Eventi

Eventi

Cade oggi la “Notte Europea dei Musei”, l’evento nazionale organizzato dal MiBAC (il Ministero dei beni e delle attività culturali) con il patrocinio del Consiglio d’Europa e dell’ICOM. Il tema scelto per l’occasione è quello dei “Musei come hub culturali: il futuro della tradizione.” Parliamo di un’importante iniziativa culturale in cui i musei, i complessi monumentali, le aree e i parchi archeologici proporranno un ricco calendario di attività aperte al pubblico. Il biglietto per accedere ai siti costerà il prezzo simbolico di 1 euro. In questo modo sarà possibile passeggiare tra secoli di storia e godere delle bellezze artistico-culturali del territorio salernitano.

Per il Vallo di Diano non poteva mancare la Certosa di San Lorenzo a Padula, visitabile dalle ore 19,30 alle ore 22,30. Il Polo Museale della Campania, infatti, d’intesa con la Direzione del complesso certosino e con la collaborazione del Consorzio Arte’m, ed in sinergia con il Comune di Padula, promuovono l’apertura dei depositi. Un primo appuntamento che consente di visitare gli ambienti dedicati alla conservazione delle opere d’arte restaurate, la prima tappa di un percorso che intende rendere fruibili nuovi spazi, così da permettere ai visitatori di conoscere quanto conservato nel monumento.

Ma in Provincia di Salerno sono tanti i monumenti di pregio visitabili, come il Museo Archeologico Provinciale "Etruschi di Frontiera" di Pontecagnano Faiano, il complesso monumentale di San Pietro a Corte e la Chiesa di Sant'Anna a Salerno ed il Museo archeologico nazionale di Volcei "Marcello Gigante" a Buccino.

Federico D’ALESSIO

 

 

 

 

 

 

 

Eventi

“Noi ti forniamo guanti e sacchi, tu ci metti la voglia e l’impegno per rendere il tuo paese un luogo più sano, bello e pulito aiutandoci a raccogliere i rifiuti abbandonati”. È l’invito dei ragazzi del Servizio civile di Sant’Arsenio a partecipare alla Giornata ecologica organizzata per sabato 25 maggio. L’obiettivo è sensibilizzare al rispetto per l’ambiente facendo apprezzare il contatto con la natura.

Sarà una giornata dedicata a liberare le zone periferiche del paese, quelle più frequentemente prese di mira dagli incivili, dai rifiuti abbandonati. Sì, perché c’è ancora chi abbandona rifiuti indiscriminatamente in barba alle più elementari regole del vivere civile e nonostante le numerose campagne di sensibilizzazione. Purtroppo con gesti di quotidiana decadenza si creano discariche a cielo aperto danneggiando il territorio, a livello di immagine e salubrità.

La Giornata ecologica vuole essere un momento di educazione ambientale oltre una mano concreta al servizio della comunità. Il programma prevede il ritrovo alle 8,30 in Piazza Pica per la distribuzione del materiale e l’assegnazione delle aree da ripulire. Dalle ore 9 in poi ognuno, munito di sacco per la raccolta e guanti monouso, si sposterà sul posto per dare inizio alle operazioni. Tutti i partecipanti potranno usufruire di bibite e snack messi a loro disposizione dagli organizzatori. L’iniziativa è ovviamente aperta a chiunque volesse offrire il proprio contributo.

Per aderire alla Giornata ecologica di sabato prossimo è necessario rivolgersi ai volontari del Servizio Civile entro il 20 maggio recandosi, dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13,30, presso l’Aula consiliare Nicola Costa.

 

Rosa ROMANO

 

 

 

Eventi

“Il giornalismo ambientale. Raccontare un territorio e corretta informazione” è il tema del corso di formazione organizzato dall’Ordine dei giornalisti della Campania che si è svolto stamattina presso il Cine Teatro “Totò” a Sassano, promosso in collaborazione con l’Associazione Giornalisti del Vallo di Diano e con il Comune di Sassano e moderato dal  giornalista Pietro Cusati.

L’incontro rientra nell’ambito del Premio Giornalistico “Orchidea d’Argento”, giunto alla IX edizione, promosso dal Comune. Presenti al tavolo dei relatori il presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania Ottavio Lucarelli, il sindaco di Sassano Tommaso Pellegrino, i giornalisti Eduardo Scotti, Tonia Cartolano di Sky TG24 e Rino Genovese della Rai. A coordinare i lavori il presidente dell’Associazione Giornalisti Vallo di Diano, Rocco Colombo.

 

Antonella D'ALTO

Eventi

foto conrett

La sindrome di RETT sarà argomento di confronto ed informazione in programma ad Avellino dove domani, presso l'aula magna dell'Azienda Ospedaliera San Giuseppe Moscati di parlerà di "Management della Sindrome di Rett" in un lungo seminario formativo che prenderà il via a partire dalle ore 9,00 per concludersi nel pomeriggio con la compilazione di un questionario. L'evento vedrà come tema centrale l'associazione ConRett che raccoglie al suo interno le famiglie delle bambine affette da Sindrome di Rett, una malattia genetica degenerativa che colpisce prevalentemente le bambine e che si manifesta solo dopo alcuni anni di vita quando le piccole bimbe iniziano a perdere tutte le abilità acquisite nei primi anni di vita. Domani, quindi, l'associazione ConRett e la patologia saranno oggetto di studio e valutazione ad Avellino

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.