Eventi

Gli abitanti di Sanza accolgono tra mille bontà l'arrivo della terza tappa di Italian Challenge che, nel percorso Contursi Terme Maratea, con la sosta nel paese ai piedi del Monte Cervati. Oltre cento bikers hanno trascorso alcune ore tra musica e allegria gustando le specialità gastronomiche locali. Tra le più attive nei preparativi per garantire un'accoglienza indimenticabile le nonne del Circolo degli anziani che, dalle prime ore del mattino, insieme alle rappresentanti della Consulta delle donne hanno preparato circa 15 Kg di cavatieddi come da tradizione locale che poi, lo chef Sabino Zambrotta, ha cucinato offrendolo agli ospiti con ragù e scaglie di ricotta.

Accanto ai cavatieddi i partecipanti all'Italian Challenge hanno potuto assaggiare a Sanza anche tante altre specialità tipiche della gastronomia locale come la mitica burrata, le ricottone, il pane casereccio ed hanno potuto toccare con mano il forte senso di accoglienza di una comunità sanzese protagonista ieri di un grandissimo evento motociclistico che porta gli appassionati a percorrere 1200 km in un itinerario che tocca anche strade isolate potendo così godere di panorami straordinari. A rendere perfetta la festa la collaborazione di tutti partendo dal presidente della Wild Bulls, moto club locale. Non è mancato inoltre il supporto dell'ufficio turistico per la promozione del Monte Cervati, della Pro Loco, della Protezione Civile e delle guardia ambientali.

Importate poi anche il lavoro svolto anche dai giovani del servizio civile. Soddisfatto per l'esito della giornata e per la grande accoglienza il sindaco Vittorio Esposito: “Questo - sottolinea - è il paese dell’accoglienza. Le eccellenze della nostra gastronomia e le bellezze del nostro territorio sono un biglietto da visita straordinario che si completa con l’ospitalità eccezionale della nostra gente”. Il progetto, partito lo scorso anno, ha trovato concretezza ieri nelle parole di Mirko Urbinati patron dell’Italian Challenge che pensa già alla prossima edizione “Lavoriamo insieme all’amministrazione comunale- spiega infatti Urbinati -  per realizzare, il prossimo anno, un challenge di tre giorni con base a Sanza per vivere il Cervati e l’intero Parco del Cilento". Soddisfazione per l'arrivo dell'Italian Challange è stata espressa dall'assessore Marianna Citera evidenziandone l'importanza in ottica di promozione turistica e ringraziando quanti si sono adoperati per la buona riuscita della manifestazione. 

"Voglio ringraziare - sottolinea inoltre Citera -  tutti coloro che hanno contribuito al successo dell’iniziativa, innanzitutto il Circolo degli anziani, il bikers club locale, la Pro Loco e la Consulta delle Donne, la Protezione Civile di Sanza e delle Guardie ambientali, ma anche il caseificio Mediterraneo ed il panificio Murlo, oltre alla Consulta del commercio, per il grande contributo offerto”.

Anna Maria CAVA

 

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.