Eventi

Eventi

Si è conclusa la 50esima edizione della Festa della Fragolina di Bosco a Petina. Fine settimana di eventi e di promozione del territorio per la Pro Loco di Petina e non solo che si sono attivati per trasferire in particolare ai giovani l'idea che, dalla fragolina di bosco, prodotto tipico locale, è possibile creare opportunità lavorative e, di conseguenza, dare le giuste prospettive di sviluppo e crescita per l'area e per chi la vive, senza dover lasciare le proprie terre in cerca di futuro.

Il presidente della Pro Loco, Cosimo Avallone, commentando l'esito della 50esima edizione della Festa evidenzia come sia indispensabile credere di più nelle potenzialità del settore agricolo ed in particolare della coltivazione della Fragolina di Bosco come opportunità per restare e crescere

Durante la due giorni di festa, oltre alla promozione della Fragolina di Bosco e delle numerose specialità gastronomiche realizzabili con il prodotto, è stato possibile anche ammirare numerosi stand con prodotti dell'artigianato locale e non solo.

Una festa quindi per rilanciare diversi settori economici che basano la loro produzione sulla qualità, sulla manualità e sulla cura dei dettagli. 

Anna Maria CAVA

 

Eventi

Ieri sera a Monte San Giacomo, presso Palazzo Marone, è stato presentato il libro del prof. Rocco Cimino, dal titolo “Starici, parolirina vota”. L’evento era organizzato dal Comune come cornice culturale ad un appuntamento istituzionale: la cerimonia di conferimento della cittadinanza benemerita all’autore del libro e alla moglie, la prof.ssa Franca Maria Cancro.

Entrambi molto legati alla comunità sangiacomese. Qualche anno fa hanno donato un patrimonio librario di circa 3mila volumi, di inestimabile valore, contribuendo così ad arricchire la Biblioteca comunale di Palazzo Marone che da qualche tempo può vantare un'area dedicata al padre della prof.ssa Cancro, Prof. Raffaele Cancro, a cui i libri appartenevano.

Il prof. Cimino ha insegnato per tanti anni nella scuola media locale. Lo ha fatto con passione e dedizione contribuendo alla crescita personale e culturale di tanti ragazzi. Per tale circostanza la famiglia Cimino avuto modo di vivere la comunità che di rimando li ha accolti con affetto e con stima.

Dopo la cerimonia è stato presentato il libro “Starici”. Scritto in dialetto teggianese, attraverso una carrellata di proverbi, modi di dire, filastrocche del passato, si presenta come testimonianza della cultura e dei valori di un luogo. Che è Teggiano, tanto cara all’autore. La serata ha visto protagonisti bambini teggianesi chiamati a interpretare alcuni componimenti del libro. Si sono poi susseguiti gli interventi dei relatori su "Starici" e sui coniugi Cimino apprezzati tanto nei loro paesi d'origine quanto in quelli in cui hanno lavorato come dimostrano gli attestati di stima ricevuti ieri sera. 

Dopo i saluti del sindaco Raffaele Accetta e dei primi cittadini di Teggiano e Savoia di Lucania, quindi Michele Di Candia e Rosina Ricciardi, sono intervenuti i parroci don Carmine Tropiano e don Giuseppe Puppo, le conclusioni sono state affidate ai protagonisti della serata. A moderare l’incontro la professoressa Maria Gallo. 

Rosa ROMANO

Eventi

Una copia della Carta Costituzionale, quella originale a firma del Capo provvisorio dello Stato, Enrico De Nicola, con data 27.12.1947. E’ questo il dono che la BCC di Buonabitacolo ha inteso effettuare ai diciottenni di Padula. Stamattina presso la Casa Museo Joe Petrosino, sono state consegnate le Costituzioni ai diciottenni di Padula durante un incontro nato dalla sinergia tra il Comune, BCC Buonabitacolo, Rotary Club Sala Consilina – Vallo di Diano, Liceo Scientifico “Pisacane” di Padula e Associazione Internazionale “Joe Petrosino” di Padula. L’evento, inoltre, ha chiuso il progetto “Prevenzione della corruzione – testimonianze – da Joe Petrosino ai giorni nostri” con una riflessione sui giovani e la Costituzione. Presenti l’assessore alla Cultura del Comune di Padula, Filomena Chiappardo, Pasquale Gentile, presidente della BCC Buonabitacolo, Antonello Rivellese, presidente Rotary Club Sala Consilina – Vallo di Diano, Liliana Ferzola, dirigente Liceo Scientifico “Pisacane” di Padula, Francesco Cardiello, segretario generale del Comune di Padula e referente del progetto di prevenzione della corruzione, Vincenzo Lamanna, presidente Associazione Internazionale “Joe Petrosino” di Padula. A moderare l’incontro il giornalista Lorenzo Peluso. 

Antonella D'ALTO

Eventi

Sabato 15 e domenica 16 giugno Polla si trasformerà nella capitale delle arti con Polla Folk Fest. Musica, teatro, danza e balli tipici folcloristici, visite guidate, giochi per bambini, degustazione di prodotti tipici locali e molto altro animeranno le vie della città. Un’iniziativa – dicono gli organizzatori – nata per riconoscersi in radici comuni di cultura, attraverso gli strumenti musicali tipici del Vallo di Diano. Frutto di un lavoro certosino di recupero delle tradizioni popolari da tutelare, conservare e promuovere”.

Durante la rassegna si esibiranno numerosi artisti, gruppi e band folk, espressione di culture ed etnie da diverse regioni d’Italia e da alcuni paesi stranieri. Il programma della manifestazione, ideato dal Direttore Artistico, Gigi Di Luca, e coordinato da Polis Territorio&Sviluppo, è ricco anche di momenti di approfondimento culturale. A conferma del valore dell’iniziativa, anche la questa edizione, come le due precedenti, è stata finanziata dal POC Campania 2014-2020 Linea di Azione 2.4., con la regia dell’assessore regionale Corrado Matera che ha consacrato l’ingresso del festival nel cartellone degli appuntamenti qualificanti della Regione Campania.

 “Un viaggio nella tradizione accompagnerà i turisti nel centro storico di Polla - racconta l’Assessore Maria Citarella - svelandone gli scorci più affascinanti e le numerose bellezze storiche e culturali. Concerti ed esibizioni teatrali, ideati per quest’occasione, racconteranno il folclore locale, con visite guidate che abbracceranno l’intero Vallo di Diano ed attività didattiche per più piccoli, come la caccia al tesoro o i giochi dimenticati che riporteranno alla luce la storia locale, gli usi e i costumi di un tempo che ha ancora molto da insegnarci”.

Soddisfatto il Sindaco di Polla, Rocco Giuliano. “Il Festival – dichiara – è ormai a pieno titolo un evento di grande spessore, apprezzato dai numerosi turisti. La comunità pollese ha risposto con entusiasmo alle sollecitazioni dell’Amministrazione comunale: associazioni, operatori turistici e cittadini hanno fatto un lavoro straordinario per promuovere le loro attività nella cornice del Festival. Ricco il programma della kermesse che si concluderà con la straordinaria partecipazione di un artista simbolo del folclore e dell’amicizia trai popoli di tutto il mondo, Goran Bregovic & His Wedding & Funeral Band. Voglio ringraziare – continua il primo cittadino – l’Assessore al Turismo, Corrado Matera, per aver promosso e finanziato la manifestazione, il Presidente della Fondazione Mida, Francesco d’Orilia per la disponibilità alle visite guidate nelle grotte di Pertosa, la Proloco di Teggiano per la visita nel Centro Storico di Teggiano, la dott.ssa Lina Salluzzi, Responsabile del procedimento, tutti i dipendenti dell’Ufficio Tecnico Comunale e del Comando dei Vigili per il lavoro che stanno portando avanti anche in questi ultimi giorni che precedono la manifestazione”.

Rosa ROMANO

 

 

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.