Politica

Politica

Primarie del Partito Democratico per la scelta del segretario nazionale e regionale. La Campania e il salernitano in netta controtendenza rispetto al resto d'Italia dove ha trionfato il programma e il progetto di Nicola Zingaretti che ha vinto con circa il 70% dei consensi. Secondo Maurizio Martina che ha raggiunto in Italia solo il 18% dei consensi mentre il terzo Roberto Giacchetti si è fermato al 12% delle preferenze. Per quanto riguarda invece la scelta del nuovo segretario regionale, vince Leo Annunziata, sostenuto dal governatore De Luca che subentra così all'uscente Assunta Tartaglione. Circa 1 milione e mezzo gli elettori che ieri, in tutta Italia si sono recati ai seggi allestiti in tutti i comuni per la scelta dei nuovi segretari regionali e del segretario nazionale.

In Campania la linea del presidente della Regione Vincenzo De Luca a sostegno dell'uscente Maurizio Martina subentrato alla guida del partito dopo le dimissioni dell'ex premier Renzi ha consentito un testa a testa tra i due. Una linea che è stata condivisa dal territorio valdianese in cui il nuovo segretario pur vincendo nella maggior parte dei comuni, ha ottenuto in totale circa 100 preferenze in meno rispetto a Martina. Circa 1300 i voti per Martina rispetto ai circa 1200 i voti per Zingaretti nonostante riesca a risultare vincitore in 6 seggi quali: Monte San Giacomo, Montesano Sulla Marcellana, Teggiano, San Pietro al Tanagro, Polla e Padula. Martina vince in solo 4 seggi che sono Sanza- Buonabitacolo, Sassano, Sala Consilina e nel seggio di Sant'Arsenio-San Rufo ottenendo però un discreto numero di preferenze che gli consente di risultare il più eletto in generale nel Vallo di Diano.

Anna Maria CAVA

Politica

primariepd

Primarie del PD anche nel Vallo di Diano. Seggi allestiti in tutti i comuni. C’è tempo fino alle ore 20,00 di questa sera per esprimere la propria preferenza per la scelta del segretario del Partito Democratico. Tre i nomi in campo. Maurizio Martina, Nicola Zingaretti e Roberto Giacchetti. Tra i candidati alla segreteria nazionale anche numerosi rappresentanti del partito del territorio. Si vota anche per il rinnovo della segreteria regionale.

A Monte San Giacomo il seggio è stato allestito presso l’aula consiliare del Casa Comunale. Anche a Sala Consilina è stata scelta come sede la Casa Municipale con seggio allestito al piano terra dell’edificio di Via Mezzacapo. A Sassano si vota presso la Sala Polifunzionale di Silla di Sassano.

Per votare è necessario essere muniti di documento di riconoscimento, tessera elettorale e il versamento di 2 euro (importo non dovuto dai soli tesserati al partito)

Politica

È in programma il prossimo 7 marzo alle ore 17,30 l'incontro posticipato a causa del maltempo per la presentazione dei due nuovi bandi pubblicati dal GAL Vallo di Diano per il sostegno allo Sviluppo Locale. Due le azioni di intervento per un finanziamento totale di 800 mila euro di cui 600 mila destinati alle proposte relativa alla tipologia di intervento 4.1.1. di Supporto per gli investimenti nelle aziende agricole e 200 mila per la tipologia di intervento 6.4.1. per la creazione e lo sviluppo della diversificazione delle imprese agricole.

I due bandi già attivi, sono pubblicati con i relativi allegati sul sito internet del Gal Vallo di Diano dove è possibile quindi reperire anche tutte le informazioni necessarie in merito alle misure di intervento e alla documentazione necessaria. Durante l'incontro in programma giovedì prossimo a Padula presso l'aula consiliare della Comunità Montana Valla di Diano nella corte esterna della Certosa sarà possibile ricevere tutte le informazioni utili per essere al meglio preparati al bando e poter così presentare utili domande per la realizzazione dei progetti di investimento e sviluppo delle proprie idee imprenditoriali.

Grazie infatti alla presenza di tecnici della Regione saranno illustrate nel dettaglio gli obiettivi di queste prime due tipologie di intervento. Dopo i saluti del presidente del Gal Attilio Romano e del coordinatore Italo Bianculli, prenderanno la parola la dott.ssa Rosanna Lavorgna che parlerà in generale della misura 19 dedicata alle azioni di sviluppo locale. A seguire si entrerà nello specifico dell'analisi dei due bandi. Arriveranno a Padula il Dott. Giovanni De Sio per presentare la tipologia d'intervento 4.1.1. di supporto agli investimenti nelle aziende agricole che prevede un contributo massimo per singolo progetto di 100 mila euro per un finanziamento del 90% dell'intervento. Ci sarà poi il Dott. Daniele Di Donato a parlare della tipologia 6.4.1. per la creazione e lo sviluppo della diversificazione delle imprese agricole.

Parliamo di una tipologia di intervento per il quale il Gal ha previsto una dotazione finanziaria di 200 mila euro. Contributo massimo per progetto è di 100 mila euro finanziando il 75% dell'investimento. Possono partecipare ai bandi agricoltori singoli o in forma associata. Il termine ultimo entro cui presentare le domande è fissato al 31 maggio 2019. 

Anna Maria CAVA

Politica

Dal gruppo MeetUp Sala Consilina viene pubblicato nuovamente una nota stampa diffusa lo scorso anno ma che, pare, abbia tuttora valore. Una nota in cui Giuseppe Di Giuseppe e Osea Avallone membri del gruppo MeetUp amici di Beppe Grillo - Attivisti di Sala Consilina, riferendosi alla preparazione delle liste in vista delle elezioni per il rinnovo del consiglio comunale a Sala Consilina, esprimevano la volontà di fare un passo di lato e di astenersi dalla partecipazione attiva alle programmate riunioni del gruppo per la preparazione delle liste.

La nota, datata 13 aprile 2018, è stata nuovamente pubblicata da Giuseppe Di Giuseppe, al fine di rimarcare una posizione già assunta a seguito della diffusione di voci, già lo scorso anno, secondo cui i due scriventi venivano considerati un intralcio alla realizzazione di una lista del Movimento 5 Stelle in campo per le elezioni amministrative di Sala Consilina. Da qui la nota in cui, confermavano comunque il loro sostegno ad una eventuale lista del movimento, pur non partecipando elle riunioni.

Giuseppe Di Giuseppe torna ora a pubblicare quella stessa nota spiegando: "Non c'erano le condizioni per continuare,- scrive Di Giuseppe a margine del post -  troppe prime donne e troppe le figure calate dall'alto e non si sarebbe operato secondo quanto stabilito dal regolamento del Movimento. Abbiamo fatto un passo di lato - spiega - dichiarando di appoggiare chiunque avesse avuto la forza e il coraggio di farsi avanti e presentare la lista, con incontri pubblici e non secondo convenzioni carbonare e massoniche. Evidentemente non ci sono i presupposti per fare una lista a 5 Stelle a pochi giorni dalla certificazione, a meno che non ci sia un intervento divino. In ogni caso il sottoscritto non si candida, continuerà a fare attivismo sul territorio insieme agli altri componenti del Meeetup. Fare politica ed amministrare un paese - scrive in conclusione Giuseppe Di Giuseppe - non è cosa da poco, non è improvvisazione, richieda studio, forza, passione. Qualità che io non ho riscontrato in molte delle persone che sono salite sul carro del vincitore".

Anna Maria CAVA

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.