Politica

Politica

Riparte il “Tour Fondi Europei” del M5S. Sabato 2 febbraio a Sala Consilina la nona delle ventidue tappe in tutta provincia di Salerno. Si riprende dopo la pausa di oltre due mesi dallo scorso novembre.

Sabato dalle ore 18 alle ore 20 nell’Aula Magna dell’IC “Giovanni Camera” in via Matteotti ci sarà la senatrice Felicia Gaudiano organizzatrice del “Tour Fondi Europei” e membro della commissione Politiche Comunitarie. “L’iniziativa – spiega la senatrice – ha lo scopo di illustrare e spiegare come accedere e utilizzare i fondi europei. É rivolto a tutti i cittadini, alle imprese e chi ha buone idee ma non sa come districarsi tra i meandri burocratici. L’Europa è un’importante occasione, sapere come poter accedere ai fondi che mette a disposizione un’opportunità da cogliere. Sabato parleremo delle vere opportunità Europee per un sud che cresce. Alle ore 18 ha inizio l'evento con il pubblico per illustrare gli strumenti a disposizione dei cittadini che vogliono realizzare un'idea progettuale. Parleremo – conclude – di opportunità di finanziamento rivolte principalmente, ma non solo, al terzo settore Resto al Sud, Agrifood e tanto altro”.

Sabato sera saranno presenti l’europarlamentare Isabella Adinolfi, la senatrice Luisa Angrisani, il senatore Francesco Castiello e il consigliere regionale Michele Cammarano. La parte tecnica dell’incontro sarà curata dalla dottoressa Anna Guida. L’evento è sulla Piattaforma Rousseau dalla quale sarà possibile attingere a tutte le informazioni relative al tour.

Rosa ROMANO

Politica

Non è ancora definita la data per le elezioni amministrative con il rinnovo dei consigli comunali. Intanto a Sala Consilina, centro capofila del Vallo di Diano, c'è già fermento per la definizione delle liste che andranno a sfidarsi nella prossima primavera. Al momento sembrerebbero due le liste in campo ma c'è ancora da capire bene la posizione del gruppo Positivo si Cambia. Pare invece lontana la possibile composizione di una lista del Movimento 5 Stelle dopo la spaccatura consumatasi dopo le passate elezioni comunali che aveva visto i pentastellati uscire sconfitti dalle urne senza riuscire a recuperare neanche un seggio all'interno del consiglio comunale.

La spaccatura all'interno del gruppo aveva portato alla costituzione anche di due gruppi MeetUp e, lo scorso anno, addirittura alla chiusura della sede, diventato difficile da mantenere. Il gruppo MeetAUp che vede come referenti Mirko Resciniti e Giuseppe Di Giuseppe pur ammattendo la difficoltà a costituire una lista per le prossime elezioni comunali di Sala Consilina, sostiene comunque la volontà di proseguire nel percorso al servizio della comunità salese. Secondo i due referenti, infatti, il problema primario che ha impedito la costituzione di una compagine che si riunisse sotto il simbolo del Movimento 5 Stelle, è la difficoltà ad individuare persone pronte a mettersi in gioco e a scendere in campo attivamente e con impegno per portare avanti dei progetti comuni.

Da qui la decisione comunque di non demordere e di essere comunque portavoce di idee e progetti come quelli già in campo sia in materia ambientale che per un riconoscimento maggiore del territorio attraverso al costituzione di un nuovo ente che raccolga insieme i territori del Cilento e Vallo di Diano. L'altro gruppo MeetUp, che vede come referente Antonio Gallo, invece, non si è arreso e, secondo quanto emerge, pare stia comunque lavorando per la formazione di una lista da contrapporre alle due al momento certe del sindaco uscente Francesco Cavallone e dell'ex vice sindaco della giunta Ferrari Domenico Cartolano

Anna Maria CAVA

Politica

Circa 1976 tra sindaci e consiglieri domenica prossima 3 febbraio saranno chiamati alle urne per eleggere i referenti del consiglio provinciale che resteranno in carica per i prossimi 2 anni. Sabato scorso il PD del Vallo di Diano si è riunito per stringere le fila intorno al candidato del territorio Paolo Imparato sindaco di Padula. In un incontro di partito convocato dal coordinatore territoriale Domenico Cartolano sono stati chiamati a raccolta i consiglieri e sindaci del Partito Democratico dei comuni valdianesi che hanno partecipato in massa con unica assenza registrata, come prevedibile, per il Comune di Monte San Giacomo viste anche le passate querelle che hanno visto protagonisti proprio il sindaco di Padula Imparato e Raffaele Accetta nella sue aveste di presidente della Comunità Montana Vallo di Diano con Imparato che aveva chiesto all'ente montano di lasciare i locali all'interno della Certosa.

Ufficialmente Accetta si è giustificato adducendo impegni pregressi. Presenti poi gli esponenti PD dei comuni di Sala Consilina, Sassano, Teggiano, Sanza, Sant'Arsenio, San Pietro al Tanagro, San Rufo, Caggiano, Pertosa. Tutti che, nel corso dell'incontro, hanno confermato il pieno appoggio al candidato del territorio Paolo Imparato. La conferma di quanto detto arriverà ora dalle urne. Resta da vedere dove andranno i voti degli altri comuni del Vallo di Diano non afferenti al Partito Democratico cioè Montesano, Buonabitacolo, Auletta, Polla, Atena Lucana. Domenica quindi gli amministratori saranno tutti a Salerno per eleggere i rappresentati provinciali con seggio aperto dalle ore 8,00 alle ore 20,00 presso la sede della Provincia di Salerno con le operazioni di scrutinio che dovrebbero svolgersi al termine delle operazioni di voto quindi, già nella tarda serata dovrebbe essere noto il risultato e i nomi degli eletti all'interno del consiglio provinciale.

Anna Maria CAVA

Politica

marcellopittella

Marcello Pittella ha presentato ieri le sue dimissioni da Presidente della Regione Basilicata. È stato lui stesso a comunicarlo al Presidente del Consiglio regionale, Vito Santarsiero, scrivendo di ritenere “esaurito il mandato ricevuto dagli elettori”. L’ormai ex presidente era sospeso dalla carica dal 6 luglio scorso in seguito al suo arresto nell’ambito di un’inchiesta, riguardo ad una serie di nomine e concorsi, sulla sanità in Basilicata. Accusato di falso e abuso d’ufficio, si è dimesso dalla carica chiudendo il mandato da esiliato, per il divieto di dimora a Potenza, e da sospeso. Per ricandidarsi l’ex governatore, che ambisce al bis in Regione, ha bisogno della piena agibilità. Ecco allora che qualcuno ha letto le dimissioni come “strategiche” in vista, la prossima settimana, del Riesame Ter. Le elezioni regionali in Basilicata si svolgeranno il 24 marzo prossimo

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.