Politica

Politica

assiste

Intanto la proposta del Ministro Boccia sull’istituzione degli assistenti civici sta provocando divisioni all’interno del Governo. Oltre alle note di disappunto e contrarietà del centro destra con il leader della Lega Matteo Salvini che commenta esterrefatto la notizia di cittadini che devono controllare cosa fanno altri cittadini ritenendolo assurdo e sottolinea “Serve fiducia nei cittadini e non controllori” e Giorgia Meloni, leader Di Fratelli d’Italia che parla di deriva autoritaria del Governo, manifestano contrarietà alla proposta del ministro democratico Francesco Boccia anche esponenti del Governo dei 5 stelle che Il M5S con alcuni suoi esponenti che hanno commentato duro. Per Buffagni vice ministro dei pentastellati dice: “Basta Cazzate” e Crimi parla di fughe in avanti non condivise. Anche dal Viminale fanno sapere che la proposta non è stata condivisa. Contrari anche alcuni esponenti del Partito Democratico e il leader di Italia Viva. Mentre Calenda commenta: “Se lo avesse proposto Salvini sareste tutti scesi in piazza, comprese le sardine”

Politica

matera

Anche l’assessore regionale al turismo Corrado Matera si scaglia contro il Governo per la decisione di eliminare dalla ripartizione dei fondi destinati alle zone più colpite dal Covid i comuni indicati come zona rossa. "Una scelta inaccettabile- dichiara l'assessore regionale - nei confronti di territori che hanno sofferto e continuano a soffrire per gli effetti di un’emergenza che, oltre che sanitaria, è sociale ed economica. Un dietrofront del Governo senza alcuna motivazione, dopo settimane di discussione e sollecitazione sulla questione, accolta ufficialmente con la pubblicazione del Decreto in Gazzetta Ufficiale. Difenderemo in tutti i modi e in tutte le sedi le ragioni dei nostri territori – continua Matera ed in conclusione aggiunge - L'Italia riparte solo se riparte assieme al Sud"

Politica

98116736 10219976941432660 2024905779588366336 n

Dolore e commozione questa mattina alla notizia della morte della moglie dell’indimenticato e compianto On. Gerardo Ritorto a cui è intitolata la Zona Industriale di Polla. Questa mattina la notizia della morte della Sig.ra Rosanna, madre di Vanni Ritorto già consigliere comunale di Polla, di Nunzio Ritorto attuale presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti contabili di Sala Consilina e di Mimmo funzionario della P.A.. Messaggi di cordoglio e di affetto in queste ore stanno giungendo ai familiari. L’editore di Uno Tv, Valentino Di Brizzi e l’intera redazione manifesta profondo cordoglio ai figli Nunzio e Vanni  Ritorto per la scomparsa della cara madre

Politica

perdifumo

Oggi consiglio comunale a Perdifumo senza la presenza dei consiglieri di opposizione Francesco Pecora, Giuseppe Coccorullo e Nazario Matarazzo annunciata da alcuni giorni. Una decisione assunta dalla minoranza in quanto l’assise consiliare è stata convocata, secondo una nota protocollata al comune, “in violazione della normativa emergenziale adottata per la diffusione del covid 19”. Il consiglio comunale in programma alle 15,30 di oggi, presso la sala delle adunanze del comune di Perdifumo, è stato convocato per la trattazione di 10 argomenti tra i quali la discussione sul DUP, approvazione del Piano di Gestione Forestale, acquisizione nella proprietà del comune di aree da destinare a sede stradale, tariffe servizio idrico, addizionale IRPEF per l’anno 2020, tutti argomenti che, a parere della minoranza, non avevano carattere di urgenza e, allo stesso tempo, vista la complessità dei temi in trattazione, a parere della minoranza non possono essere trattati nel rispetto della normativa vigente anti contagio. “Il numero e la complessità degli argomenti previsti – dichiarano i consiglieri di minoranza uniti alla conformazione, dimensioni e dotazioni dell’aula consigliare non consentono il rispetto delle regole previste dalla suddetta normativa sanitaria di emergenza”. Inoltre i consiglieri Pecora, Coccorullo e Matarazzo fanno presente che seppur alcuni degli argomenti in trattazioni sono sottoposti a termine, in questo caso sono stati rinviati tutti al 31 maggio pertanto decade il carattere di urgenza che poteva giustificare la tenuta del consiglio comunale.

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.