Politica

Politica

alt

Riceviamo e pubblichiamo dal segretario uscente del circolo PD di Sala Consilina Ciro Fasano:

"Dopo lo spettacolo indegno del Congresso cittadino PD del 1 novembre 2013, Il sottoscritto arch. Ciro Fasano, candidato a Segretario del Circolo di Sala Consilina (SA) con la lista n. 2, anche a nome dei candidati al Comitato Direttivo della lista, ha chiesto l'annullamento del Congresso di Circolo perché viziato da gravissime e inaccettabili irregolarità, peraltro in gran parte denunziate prima e dopo del voto al Garante sig. Luigi Gagliardi e alla commissione Provinciale preposta.
Le irregolarità nella presentazione della lista contrapposta e altre verificatesi durante lo svolgimento dell'assemblea congressuale di circolo, hanno costretto i membri della nostra lista, a ritirarsi dalla competizione elettorale, queste sono state compiute da individui che occupano anche le istituzioni, in assoluto dispregio dei dettami del regolamento congressuale in particolare:
1. Tesseramento last minute di mogli, fratelli, sorelle, cognati, nipoti, nonni e soprattutto di noti
esponenti anche candidati in precedenti elezioni nel centrodestra;
2. La lista n. 1 dei candidati al Direttivo e del segretario non rispetta l'art. 5 del regolamento
congressuale: "L'elettorato passivo, spetta solo agli iscritti 2012 in regola con l'iscrizione 2013 e ai nuovi iscritti 2013 regolarmente registrati alla data di approvazione del Regolamento nazionale 27 settembre 2013", molti candidati sono nuovi iscritti;
3. Lo scrutinio delle schede votate senza la presenza dei rappresentanti della Lista n. 2 già lontani dal seggio elettorale;
4. La presenza di individui capeggiati da prepotenti che hanno impedito il regolare svolgimento del congresso cittadino anche con minacce, insulti ed altro ai componenti della lista e al garante. Questi soggetti hanno drogato il tesseramento oltre il legittimo e il lecito, hanno falsato il congresso, attraverso questa mera esibizione di reclutare truppe cammellate, con atteggiamenti prepotenti e strafottenti, piantonando militarmente il seggio, determinando l'abbandodo dello stesso da parte di tanti iscritti e candidati, ed è questo il punto politicamente più grave, anche oltre la tollerabilità da parte dell'opinione pubblica delle immagini scandalose che abbiamo offerto.

Queste e altre ragioni anche di sicurezza pubblica, atteso il degenerare degli eventi, inducevano il garante a sospendere responsabilmente il congresso. Ciononostante, abbiamo appreso che dopo il nostro allontanamento dalla sede congressuale si è proceduto allo spoglio delle schede votate, nel frattempo presidiate militarmente oltre che da candidati della lista contrapposta anche da rappresentanti delle nostre istituzioni locali.
In attesa di conoscere l'esito della vicenda rimessa nelle mani degli organi preposti, siamo certi di aver sostenuto ideali di legalità e democrazia, ancor prima che partitici".
Ciro Fasano

Politica


"L'amministrazione comunale di Buonabitacolo ed il sindaco Curcio hanno pochi meriti nei lavori che stanno restaurando l'ex Hotel Europa trasformandolo in una casa famiglia per Anziani: il risultato è stato ottenuto solo grazie all'impegno di diversi soggetti privati". Lo afferma il consigliere comunale Vito Trotta, che interviene sull'ex Hotel Europa con alcune "precisazioni". Ascoltiamolo

Politica


A Buonabitacolo in dirittura d'arrivo i lavori tesi a trasformare l'ex Hotel Europa in una confortevole casa- famiglia per anziani. Lo conferma il sindaco Beniamino Curcio, secondo il quale per la prossima primavera dovrebbe avvenire il taglio del nastro della struttura che rivestirà un importante ruolo sociale per la piccola comunità valdianese.

Politica

Accuse di brogli, congressi fantasma, falsi verbali e minacce che si sarebbero verificati nel corso delle ultime votazioni in alcuni circoli del Partito Democratico della provincia salernitana. L'elezione del nuovo segretario provinciale del PD sembra trasformarsi sempre più da occasione di confronto democratico interno all'ennesima evidenziazione pubblica dell'endemica malattia che affligge il PD salernitano. Insomma un gran brutto spettacolo, con due dei tre candidati alla segreteria Provinciale, Annunziata e Pedace, che nella giornata di sabato hanno denunciato pubblicamente, anche con la sottoscrizione di una lettera inviata alla commissione per il congresso ed ai livelli centrali del PD, diverse irregolarità verificatesi in alcuni circoli territoriali, annunciando addirittura la loro rinuncia alla candidatura contro il segretario uscente Landolfi. Sotto accusa diversi episodi verificatisi a Corleto Monforte, Salerno, Ottati, Pisciotta, Gioi Cilento e altre località. Un scelta, quella della rinuncia alla candidatura, confermata poi domenica da Pedace ma che sembra rientrata nel caso di Annunziata, dopo che la commissione congressuale ha deciso di accogliere alcune sue richieste e di consentire il voto anche a coloro che si sono iscritti solo da pochi giorni al Pd, con la possibilità anche per quest'ultimi di essere candidati. Accolta anche la richiesta di sospensione dei congressi per oggi e domani. "Resto in corsa ma con riserva - fa sapere Annunziata- ed attendo che si passi dalle parole ai fatti. Ove dovessimo registrare un sostanziale accoglimento della posizione che ragionevolmente abbiamo rappresentato, potrò rimanere in gioco anche al fine di assicurare un minimo di pluralismo alla competizione. Invito il candidato Vincenzo Pedace, che insieme con me ha posto legittimamente eccezioni più che fondate, a valutare le decisioni della Commissione prima di assumere i conseguenti atteggiamenti". Resta confermato al momento, invece, il passo indietro di Pedace che, con la deputata Saggese, ha chiesto un incontro al segretario nazionale Epifani "Nonostante la tardiva e falsa disponibilità manifestata dal segretario uscente Landolfi non sono giunte risposte concrete ed Ancora una volta il Pd ha dimostrato di essere un partito chiuso" ha sottolineato Pedace, che ha invitato i suoi elettori a non andare a votare.

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.