Eventi

L'amministrazione comunale di Montesano sulla Marcellana guidata dal sindaco Giuseppe Rinaldi ha da subito manifestato grande attenzione al tema dell'alimentazione, in particolare tra i bambini. Una sensibilità che viene confermata aderendo alla giornata nazionale contro l'obesità promossa dall'Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica che, visti i dati allarmanti relativi ai casi di obesità e di persone affette da diabete in Italia, ha dato vita all'Obesity Day, fissando la data al 10 ottobre.

Una giornata che, sin dal 2001, viene dedicata alla diffusione di sani principi alimentari divulgando gli effetti che sovrappeso e obesità, possono avere sulla salute delle persone. Il comune di Montesano, da sempre attento al tema della sana alimentazione a tutela della salute, non poteva quindi esimersi dall'adesione al progetto dell'ADI e così, questa mattina, su iniziativa dell'ADI Italia. Conoscendo i fattori scatenanti dell'obesità che possono essere genetici, psicologici o ambientali, vi è anche la certezza che tali fattori possono essere modificati attraverso cambiamento di abitudini e stile di vita. Ecco quindi che l'amministrazione comunale guidata dal Sindaco Rinaldi, con il supporto dell'istituto comprensivo e dell'ente Parco, e con il patrocinio dell'ANCI,  è scesa in campo con l'iniziativa“Tutti insieme per una merenda Sana tra i banchi”. Questa mattina la consigliera delegata all'istruzione Marzia Manilia, è stata in tutti i plessi delle scuole primarie del territorio per consegnare ai piccoli alunni una merenda speciale a km 0 e con prodotti sani e di provenienza garantita.

Ai piccoli è stato consegnato un simpatico contenitore, interamente compostabile con all'interno al merenda composta da una ricottina omogeneizzata colorata e addolcita con marmellata, una mela e due frollini con farina di farro, ed un manuale con le 10 regole della sana alimentazione da portare a casa per diffondere anche nelle famiglie il tema della sana alimentazione. Un'iniziativa che, si pone numerosi obiettivi e che si spera di poter ripetere anche in futuro. "Si è cercato - spiega Marzia Manilia - di garantire la territorialità e la tracciabilità del prodotto nel rispetto della Sicurezza: l’educazione alimentare ad una sana merenda va solo resa sana, bella e divertente, consumata in compagnia, come un gioco appunto tra i banchi". Un piccolo gesto che si spera possa essere utile per contribuire allo stato di benessere dei bambini.

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.