Eventi

Eventi

Un grande progetto di volontariato giovanile, "Give me 5 - Il futuro è possibile se si serve la vita”, sta per partire nel Vallo di Diano. A curarlo l’Ufficio per Pastorale Giovanile della Diocesi di Teggiano – Policastro, diretto da don Donato Varuzza. L’iniziativa è stata presentata a Sala Consilina in occasione della 41^ Giornata per la Vita e pensata per coinvolgere quanti, tra i giovani del territorio, vogliano donare gratuitamente tempo e energie a chi vive in condizioni di disagio e marginalità. Per dare una mano e, insieme, tenere viva la sensibilità verso chi ha bisogno. In piena aderenza con l’azione educativa della Pastorale giovanile che ogni giorno promuove il protagonismo dei giovani. “Aiutare e servire l'Altro – dicono gli organizzatori del progetto – è un modo per aggiungere vita alla nostra vita”.  

Rosa ROMANO

 

Eventi

informiamocibmp

Privacy e fatturazione elettronica saranno i temi dell'evento formativo che si terrà mercoledì 6 febbraio, dalle ore 16:30 alle ore 20:00, a Sant'Arsenio presso la sala cultura della Banca Monte Pruno. 

In-formiamoci è il nuovo progetto che nasce dalla collaborazione tra la Banca Monte Pruno, l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Sala Consilina-Lagonegro e la Camera di Commercio Salerno.

Il pomeriggio si aprirà con i saluti del direttore generale Michele Albanese, di Nunzio Ritorto e Carmine Santangelo, rispettivamente presidenti dell'Ordine dei Commercialisti ed Esperti Contabili di Sala Consilina e Vallo della Lucania, e di Giuseppe Gallo, vicepresidente della Camera di Commercio di Salerno.

Seguiranno gli interventi dell'avvocato Nicola Pellegrino sulla nuova privacy e del dott. Claudio Costa sulla fatturazione elettronica. I lavori saranno introdotti da Maria Antonietta Aquino, coordinatrice del progetto. Sarà inoltre firmata una convenzione tra l'Ordine dei Commercialisti di Sala Consilina, la Banca Monte Pruno e la Camera di Commercio di Salerno per l'organizzazione di una serie di eventi formativi con cadenza mensile rivolti a professionisti ed imprese.

Diamo vita – ha affermato il Direttore Generale Michele Albanese – ad un progetto di collaborazione stimolante e qualificato che si prefigura di gran sostegno per imprese e professionisti. L’obiettivo è di migliorare la conoscenza di alcune argomentazioni che spesso vengono tralasciate, soprattutto, da parte degli imprenditori che sono presi, normalmente, da altre situazioni. La partnership con l’ODCEC Sala Consilina-Lagonegro e la Camera di Commercio di Salerno, inoltre, certifica la valenza di un progetto formativo che ci auguriamo possa essere di grande interesse per tutti”.

Eventi

È già in moto la macchina organizzativa della Corsa del Mito, la manifestazione podistica ideata da Mario Salvatore Scarpitta, attuale sindaco di Camerota e presidente onorario di Tuttinsieme, l’Associazione che continua ad organizzarla. L’edizione 2019, la decima, non cambia rispetto allo scorso anno. Confermato il percorso che resta di 15 km, da Palinuro a Marina di Camerota, con start fissato alle ore 17.30 di sabato 11 maggio.

Dal porto di Palinuro si attraverserà lo scenario mozzafiato della Valle del Mingardo solcata dall’omonimo fiume. Poi dritti verso l’altro porto, quello di Marina di Camerota, godendo prima dello spettacolo della pineta, della Cala del Cefalo e di località Arconte. Spiagge, anfratti e mare cristallino accompagneranno i podisti per 15 chilometri di sano agonismo.

“La Corsa del Mito, seconda tappa del circuito “Cilento di Corsa” - afferma Giovanna Attanasio presidente di Tuttinsieme - si è oramai attestata come evento che apre la stagione estiva a Marina di Camerota. Quest’anno sono già tanti i contatti con nuove squadre che ci chiedono di partecipare da regioni anche un po’ lontane dalla nostra, come la Sicilia, la Puglia, la Lombardia, l’Emilia Romagna e la cosa sorprendente è che ormai consuetudine, insieme all’iscrizione, richiedere offerte turistiche per i podisti e gli accompagnatori. Stiamo cercando di mettere su una edizione strepitosa - conclude - con tanti ospiti e tante sorprese”

Mario Salvatore Scarpitta poi ricorda quel giorno di dieci anni fa quando – racconta – insieme a pochi amici e pochissimi atleti eravamo alla partenza con un’organizzazione spartana. Capimmo però che avevamo fatto centro, se non altro perchè avevamo a disposizione un panorama e un territorio straordinario. A confermarlo Pietro Mennea, il testimonial della prima edizione della Corsa del Mito, che, non appena gli mostrammo il percorso disegnato, disse: questa diventerà una gara memorabile. La Corsa ha subito una evoluzione incredibile negli ultimi anni - conclude Scarpitta - una crescita esponenziale riconosciuta da tutti e la cittadinanza ha ormai abbracciato questo evento, lo ha fatto suo, partecipa, accompagna gli atleti lungo tutto il percorso e ne va orgogliosa”.

 

Rosa ROMANO

 

Eventi

Cinema e Certosa, la rassegna curata da Vallo a Conoscere e dal Comune di Padula parte domani, sabato 2 febbraio, a partire dalle ore 17.30 presso i Locali delle Derrate nella Corte Esterna della Certosa di San Lorenzo. Sarà un momento di riflessione e confronto in cui verrà analizzato il ruolo del monumento certosino come location cinematografica a partire dal film storico "Quanto è bello lu murire acciso", che racconta la spedizione di Carlo Pisacane. Un film del 1975 diretto da Ennio Lorenzini e con Stefano Satta Flores, nel 1976 ricevette un David di Donatello e un Nastro D'Argento. E numerose scene vennero girate presso la Certosa di San Lorenzo.

Ad introdurre saranno il sindaco Paolo Imparato, l’Assessore alla cultura Filomena Chiappardo, il founder di Vallo a Conoscere Pasquale Di Maria. Sarà presente un ospite speciale, Francesca Satta Flores, attrice e regista, figlia di Stefano che nel film interpretò il ruolo di Carlo Pisacane. Interverranno a parlare di cinema, Certosa e beni culturali, i giornalisti Angelo Raffaele Marmo, vicedirettore di QN, e Giuseppe D'Amico.

“L’evento, in cui verranno proiettati diversi spezzoni del film – anticipano gli organizzatori – rappresenterà un'occasione importante per riflettere sul patrimonio artistico padulese e ripercorrere una fase storica in cui lo stesso è stato usato come set cinematografico per diverse pellicole di successo”.

Un incontro interessante se ai contenuti sarà dato un taglio pratico quindi se la discussione sarà finalizzata, e così sembra, a immaginare scenari futuri. Verosimili se si riesce a sfruttare quella tendenza che è andata affermandosi nel corso del Novecento definita con il neologismo di Cineturismo. Un fenomeno socio-economico-culturale che anche in Italia ha attecchito da diversi anni.

Rosa ROMANO

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.