Eventi

Eventi

Anche quest’anno le comunità del Vallo di Diano si preparano a festeggiare il Carnevale, una festa allegra, che viene celebrata con travestimenti, scherzi e cibi gustosi. Si tratta di una ricorrenza cristiana in cui però continuano a sopravvivere alcune tradizioni pagane. La parola 'carnevale' deriverebbe dal latino carnem levare, cioè eliminare la carne, ad indicare il banchetto che si teneva il martedì grasso, l'ultimo giorno di Carnevale, subito prima del periodo di digiuno della Quaresima.

Al di là della religione, però, le origini del Carnevale vengono fatte risalire alle feste romane dei Saturnalia, in onore del dio Saturno, e dei Lupercalia, in onore del dio Fauno, protettore del bestiame ovino e caprino. Antiche anche le tradizioni legate al Carnevale “re i Misi” che si celebra domani a Sanza, una delle tante feste con sfilate in maschera organizzate nei comuni del Vallo di Diano, da domani a martedì 25 febbraio. Da Sala Consilina a Teggiano, da Buonabitacolo a Sassano, tutti pronti a celebrare la sentita ricorrenza. Molto suggestivo, il Carnevale di Sanza è alla sua seconda edizione promosso dalla Consulta delle donne insieme alla Pro Loco. Dalle 15.30 per le piazze del centro storico ci saranno Zeza e Pulcinella, con la grande novità del fidanzamento di Vecenzella.

Un’ironica ricostruzione scenica di un amore improbabile, tutto da scoprire. Si parte da Piazza Plebiscito per poi arrivare a Piazza Falcone e quindi in Piazza XXIV Maggio. Uno spettacolo itinerante con la messa in scena degli antichi dialoghi tra i dodici mesi dell’anno, ognuno con la sua peculiarità, i suoi vizi e le sue virtù. Un copione che si perde nella notte dei tempi, che attraversa la tradizione contadina e rurale rivelando anche la bellezza della cultura cilentana. L’iniziativa è sostenuta dalla BCC di Buonabitacolo con il patrocinio del Comune di Sanza. In caso di condizioni meteorologiche avverse la manifestazione si terrà nella palestra comunale in piazza San Francesco.

Antonella D'ALTO

Eventi

Prosegue anche quest’anno il progetto “Prevenzione della corruzione -testimonianze- da Joe Petrosino ai giorni nostri” adottano dal Comune di Padula in sinergia con il Liceo Scientifico “Pisacane”, la Prefettura di Salerno, Libera e Legambiente, e nato dai contenuti narrati nella Casa Museo Joe Petrosino allo scopo di diffondere il messaggio del poliziotto italo americano, nato a Padula nel 1860 ed ucciso a Palermo il 12 marzo 1909 per la sua lotta coraggiosa contro la mafia.

Nell’ambito del progetto, sabato 29 febbraio alle ore 18.00, presso la Casa Museo Joe Petrosino, si terrà l’incontro sul tema “Fare futuro, antagonisti di mafia e corruzione”. Dopo i saluti del sindaco Paolo Imparato e dell’assessore alla Cultura Filomena Chiappardo, ad introdurre i lavori ci sarà Francesco Cardiello, referente del progetto. Interverranno Riccardo Christian Falcone, in rappresentanza di Libera-associazioni, nomi e numeri contro le mafie, Matteo Zarrella, già Presidente del Tribunale di Lagonegro, Renato Natale, sindaco di Casal di Principe e vicepresidente di “Avviso Pubblico” e Augusto Di Meo, testimone dell’omicidio di don Peppe Diana. A moderare l’incontro sarà il giornalista Lorenzo Peluso.

Il progetto infatti lo scorso anno è stato inserito tra le “Buone Prassi” del sito di “Avviso Pubblico”, associazione che riunisce a livello nazionale gli Enti locali che si impegnano per promuovere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile. “Il progetto – hanno dichiarato il sindaco Imparato e l’assessore Chiappardo –  ha quest’anno l’obiettivo di formazione della società civile e diamo inizio alla collaborazione con Avviso Pubblico. Siamo onorati di poter accogliere nella Casa Museo ospiti importanti, che sono testimoni autentici di lotta alla corruzione. Il Museo diventa sempre più spazio di dialogo e confronto tra l’esperienza di Joe Petrosino e coloro che oggi dimostrano lo stesso coraggio e la stessa determinazione”.

Antonella D'ALTO

Eventi

Nasce a Brienza il premio “La Voce del fiume” organizzato all’interno dell’omonima Dimora di charme che è un’esperienza imprenditoriale nata dal sogno di Rocchina Adobbato, orgogliosa della sua terra e della sua gente.

Ha deciso di aprire le porte della sua Dimora alla cultura, all’informazione, alla musica e alla politica “illuminata”, organizzando, in collaborazione con la Banca Monte Pruno, la prima edizione del Premio “La Voce del fiume”. Che vuole essere innanzitutto l’occasione per far conoscere il territorio e le sue peculiarità.

Sabato prossimo, 29 febbraio, alle 19.30 nella splendida cornice storica del palazzo ottocentesco incastonato nel cuore del borgo medievale di Brienza all'ombra del Castello Caracciolo, riceveranno il premio dalle mani della giornalista Annamaria Sodano: Domenico Tripaldi e Patrizia Minardi rispettivamente Direttore Generale e Dirigente dell’Ufficio Sistemi Culturali e Turistici, Cooperazione Internazionale della Regione Basilicata; Lisa Bernardini Giornalista “GP Magazine”; Umberto Garibaldi Direttore “Red Carpet”; Mariella Anziano Capo Servizio Tgr Lazio; Anthony Peth Conduttore radio televisivo Mediaset; Imma Battista Direttore del Conservatorio di Musica “Giuseppe Martucci” di Salerno; Franco Rina Direttore e Fondatore del Festival Cinematografico Internazionale “CinemadaMare”.

Rosa ROMANO

Eventi

g gallo corrida

Questa sera alle 21,25 torna La Corrida condotta da Carlo Conti e, anche questa sera, come già accaduto lo scorso anno, ad aprire la trasmissione ci sarà un teggianese tra i concorrenti.

Gerardo Gallo sarà protagonista di questa prima puntata dell’edizione 2020 dello storico programma noto per le conduzioni di Corrado ed oggi brillantemente guidato da Carlo Conti, affiancato da Ludovica Caramis.

Dopo Rocco Tardugno, fu protagonista della prima puntata della passata edizione, quest’anno sarà un altro teggianese Gerardo Gallo tra i primi concorrenti della storica trasmissione Rai.

Tutti sintonizzati quindi, alle 21,25, su Rai Uno per la prima puntata di La Corrida e seguire le performance del valdianese Gerardo Gallo  

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.