Eventi

Eventi

In occasione della cerimonia di presentazione della 14esima edizione della Giornata dell'Emigrazione promosse ogni anno dall'Asmef per raccontare, approfondire e soprattutto ricordare i tanti concittadini del mezzogiorno d'Italia partiti alla ricerca di Lavoro e fortuna in altre terre, Filippo Gagliardi e Montesano sulla Marcellana sono stati tra i principali protagonisti dell'appuntamento.

Nel pomeriggio di ieri grande emozione a Roma presso la Camera dei Deputati dove si è tenuto l'incontro di presentazione delle Giornate dell'Emigrazione e dove il sindaco di Montesano Giuseppe Rinaldi, riallacciandosi alle storie raccontate da Felice De Martino nel suo libro "La Repubblica dei Gigli" sulla storia di Filippo Gagliardi emigrato in Venezuela dove riuscì ad arricchirsi, ha ricordato quanto fatto per Montesano e non solo da Gagliardi.

La figura delle benefattore montesanese e la costituzione della Fondazione sono arrivati a Roma grazie alla volontà dell'Associazione Asmef, presieduta da Salvo Iavarone che ha riconosciuto l'impegno e l'attenzione di Filippo Gagliardi per il territorio natio. Le Giornate dell'Emigrazione hanno infatti come scopo anche quello di promuovere quanti.

Dopo aver lasciato i loro paesi e le loro famiglie alla ricerca di maggiore fortuna, non dimenticando le loro origini, hanno poi deciso di investire nel meridione e nelle loro terre d'origine pare delle loro ricchezze. Filippo Gagliardi è sicuramente tra i principali benefattori di tutto il mezzogiorno.

Il sindaco di Montesano Giuseppe Rinaldi, nel suo intervento di ieri presso la Camera dei Deputati, ha infatti voluto ricordare come a beneficiare delle donazioni del Gagliardi non è stato solo Montesano che oggi vanta, tra le tante opere, magnifica chiesa di Sant'Anna la cui maestosità e visibile in tutto il Vallo di Diano, ma ben 86 comuni del meridione e non solo.

Opere che vanno dalla realizzazione di strade, scuole, servizi sociali e sanitari. Inoltre, come sottolineato da Rinaldi, Filippo Gagliardi si occupò anche di favorire lo studio e la formazione dei suoi concittadini proponendo scuole serali e incontri culturali. Per Giuseppe Rinaldi, parlare ieri presso la sede della Camera dei Deputati della Fondazione Filippo Gagliardi e dell'illustre benefattore, ora protagonista delle Giornate dell'Emigrazione promosse da Asmef come voluto da Salvo Iavarone, ha rappresentato un momento di grande emozione che sarà incancellabile

Anna Maria CAVA

Eventi

Sabato scorso presso il Cineteatro Totò di Sassano si è tenuto un incontro per informare, conoscere e riconoscere la violenza di genere. Ha fatto il suo debutto “A Silvia”, un lavoro registico di Adriano Giotti accompagnato dal brano inedito “Silvia” di Nicola Linfante. Il videoclip racconta le storie di otto ragazze, adolescenti, donne che hanno conosciuto vessazioni, soprusi e molestie. La proiezione del cortometraggio è stato interpretato dalle presenze femminili del Luna Music Center.

Le interviste di Pietro CUSATI

Eventi

Era la sera dell'11 luglio 1979 quando 4 colpi di pistola sparati da uno sconosciuto uccisero l'Avvocato Giorgio Ambrosoli, poche ore prima che l'avvocato sottoscrivesse una dichiarazione formale che comprovava la responsabilità del banchiere siciliano Michele Sindona nel crack della Banca Privata Finanziaria. Ambrosoli poteva aver salva la vita. Sarebbe stato sufficiente cedere alle pressioni e alle minacce per avallare documenti che comprovavano la buona fede di Sindona escludendolo quindi da ogni responsabilità. Giorgio Ambrosoli lo sapeva di rischiare la vita ma ha voluto sacrificarla in nome della legalità e la giustizia.

Il suo esempio e il suo sacrificio saranno protagonisti della giornata della Legalità a Sala Consilina, grazie all'associazione Giorgio Ambrosoli Salerno ed al referente per il Vallo di Diano Nicola Colucci, e alla Banca Monte Pruno, visto anche l'accordo di collaborazione sottoscritto in questi giorni per la divulgazione dell'opera e dell'impegno dell'Avvocato Ambrosoli sprezzante del rischio che stava correndo, per il rispetto della legalità e della giustizia.

Il primo evento che sancisce la collaborazione tra l'istituto di Credito e l'associazione Ambrosoli, è stato organizzato in collaborazione con l'amministrazione Comunale di Sala Consilina guidata dal sindaco Francesco Cavallone ed in particolare dell'assessore alla cultura Gelsomina Lombardi in occasione della Giornata della Legalità, della memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti di tutte le mafie. Venerdì 22 marzo l'azione e il sacrificio di Giorgio Ambrosoli sarà protagonista di due appuntamenti: la mattina a partire dalle ore 9,30 presso l'istituto Cicerone rivolto prevalentemente ai ragazzi e, nel pomeriggio alle ore 16,00, presso il Teatro Scarpetta con l'incontro "La vicenda Umana e professionale dell'Avv. Giorgio Ambrosoli: quale Lascito".

Anna Maria CAVA

Eventi

“La Speranza, Virtù dell’uomo custode del creato” era il titolo del convegno che si è tenuto ieri a Prato Perillo di Teggiano, presso l’Auditorium Parrocchiale Frassati. È stato un approfondimento nell’ambito del percorso diocesano di formazione per operatori pastorali delle foranie di Polla, Teggiano-Sala e Montesano-Padula. Che impegna laici e presbiteri sul tema della Cura della Casa Comune e prevede vari incontri. Tutte occasioni per riflettere e confrontarsi sulle specificità socio-ambientali del territorio diocesano. Di volta in volta, con l’intervento di esperti sul tema, sono esaminate le criticità, i punti di forza e le possibili linee di orientamento e di intervento per ciascuna zona. 

Un argomento attuale perchè in sintonia con la tematica annuale dell’enciclica “Laudato si'” di Papa Francesco e perchè l'incontro di ieri in particolare è caduto nei giorni della mega mobilitazione internazionale per l'ambiente. 

 

A Teggiano la discussione si è concentrata sulla speranza di riuscire a custodire ciò che Dio ha creato, sono stati dati spunti di riflessione e consigli partendo dall'assunto che l'uomo è sempre libero di scegliere quindi responsabile delle sue azioni e delle conseguenze che comportano.ÂÂ È stato affrontato il tema dello sviluppo sostenibile, economico e sociale, che non può prescindere dalle risorse naturali a disposizione, le quali vanno preservate. 

Sono intervenuti: Don Giuseppe Radesca (Vicario generale e direttore Ufficio Progetto Culturale) sul tema “Testimoniare la Speranza nella prospettiva della Laudato Si”; il Prof. Don Francisco Saverio Guida (docente di Teologia Morale presso l’Istituto Teologico Salernitano e l’ISSR San Matteo di Salerno) su “Libertà e responsabilità dell’uomo custode del creato; e la Prof.ssa Giuliana Di Fiore (Docente di Diritto ambientale presso l’Università Federico II Napoli) su “Per uno sviluppo sostenibile e integrale del territorio”; infine l’Arch. Mariano Alliegro, ha parlato di “Un futuro migliore possibile: percorsi e processi virtuosi sul territorio”.

Rosa ROMANO

 

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.