Banner

Eventi

Cosa è successo a Camerota nel 2019? Quanti soldi sono entrati nelle casse dell’Ente? Cosa è cambiato nei vari uffici? Quali sono i progetti futuri? Gli amministratori hanno risposto a queste e ad altre domande ieri nel corso del consueto incontro di bilancio, voluto fin dal primo anno di insediamento, nel 2017, dalla squadra di maggioranza Terradamare, per rendere partecipi i cittadini su ciò che avviene all’interno della Casa comunale. Passerà alla storia della cittadina come Operazione trasparenza e quest’anno l’incontro si è tenuto presso l’hotel ‘La Scogliera’ di Marina di Camerota.

Prima è stato proiettato un video-presentazione con il quale il sindaco Mario Salvatore Scarpitta ha voluto mostrare alla cittadinanza le opere inaugurate, i cantieri aperti e la progettualità in programma per i prossimi anni. Poi il primo cittadino ha parlato delle entrate: i parcheggi hanno incassato nel 2019 oltre 570mila euro. La tassa di soggiorno è cresciuta del 560%, con un incasso nel 2019 che supera i 380 mila euro. Il porto, invece, che per le amministrazioni precedenti era una perdita (-700 mila euro nel 2016), ora fa registrare un incasso annuale che si aggira attorno ai 200mila euro. Con l’azione di accertamento dei tributi centinaia di migliaia di euro di tasse sono state recuperate da contribuenti fantasma non conosciuti prima d’ora agli uffici del Comune. Il sindaco ha poi chiarito la vicenda Kamarina, la lottizzazione del Castello e il rilascio del permesso a costruire di alcune villette situate all’ingresso della frazione Marina. Per quel che riguarda la raccolta differenzia, si è passati da una percentuale del 58,48% del 2018 ad una percentuale del 71,96 nel 2019. La percentuale sale, la base dei contribuenti (grazie agli accertamenti) cresce e le bollette sono meno pesanti. Scarpitta ha poi concluso l’incontro svelando il progetto, anche se in fase embrionale, delle 3Perle. Un’idea per valorizzare la ricettività sul territorio di Camerota e aumentare i servizi a favore degli ospiti.

“Sono numeri che attestano i grandi sacrifici e il lavoro certosino portato avanti da questa squadra e dagli uffici comunali – ha dichiarato Scarpitta -. Non è semplice ogni giorno combattere contro la burocrazia e ostacoli vari. La situazione nella quale versava l’ente al nostro arrivo è ormai nota a tutti: montagne di decreti ingiuntivi e debiti per milioni di euro. Chiudo questo momento con un’unica promessa – ha detto il sindaco – l’impegno sarà sempre più assiduo per Camerota e i miei concittadini”.

Rosa ROMANO

 

Banner

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.