Politica

Politica

La Campania necessita di idee prima che di candidati. In vista delle prossime elezioni regionali che chiameranno alle urne, nella prossima primavera, i cittadini per scegliere il nuovo governatore e i componenti dei consiglio regionale, la Lega, assente alla passata tornata elettorale del 2015, è invece pronta in queste elezioni a scendere in campo ma è decisa a farlo in primis puntando sul programma.

Un progetto di Campania che metta al centro il cittadino e le sue esigenze. A tal proposito dal partito Nazionale hanno voluto nominare un responsabile del programma elettorale, individuato nella figura di Aurelio Tommasetti, che ha già predisposto un primo piano in cui sono stati fissati i punti di intervento presentati sabato scorso in occasione dell'insediamento del tavolo di lavoro per il programma elettorale.

Anna Maria CAVA

 

 

Politica

La lega si prepara alle prossime elezioni regionali in Campania partendo però dal programma. Come già annunciato a Salerno, nei giorni scorsi da vertici nazionali e regionali del partito di Salvini, la priorità è riservata ai contenuti di un programma che possa mettere al centro della campagna elettorali le necessità di un territorio che continua a vedere i suoi giovani andare via in cerca di opportunità valide per mettere in evidenza le capacità. Le linee guida del programma elettorale della lega sono state esposte, sabato scorso a Napoli. Alla presenza del coordinatore regionale Nicola Molteni,  dal responsabile del programma regionale Aurelio Tommasetti, nel corso dell'incontro che ha segnato anche l'insediamento del tavolo programmatico della lega. Presente all'incontro anche il Coordinatore Provinciale della Lega Nicholas Esposito che ha rimarcato l'importanza di dar voce ai territori, in una regione dalle esigenze e necessità diversificate. Differenze evidenti in particolare nella provincia di Salerno che Esposito in questi giorni sta girando proprio per recepirne le necessità, come sottolineato ai nostri microfoni in occasione della sua visita nel Vallo di Diano.

Anna Maria CAVA

Politica

ASNAZ ITALIA VIVA

Prima assemblea nazionale di Italia Viva a Roma in questo primo fine settimana di febbraio. Presso il Teatro 10 di Cinecittà sabato 1 e domenica 2 febbraio militanti e simpatizzanti del partito si sono riuniti nell'assemblea nel corso del quale sono anche stati definiti alcuni ruoli sul territorio. Presente anche il sindaco di Sassano Tommaso Pellegrino, tra i primi ad aderire al partito di Matteo Renzi. Al temrine dell'assemblea Nazionale lo stesso Pellegrino è stato nominato coordinatore provinciale di Salerno di Italia Viva. Contribuire a costruire una nuova "casa", riformista, liberale innovativa, particolarmente e concretamente attenta a donne e giovani - commenta il neo coordinatore provinciale  - mi emoziona e, allo stesso tempo, mi entusuasma molto. Condividerl questo incarico con Angelica Saggese, una donna e un'amica impegnata in politica, perbene e capace, con tanti amministratori donne egiovani nella nostra Provincia che, con entusiasmo e passione vogliono dare il proprio contributo per lasciare il segno nel prossimo futuro. Di notevole importanza - continua ancora Tommaso Pellegrino - sarà il lavoro dei comitati che saranno i primi protagonisti e dei tanti amici che mi hanno sempre testimoniato stima e affetto. Ringrazio - scrive in conclusione - il nostro Leader Matteo Renzi, il nostro coordinatore nazionale Ettore Rosato, i nostri deputati Gennaro Migliore e Lello Vitiello. Un particolare e sentito grazie a Maria Elena Boschi, per me costante prezioso e insostituibile punto di riferimento".

Anna Maria CAVA

Politica

Mentre a livello nazionale si parla di possibili alleanze tra PD e 5 Stelle in vista delle prossime competizioni elettorali, in Campania i riferimenti dei due partiti, si azzuffano a suon di botta e risposta. La consigliera pentastellata Valeria Ciarambino, in un'intervista aveva manifestato chiusura ad un possibile accordo con il PD sul nome di De Luca. Chiusura derivante anche da pesanti critiche sulla gestione della Regione in particolare per il settore sanitario, su cui precedentemente era stata critica ricordando la vicenda della chiusura del reparto di procreazione assistita al Ruggi per far spazio al reparto di chirurgia che sarà diretto da Enrico Coscioni attuale consigliere del presidente della Regione, già da diversi mesi nominato primario del reparto ancora non attivo.

Ma nell'intervista la consigliera Ciarambino attacca la gestione De Luca nel suo complesso ricordando come, durante i 5 anni come gruppo si sono opposti a tutte le iniziative adottata dalla giunta De Luca e chiude a possibili alleanze finalizzate a fare dei 5 Stelle la stampelle del PD se, gli accordi prevedono una riconferma di De Luca o di esponenti di spicco dell'attuale gruppo di maggioranza tra i quali elenca anche l'On. Franco Picarone. Ed è proprio quest'ultimo che, a strettissimo giro, replica con durezza alle parole della Cirambino.

Con una nota stampa il consigliere regionale e presidente della Commissione Bilancio fa il punto della situazione "In una dichiarazione la consigliere Valeria Ciarambino dei 5S mi attribuisce la presunta corresponsabilità nel 'disastro della Campania' che esiste, però, solo nella sua testa. Probabilmente ancora confusa e disorientata dalla recentissima conferma della sostanziale scomparsa del movimento politico di cui fa parte, - scrive Picarone - Ciarambino dimostra di aver vissuto la sua esperienza in Consiglio regionale in modo istituzionalmente del tutto dissociato dalla realtà. Forse nella testa aveva alcuni Ministri e Sottosegretari del suo partito che appaiono degli “scappati di casa” più che uomini di governo. Ciarambino dimostra di non sapere, ad esempio, che il nostro quinquennale lavoro in Commissione Bilancio ha permesso il risanamento finanziario con le parificazioni della Corte dei Conti sui bilanci consuntivi; l’uscita dal commissariamento in sanità; la certificazione positiva di Standard&Poors e una serie di altri risultati immediatamente verificabili. Ad ogni modo il PD non ha bisogno di questo tipo di stampelle per vincere dopo quello che ha fatto in 5 anni di governo regionale".

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.