Eventi

Eventi

Sostenere le piccole e medie imprese e gli artigiani e commercianti degli Alburni attraverso il microcredito. È questo il succo della giornata di incontro promosso dalla Banca Monte Pruno, dal Comune di Roscigno e dall'ente Nazionale per il Microcredito, presso la sala cultura dell'istituto di credito a Sant'Arsenio. Nell'abito dell'incontro, moderato dal responsabile segreteria della direzione generale della Banca Monte Pruno Antonio Mastrandrea, il tema del microcredito è stato oggetto di attenta analisi vista la presenza di esperti tecnici dell'ente microcredito.

È stata inoltre anche l'occasione per dare il via ufficiale al nuovo progetto che vede la Banca Monte Pruno e il direttore Michele Albanese in prima linea attraverso la messa a disposizione di un plafond di 500 mila euro per finanziamenti per un massimo di 25 mial euro e, in casi specifici e per esigenze particolare, il contributo può essere ulteriormente incrementato di altri 10 mila euro. Un piccolo sostegno che rientra in quelli che sono da sempre gli orientamenti della Banca Monte Pruno che punta a dare sostegno ai territori. Durante l'incontro è stato sottolineato come si tratti solo di un primo passo con l'attenzioe rivolta, in questa prima fase, essenzialemnte ai comuni degli Alburni. Ciò non toglie, come sottolineato dallo stesso direttore Michele Albanese che in un immediato futuro si possa anche decidere di ampliare l'operatività dalla convenzione sottoscritta anche ad altre aree come il Vallo di Diano. 

Il convegno di ieri sera, oltre a presentare la partnership attivata tra Banca Monte Pruno ed Ente Microcredito, è stato anche utile per illustrare dettagliatamente in cosa consistono i finanziamenti del microcredito e l'utilità derivante dalla possibilità di concedere finanziamenti a coloro che trovano difficoltà nell'accesso al credito.

Anna Maria CAVA

Eventi

Domenica 7 luglio torna a Sanza la manifestazione "Sulle Orme dei Trecento", evento ciclistico che porterà gli appassionati delle due ruote a percorrere un tragitto di oltre 120 km attraversano territori e paesaggio suggestivi. Sarà Sanza il luogo di partenza, alle ore 8,30 della manifestazione che toccherà i comuni di Buonabitacolo, Montesano, Casalbuono, Lagonegro, Torraca, Sapri, Casaletto Spartano, Caselle in Pittari e ritornare quindi a Sanza con arrivo previsto per le ore 14,00.

Un percorso articolato tra discese e salite, in un panorama mozzafiato, ammirando il paesaggio e con la possibilità anche di visitare il borgo antico di Sanza ed il sentiero del fiume Bussento grazie alla valenza dei soci locali del CAI Montano Antilia. Un appuntamento che, grazie agli organizzatori, consentirà anche di far conoscere le bellezze di Sanza ai circa 200 appassionati di ciclismo provenienti da ogni parte d'Italia e che hanno già annunciato la partecipazione a questo speciale circuito storico che li porterà ad attraversare il Fortino, il Golfo di Policastro e parte del Vallo di Diano per poi ritornare nel luogo in cui Carlo Pisacane, rivoluzionario che capeggiava la spedizione dei trecento, fu ucciso il 2 luglio del 1857.

Un'iniziativa che si rinnova con grande soddisfazione da parte dell'amministrazione comunale guidata dal sindaco Vittorio Esposito e che vede impegnati per garantire un'adeguata accoglienza ai ciclisti, i membri della locale Pro Loco, i ragazzi del servizio civile, l’ufficio turistico del Comune, i soci del CAI, la Protezione Civile, i dipendenti del Comune e la Consulta delle donne. Un’ottima occasione anche per promuovere le eccellenze enogastronomiche del luogo. Infatti, su iniziativa dell’Amministrazione comunale di Sanza che ha aderito all’evento, i partecipanti consumeranno poi il pranzo presso l’area antistante l’antico Monastero di Salemme. Le eccellenze dell’enogastronomia locale saranno anche il contenuto dei cestini viaggio dei ciclisti. Dal pane, ai biscotti, dai salumi ai formaggi, tutto rigorosamente curato dai ristoratori locali che sono partner dell’iniziativa.

Anna Maria CAVA

Eventi

Sarà presentato sabato 6 luglio alle 18,00 presso la Sala del Refettorio del Complesso Monumentale della SS. Pietà, nel centro storico di Teggiano, il nuovo libro del professore Carmine Pinto, docente di Storia contemporanea all’Università di

Salerno, dal titolo “La guerra per il Mezzogiorno - Italiani, borbonici e briganti 1860-1870“, edito da Laterza. La presentazione è organizzata dal Comune di Teggiano e dal Club Rotary Sala Consilina-Vallo di Diano, nell’ambito delle manifestazioni inerenti il progetto “Teggiano Città che legge” e della attività culturali della Città Museo. Dopo i saluti del sindaco di Teggiano Michele Di Candia, e di Domenico Paladino, Presidente del Club Rotary, ne discuteranno con l'Autore, il giornalista Eduardo Scotti, e Renata De Lorenzo, Presidente della Società Napoletana di Storia Patria. Coordinerà i lavori il giornalista Giuseppe D’Amico.

Negli anni postunitari la guerra al brigantaggio, dopo decenni in cui è stata relegata a poche righe nei manuali di storia contemporanea, è tornata al centro dell’attenzione: eroica resistenza meridionale al colonialismo sabaudo o sfida allo Stato di bande criminali? E’ questo l’interrogativo che ha mosso l’Autore in una ricerca vasta e plurale, andando oltre “tifoserie” e punti di vista “inamovibili” che hanno connotato anche tanta parte della storiografia italiana. Il libro, che offre una nuova prospettiva sulla guerra al brigantaggio, è già stato presentato in numerose città della Campania e di altre Regioni riscuotendo notevole successo al punto che è già in stampa la seconda edizione.

Antonella D'ALTO

Eventi

campetto san marco

Torna ad essere accessibile il campetto sportivo di località San Marco di Teggiano grazie alla Fondazione Monte Pruno. Questa sera alle ore 18,00 si terrà la benedizione e la riapertura ufficiale del campetto da gioco Marco Fusco reso inagibile e inaccessibile a causa dell'incuria e dello stato di abbandono da cui era stato colpito. Su iniziativa della Parrocchia di San Marco di Teggiano, il presidente della Fondazione Monte Pruno Michele Albanese ha immediatamente condiviso la richiesta di effettuare lavori per restituire alla fruibilità dei giovani il campetto da gioco dove poter trascorrere ore di serenità e divertimento, attraverso una sana ed educativa attività sportiva. Tutto ciò sarà possibile a partire da domani sera quando alle 18,00 saranno riaperte le porte del nuovo campetto di Località  San Marco e saranno presentati i lavori realizzati per la sua riqualificazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.