse della collettività". Il coinvolgimento dei cittadini, secondo quanto riporta nella nota, sarà in primo piano "Si vuole garantire la collaborazione, la condivisione, la trasparenza e l'ascolto di tutti i cittadini - scrive Cartolano - e di tutti i rappresentanti politici e della società ̀ civile al fine di raggiungere lo sviluppo culturale, economico e morale che Sala Consilina merita. La partecipazione è, pertanto, lo strumento imprescindibile del nostro agire politico.

Nessuna decisione - la promessa del candidato sindaco -  sarà assunta senza questo percorso e processo di partecipazione con cui SALESI vuole arrivare alle decisioni e alle soluzioni che indirizzeranno l’azione amministrativa. Una democrazia partecipativa produce scelte condivise, facilita il compito degli amministratori, fa crescere e rafforza il senso civico e di solidarietà all’interno di una comunità dove i cittadini diventano, così, risorsa e parte attiva.

Noi ci siamo posti una domanda - si spiega nella nota stampa - che da tempo nessun politico pone: come stai? Come stiamo tutti noi, che percezione abbiamo della nostra vita, della nostra fatica, dei luoghi in cui viviamo? Cosa ci aspettiamo noi, per questa città, per questo territorio? Ecco, - conclude la nota - da queste domande è nata l'esigenza di ritrovarci su un obiettivo più grande: restituire a Sala una possibilità. Sala rinasce con noi, con noi Salesi ricomincia a vivere. Con noi Salesi Sala si colora, Sala deve gioire di vita.

Anna Maria CAVA

Politica

Il consiglio comunale di Sanza si è riunito ieri sera per l'approvazione del bilancio di previsione 2019/2021. Un argomento che è stato affrontato su più fronti analizzando anche le determinazioni in riferimento alle aliquote IMU per l'anno 2019 che dovrebbero restare invariate rispetto all'anno precedente.

Discusso inoltre il piano finanziario per il servizio di gestione dei rifiuti e approvazione delle tariffe relative alla TARI per l'anno 2019. Un'assise consiliare fondata quasi esclusivamente sul tema economico ma che ha anche rappresentato un'occasione per tracciare un bilancio dei primi due anni di amministrazione Esposito.

Il primo cittadino, infatti, nel parlare del bilancio ha anche spiegato quali sono le     azioni messe in campo in questi primi due anni di ritorno alla guida del paese accompagnato nel percorso da una squadra giovane e volenterosa di mettersi in gioco per il proprio comune. È stato anche momento per ripercorrere quali sono i piani infrastrutturali adottati dall'amministrazione Esposito. Cosa è stato fatto e cosa c'è ancora da fare per poter parlare di programma elettorale realizzato.

Anna Maria CAVA

 

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.