Politica

Politica

LEGAGIOVANIPROV

Nuove nomine all’interno della Lega Giovani Salerno e l’autunno si apre con un calendario molto fitto di eventi e manifestazioni.

Proprio in questi giorni, il coordinatore provinciale e Consigliere Comunale di Pellezzano, Tiziano Sica, ha ridefinito i vari ruoli all’interno del coordinamento e ha nominato il suo vice coordinatore provinciale, Giuseppe Giordano.

“Sono molto contento per il lavoro che si sta svolgendo all’interno del movimento giovanile – ha dichiarato Sica - ormai siamo presenti in molti comuni della provincia di Salerno e sono molte le richieste di nuove iscrizioni che ci stanno arrivando in questi mesi”.

Anche il neo eletto vice coordinatore è molto entusiasta per il lavoro che si andrà a svolgere nei prossimi mesi. “Sono contento di entrare a far parte di questo gruppo – ha detto Giordano - e onorato di questa nomina”.

Ma gli impegni sul territorio non si arrestano. Infatti, il coordinatore provinciale Sica sarà impegnato il prossimo 20 ottobre, a Napoli, per un incontro con il deputato Andrea Crippa, alla guida del coordinamento nazionale giovanile, i vari coordinamenti provinciali giovanili e il coordinamento regionale giovanile.

Politica

palumbo2233

 

Scricchiola la maggioranza guidata dal sindaco Franco Palumbo a Capaccio Paestum. I malumori che da tempo trapelavano dalla compagine non più tanto granitica, eletta nel giugno del 2017, sono stati palesati in un documento a firma di sei consiglieri: “Per lo spirito di appartenenza, lealtà e coerenza verso la compagine amministrativa di cui facciamo parte – si legge nel documento, come riporta IlMattino di oggi – abbiamo avallato scelte che non sempre ci hanno convinto, le abbiamo votate perché speravamo e speriamo possano contribuire alla crescita dell’intera comunità di Capaccio Paestum. Per il futuro vorremmo continuare ad amministrare in modo libero, saremo contrari a prese di posizione finalizzate all’interesse di pochi”. È arrivata, pronta, la replica del primo cittadino: “Il compito di questa amministrazione è di governare per il bene della collettività secondo i principi della trasparenza e della legalità. Se qualcuno pensa di voler far cucire abiti su misura ha sbagliato ad affiancare Franco Palumbo, che non ha alcun interesse singolo”. 

Politica

Il prossimo 31 ottobre i membri dei consiglieri comunali della provincia di Salerno si recheranno alle urne per eleggere il nuovo presidente della provincia. La scelta del successo di Giuseppe Canfora a Palazzo Sant’Agostino precede quelle successive dei consiglieri provinciali che saranno votati in seconda battuta, ad inizio 2019.

In questi giorni è tanta l’attesa per capire chi sono i candidati. Da destra a sinistra tante le manovre per capire e individuare il candidato vincente. La conta è partita sulla carta in attesa delle candidature ufficiali.

Secondo le ultime informazioni disponibili il centrosinistra deve scegliere la riserva tra due candidati: il sindaco di Buccino, Nicola Parisi e il primo cittadino di Cava de Tirreni Vincenzo Servalli. In casa centrodestra, invece, sarebbero tre in corsa per la candidatura: Cosimo Ferraioli, sindaco di Angri e Roberto Monaco primo cittadino di Campagna con possibile outsider Manlio Torquato sindaco di Nocera Inferiore che, almeno stando a quanto riporta l’edizione odierna di “Le Cronache” è “in rotta con i deluchiani e un eventuale impegno in prima persona di Torquato alzerebbe le possibilità per il centrodestra di conquistare il vertice di Palazzo Sant’Agostino e cambierebbe la geografia politica in provincia di Salerno”.

Mancano pochi giorni per sciogliere i dubbi e per capire, sia in casa centrodestra che centrosinistra, su quale candidato puntare tutte le fiches.

Giuseppe OPROMOLLA

Politica

Il consigliere comunale di opposizione al comune di Castellabate Alessandro Loschiavo che scrive al primo cittadino accusandolo di aver solo promosso sceneggiate. 8 anni di amministrazione Spinelli, un tour per promuovere la realizzazione del Piano Urbanistico Comunale senza però veder raggiunti i risultati. Lo schiavo accusa l'amministrazione di non aver avuto nessuna intenzione di mettere in campo una politica urbanistica così come spesso promesso. 

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.