Eventi

Uno scanzonato mini triangolare, nato dall’idea di un gruppo di nostalgici amici, ha riacceso per una sera ricordi sopiti ma indelebili. Ieri allo Stadio Gaetano Romanelli di Monte San Giacomo tutta la comunità ha rivissuto per qualche ora le magiche notti estive del Mundialito sangiacomese. Un evento “istituzione” negli anni ’80 e ’90, quando il paese si riuniva per assistere alle sfide tra le storiche squadre dei Ferri Vecchi, Panchinari, Storioni, Strungaturi, Cina Popolare; quando il calcio era una festa attesa ogni anno da residenti e emigrati che si ritrovavano coinvolti in una manifestazione capace di essere divertimento e inclusione.

Ieri gli stessi protagonisti di quei leggendari tornei, che tante emozioni hanno regalato, sono tornati a giocare l'uno contro l'altro. Come tante volte hanno fatto in quegli anni. Hanno indossato di nuovo le scarpette per un incontro rievocativo che non ha riproposto le vecchie formazioni. A scendere in campo tre compagini rappresentative: i verdi, i bianchi e i rossi. C’erano, anche a dispetto degli acciacchi e dell'età, i veterani del calcio sangiacomese, gli amici di una vita a riscoprire l’intesa sul terreno di gioco e gli storici avversari politici a darsi battaglia a suon di gol. Rispolverando tutti insieme emozioni e ricordi di un tempo che fu. Il campo sportivo comunale ieri sera è tornato a raccontare un pezzo di storia sangiacomese.

Se celebrazione doveva essere non poteva mancare un omaggio a Paolo Gallitiello, "storico custode della struttura e, si legge sulla targa che ha ricevutodall’amministrazione comunale, e dei principali valori dello sport quali responsabilità, relazioni, impegno, lealtà, correttezza. Valori da sempre condivisi da tutta la comunità".

Al termine del mini triangolare, giocato all’insegna dello svago e della leggerezza, ad aggiudicarsi un simbolico trofeo la squadra dei bianchi. Che ha festeggiato a fine serata insieme con gli “avversari” e la comunità. Come in passato a fine torneo, infatti c’è stato il tradizionale momento conviviale che ieri sera è stato organizzato sulla centralissima Via Vincenzo Marone dove giocatori, familiari e amici si sono riuniti per chiudere in bellezza una serata appassionante.

Rosa ROMANO

 

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.