Politica

Politica

A Sala Consilina Dopo un intenso testa a testa alla fine riesce a spuntarla Francesco Cavallone che resta alla guida del Comune più popoloso del Vallo di Diano con una squadra composta da consolidate conferme e nuovi volti pronti a mettersi al servizio del proprio paese.

Solo in serata l'arrivo dei risultati delle diverse sezioni che hanno definitivamente ufficializzato la vittoria della lista uscente Sala Viva sulla lista Salesi capeggiata da Domenico Cartolano con 404 preferenze in più. poco più di 700 invece i voti raccolti dalla terza lista in campo Evoluzione Sala capeggiata da Alessandro Carrazza che gli consente comunque di ottenere un seggio in consiglio comunale. Un risultato giunto al termine di una combattutissima campagna elettorale ed un lungo testa a testa durato tutto il pomeriggio di ieri, fino alla conclusione dello spoglio.

Definita la squadra di governo di Sala Consilina. Ad accompagnare per i prossimi 5 anni il sindaco Francesco Cavallone alla guida della città ci saranno i volti noti dell'amministrazione comunale Gelsomina Lombardi la più votata con 647 preferenze, Luigi Giordano con 518 voti, Elena Gallo 481,  Vincenzo Garofalo 342 e Lopardo Antonio 330. Tra i banchi della maggioranza anche Michele Galiano con 475 voti che nella passata legislazione era all'opposizione e, inoltre, tante giovani novità come Francesco Spinelli che ha ottenuto  512 preferenze, Rosa Melillo 339 voti, Bartolomeo Lettieri 445 voti, Anna Di Somma 381 e Nicola Colucci con 290 voti. 

Definita anche la composizione della minoranza consiliare. A sedere tra i banchi dell'opposizione ci saranno i due candidati alla carica di sindaco delle liste Salesi ed Evoluzione Sala rispettivamente Domenico Cartolano e Alessandro Carrazza e tre componenti della lista Salesi ossi Antonio Santarsiere, Teresa Paladino e Angela Freda.

Questa mattina la cerimonia di proclamazione degli eletti presso il seggio numero 1 delle scuole medie Giovanni Camera. Dopo la conferma degli eletti sia della maggioranza che dell'opposizione il presidente Gennaro Guerrasio ha augurato un buon lavoro al sindaco e alla sua squadra con l'augurio di riuscire a portare la città nel posto che le spetta di diritto e di trovare le giuste opportunità di crescita restando il sindaco di tutti e di poter riportare la sede del Tribunale a Sala Consilina ricevendo uno scrosciante applauso.

A seguire il primo cittadino, nel suo discorso ha voluto ringraziare quanti hanno fatto parte della compagine amministrativa nelle passate elezioni ossia Nicola Spolzino e Angela Di Domenico e i componenti della lista SalaViva che, purtroppo non sono riusciti ad entrare in consiglio comunale ossia Olga Farina Antonio Prtrazzuolo Michelanna Spolzino e Armida Tortoriello 

Anna Maria CAVA 

Politica

7 i comuni al voto in questa tornata elettorale per il rinnovo del consiglio comunale oltre che per la scelta dei rappresentanti in seno al Parlamento Europeo. Oltre a Sala Consilina che ha visto la vittoria di Francesco Cavallone, altri 6 comuni tra Vallo di Diano e Tanagro sono stati chiamati alle urne per eleggere i nuovi consiglieri.

Confermato per il terzo mandato consecutivo Domenico Quaranta alla guida del Comune di San Pietro al Tanagro con ben 636 voti rispetto alle 475 preferenze della lista guidata da Piera Aromando. Tutti eletti i componenti della lista come voluto dal sindaco Quaranta che, per evitare l'esclusione di nomi ha deciso per la composizione corta della lista Avanti Sempre Insieme. A sedere tra i banchi della maggioranza saranno: Antonio Pagliarulo più eleto con 204 voti,  Michele Zambrotti con 127 preferenze, quindi Giuseppe Auleta 121, Andres Miguel Crisci 66, Antonio Boffa 61 voti, Angelo Di Benedetto 36 e Roberta Rita Franco che ha ottenuto 25 voti. All'opposizione invece Piera Aromando, capolista della compagine San Pietro in Movimento che, in questa nuova avventura in consiglio comunale sarò accompagnata da Antonio Ricotta e Giuseppe Coiro.

Al voto anche il comune di Auletta e, anche qui, la riconferma per il terzo mandato consecutivo del sindaco uscente con l'elezione di Pietro Pessolano. Accanto a lui in maggioranza Antonio Addesso, Luigi Cavallo, Onofrio Coccozza, Claudio Parisi, Carmine Soldovieri e Luigi Vignuoli. Non ce l'ha fatta invece lo sfidante della lista Auletta Nova che si è fermato a 810 preferenze rispetto alle 850 di Uniti per Auletta. Antonio Caggiano sarà alla guida del gruppo di minoranza insieme a Giuseppe Manzo e Donato Gagliardi.

Resta sindaco del comune di San Rufo anche Michele Marmo come peraltro era nell'aria.

Conferme anche a Caggiano dove la lista dell'uscente Giovanni Caggiano resta alla guida del comune con la fascia tricolore passata a Modesto Lamattina.

A Salvitelle ma, in questo caso con una bella novità. A vestire la fascia tricolore sarà una donna. L'uscente ha infatti puntato su Maria Antonietta Scelza come suo successore. Una sfida che è stata piacevolmente accolta dai cittadini di Salvitelle che l'hanno sostenuta con 213 preferenze rispetto ai 168 voti della lista di Domenico Nunziata.

Confermata la lista uscente anche a Casalbuono dove Carmine Adinolfi successore di Attilio Romano, non più candidabile alla guida del comune avendo già ricoperto l'incarico di sindaco per tre mandati consecutivi, l'ha spuntata alla grande sullo sfidante Francesco Romano. 596 le preferenze per Carmine Adinolfi contro i 163 voti ottenuti dallo sfidante.

Anna Maria CAVA

 

Politica

Anche nel Cilento sono diversi i Comuni che sono stati chiamati al voto domenica scorsa per le elezioni amministrative. Sono 15 i nuovi sindaci eletti. 

Politica

I risultati delle Elezioni Europee, con un’affluenza al 56,09%, hanno confermato la Lega primo partito d’Italia. Con il 34% a livello nazionale, ha raccolto nel collegio meridionale il 23,46% dei consensi. La candidata salernitana Lucia Vuolo è la neo eletta al Parlamento europeo per la Circoscrizione Italia meridionale, per la "Lega Salvini Premier".

In una nota di ringraziamento a quanti l’hanno voluta al Parlamento europeo, si legge“Mai e poi mai avrei pensato di ricevere così tanti attestati di stima, preferenze arrivate da ogni parte della Campania e da tutto il Sud. Oltre 40 mila preferenze in tutta la Circoscrizione Meridionale.

Grazie agli amici e alle amiche che mi hanno preferita tra Abruzzo, Calabria, Campania, Basilicata, Molise e Puglia”. Non eletto invece l’altro candidato per la Lega, il rettore dell’università di Salerno, Aurelio Tommasetti che comunque ha ottenuto 25.786 preferenze di cui oltre 22.000 solo in Campania. 

“È la vittoria di un progetto politico, - ha scritto in una nota -. Sono tanti i giovani, gli uomini e le donne del Sud che si sono schierati, mettendoci la faccia, per costruire un percorso, che oggi è solo all’inizio e che tutti noi abbiamo il dovere di governare e valorizzare. Dentro questo voto – ha concluso Tommasetti - ci sono delle attese che non voglio e non vorrò mai trascurare. Continuo il lavoro per la mia università, i giovani, la Campania e il Sud”.

Antonella D'ALTO

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.