Politica

Politica


2 Deputati salernitani del Movimento 5 Stelle, l'On. Angelo Tofalo (membro del COPASIR e della VIII Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici), e l'On. Silvia Giordano (Segretario affari Sociali della XII Commissione e Membro della Commissione Parlamentare per l'Infanzia e L'Adolescenza), saranno nel Vallo di Diano nel prossimo fine settimana per incontrare i cittadini del territorio. Diversi gli incontri programmati nella giornata di sabato 22 Febbraio: a Caggiano alle ore 11:00, presso il Castello Normanno in Largo Via Lupo; a Teggiano alle ore 16:00, presso l'Hotel "La Marchesina" in Via Provinciale del Corticato, e a Sala Consilina alle ore 19:00, presso l'aula magna delle Scuole Elementari di Via Matteotti. "Nel corso degli incontri -sottolinea il portavoce valdianese Antonio Gallo- saranno affrontati diversi temi legati al Vallo di Diano, indicati e scelti dai Cittadini ai Gazebo, tra i quali Economia e Lavoro, Sanità, Ambiente e Territorio. I Parlamentari illustreranno inoltre le attività svolte in parlamento e la futura programmazione". All'incontro di Sala Consilina sono stati invitati i direttori delle Banche presenti sul territorio valdianese per discutere del Fondo di Garanzia per il microcredito alle PMI, creato con i soldi risparmiati dal Movimento 5 Stelle. Al termine di ogni incontro, i Parlamentari saranno a disposizione per qualsiasi domanda o intervento da parte della cittadinanza. Infine domenica 23 Febbraio, alle ore 11:00 nei pressi della stazione di servizio Eni ad Atena Lucana Scalo, è previsto un ulteriore incontro con i cittadini del Vallo di Diano per un sopralluogo presso i terreni interessati dal Processo Chernobyl.

Politica


A Sant'Arsenio conferenza stampa del consigliere regionale Donato Pica che ha commentato l'esito delle primarie del PD per la scelta del segretario regionale del partito, che ha visto primeggiare la candidata Assunta tartaglione. "Risultato inequivocabile – commenta Pica – ora è necessaria una maggiore coesione e attenzione ai territori marginali".

Politica

alt

 

Il commissario provinciale di Forza Italia, l’On. Mara Carfagna ufficializza personalmente la nomina a coordinatore per Teggiano di Nunzio Di Sarli insieme a quella per Baronissi di Carmen Roma. Nell’augurare buon lavoro a entrambi, l’On. Carfagna sottolinea l’importanza della presenza di riferimenti territoriali in ogni singola città. «Roma e Di Sarli – prosegue ancora Mara Carfagna - sono le figure della politica giovane e pulita con cui stiamo rifondando Forza Italia in tutto il territorio provinciale. Una politica nuova e aperta è possibile. Non diciamo no ai consigli e all'esperienza di chi ha anni di politica alle spalle, ma sentiamo - allo stesso tempo - il bisogno di dare spazio, fiducia e possibilità di esprimersi a chi, per troppo tempo, è stato tenuto non in prima linea. Forza Italia – conclude l'on.Carfagna – cresce con loro e per loro».

Politica


In queste ore appare a Santa Marina un volantino che attacca l'amministrazione comunale ma soprattutto il consigliere regionale Giovanni Fortunato. Al centro del volantino polemico le ultime notizie che vedono il Comune di Santa Marina inserito nell'elenco dei Comuni Italiani per accoglienza ai rifugiati politici. In particolare, ciò che più si evidenzia, almeno secondo il volantino, è il malcontento di alcuni cittadini, non per il senso di accoglienza e solidarietà dimostrato, quanto più per l'assenza di un posto idoneo in cui accogliere le persone, già duramente provate dalle difficoltà dei loro paesi. La notizia, inoltre, è stata anche l'occasione per porre l'accento su altre problematiche che, sempre secondo gli scriventi, vengono mal gestite dall'amministrazione o comunque gestite secondo una politica di potere manifestata da un'unica persona. Gli autori del manifesto, infatti, non sembra siano disposti a concedere sconti se si tiene conto dell'attacco diretto ed esplicitamente citato al consigliere Fortunato, oltre alle accuse rivolte all'amministrazione comunale. In sintesi, nel volantino, viene spiegato come, accogliere i rifugiati politici non possa essere considerato come elemento per giudicare un'amministrazione comunale attenta alle politiche sociali, accusando peraltro gli stessi di aver dimostrato interessamento solo per secondi fini. "Se fosse vero che l'amministrazione Fortunato fosse attenta alle politiche sociali – si legge sul manifesto – non avrebbe fatto il modo che il Piano di Zona S9 venisse commissariato, con una spesa a danno della collettività. Risorse, - si legge ancora – che potevano essere utilizzate per alleviare in parte le sofferenze delle persone più deboli e bisognose di assistenza". con particolare, in quest'ultimo passaggio, ad anziani e malati, oltre che a quelle persone che per motivi diversi possono aver bisogno di aiuto e sostegno

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.