Eventi

Eventi

Uno dei grandi classici di Eduardo De Filippo domani sera in scena a Palazzo Marone affidato alla Compagnia Stabile di Bellizzi che porterà a Monte San Giacomo, per la XVII edizione di Teatro a Casa Marone, il capolavoro eduardiano Questi fantasmi! con la regia di Antonio Sannino. Una delle più famose commedie scritte da Eduardo De Filippo, 3 atti uno spettacolo comico ma al tempo stesso amaro.

“Una famiglia, in ristrettezze economiche, è costretta a lasciare la propria abitazione da un giorno all’altro. Il capofamiglia Pasquale riesce a trovare in poco tempo una nuova sistemazione e con la giovane moglie Maria si trasferiscono in un grande palazzo secentesco. Lui lascia la donna all’oscuro dell’accordo con il proprietario per cui, in cambio di una permanenza gratuita, dovrà sfatare le dicerie sull’esistenza di fantasmi nella casa. Suggestionato dai racconti del portiere, Pasquale si imbatte in Alfredo, amante della moglie, e lo scambia per un fantasma”.

Una commedia imperdibile che è un perfetto equilibrio tra divertente e tragico, promette di strappare molte risate per le situazioni grottesche che vengono a crearsi senza tralasciare gli spunti di riflessione per i dubbi esistenziali vissuti soprattutto dalle protagoniste.

A partire dalle ore 19, domani sera, in scena la Compagnia Stabile di Bellizzi per la 3 serata di Teatro a Casa Marone la rassegna nasce dalla collaborazione del Comune di Monte San Giacomo e “Grotta Briganti e Cacio” con l’Associazione culturale “Terenzio Castella”.

Rosa ROMANO

Eventi

Sabato ad Agropoli si festeggia San Sebastiano, Patrono della Polizia locale. Arriveranno in città i rappresentati di 60 Comandi della provincia di Salerno.

Eventi

Un’antica tradizione che si tramanda di generazione in generazione: l’accensione del falò di Sant’Antuono. Una festa tipica particolarmente sentita in Campania. Anche a Monte San Giacomo, come in altri posti del Vallo di Diano e Cilento, è l’occasione per ogni rione del paese di accendere in prossimità delle abitazioni un fuoco e gustare prodotti fatti in casi accompagnati da un buon bicchiere di vino. Il Forum Giovani sangiacomese, insediatosi lo scorso 2 gennaio, ha pensato di aprire il suo triennio di attività proprio con il tradizionale fuoco di Sant’Antonio Abate, noto come Sant’Antuono per distinguerlo dal Santo da Padova.

“Accendiamo sta’ serata” è l’invito rivolto ai cittadini perché partecipino numerosi al loro primo evento. Venerdì, 17 gennaio, nella Villa comunale Enrico Quaranta, intorno al tradizionale falò, si potrà trascorrere un momento di allegria e spensieratezza.  

“Siamo felici – dichiara Simone Totaro – di aver organizzato un evento come quello di venerdì che richiama le tradizioni della nostra zona, cercheremo di coinvolgere la gente non solo a riunirsi insieme vicino al falò per mangiare un panino e bere un bicchiere di vino, ma speriamo che tutti, dai più piccoli ai più grandi, colgano questa occasione per dimostrare che possono esistere eventi o feste senza l’utilizzo di plastica, che nella nostra serata sarà assente. Invitiamo tutti a farsi un giro in villa comunale perché siamo convinti di passare una bella serata in compagnia”.

Parte così il Forum guidato da Simone Totaro: con un’iniziativa che conserva le tradizioni e a cui i ragazzi hanno pensato di dare un taglio ambientalista.

A credere in loro è la vicesindaca Angela D’Alto. “Parliamo sempre, tutti, di giovani – dice – Della necessità di supportarne l’impegno, di dare loro spazio, di renderli protagonisti. Con questa nuova stagione del Forum, potranno esserlo realmente, per le numerose iniziative previste nel programma triennale. Quindi diamo tutti un segno tangibile del nostro interesse. Sosteniamo i ragazzi, partecipando alla loro prima iniziativa. Incoraggiarli con la sola presenza a questo loro piccolo ma significativo evento, vuol dire dimostrare di credere in ciò che potranno fare. Aiutiamoli a partire bene, e facciamogli sentire la nostra vicinanza. Basta poco!”.

Rosa ROMANO

Eventi

Il Liceo Classico di Sala Consilina tra i 436 Licei italiani che venerdì prossimo 17 gennaio, a partire dalle ore 18,00 e fino alle 24,00 aprirà le sue porte per celebrare l'istruzione, la storia e la cultura liceale con la Notte Nazionale del Liceo Classico Nata 6 anni fa a livello nazionale, il Liceo Classico Marco Tullio Cicerone diretto dalla Preside Antonella Vairo ha voluto aderire all'iniziativa voluta e realizzata dal ProF. Rocco Schembra del Liceo Classico di Acireale in provincia di Catania che aveva voluto così rilanciare l'importanza delle materie classiche nella formazione e nell'educazione dei ragazzi.

I Licei Classici, da sempre tra i più importanti istituti scolastici preferiti, per la capacità formativa, sono forse le scuole più antiche. In una formazione prevalentemente legata alle materie classiche, negli anni si sono adeguati anche ai nuovi interessi e alle nuove necessità di preparazione dei giovani, riuscendo a mantenere lo stile storico e classico, ma adeguandosi al tempo che passa. Un lavoro che anche il Liceo Cicerone di Sala Consilina ha realizzato nel suo lunghissimo percorso di vita, partito come ginnasio nel 1908 per poi essere riconosciuto Liceo nel 1933. Una storia che potrà essere respirata nella Notte Nazionale del Liceo Classico di venerdì prossimo quando, anche il Cicerone, aprirà le sue porte al territorio per farsi conoscere e per far conoscere gli elementi essenziale della sua didattica, classica ma adeguata alla modernità.

Durante la notte che si aprirà in contemporanea in tutta Italia alle ore 18,00, con le porte di tutti i 436 licei aderenti quest'anno all'iniziativa che si chiuderanno in contemporanea alle ore 24,00 in tutti i Licei Classici, i ragazzi, seguiti dai loro docenti presenteranno ai visitatori le loro attività con performance artistiche che metteranno in evidenza la loro preparazione e la loro formazione classica.  Nelle diverse Ale della struttura si terranno spettacoli e convegni ma anche momenti di lettura creativa, iniziative culturali di presentazioni di libri, spettacoli di danza, interviste ad autori da parte degli studenti, talk show e attività laboratoriali. Sarà inoltre anche occasione per conoscere l'offerta formativa dell'Istituto Cicerone. Tutto il territorio è chiamato a partecipare all'evento che vuole anche celebrare la lunga storia di una scuola che ha formato migliaia e migliaia di giovani valdianesi.

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.