Eventi

Eventi

La musica antica torna ad essere protagonista nelle festività natalizie, riempiendo con le sue note lo storico complesso monumentale della SS Pietà di Teggiano, nell'iniziativa promossa dalla Pro Loco di Teggiano presieduta da Biagio Matera. Un attento e preciso recupero di musiche antiche, realizzato dal Centro Studi Musicale del Vallo di Diano, ha riportato negli anni alla luce brani del 18esimo secolo che sono stati raccolto nel cd Ariantiche promosso negli anni dai Maestri Antonio Cimino e Francesco Langone.

Grazie ai ritrovamenti all'interno dello storico archivio della Famiglia Carrano di Teggiano, il Maestro Antonio Cimino e il Maestro Francesco Langone, hanno riportato in musica i brani del settecento realizzando il cd che, il prossimo 3 gennaio, presso la sala refettorio del complesso della SS Pietà di Teggiano, sarà riproposto al pubblico nel concerto che avrà inizio alle ore 19,00 dal titolo “Arie e Danze nella Valle” musiche dagli archivi storici del Vallo di Diano. Una serata di grande musica che attraverserà i secoli grazie proprio all'impegno e alla passione dei maestri che si esibiranno nella suggestiva cornice storica di Teggiano. A far rivivere gli antichi testi musicali saranno il Maestro Antonio Cimino al Flauto, il Maestro Francesco Langone alla Chitarra e il Maestro Cosimo Lingardo al contrabbasso. 

Le musiche che saranno ascoltate nel concerto del prossimo 3 gennaio sono tratte dai due importanti fondi musicali del Vallo di Diano, uno custodito a Teggiano nel trecentesco palazzo Carrano e l’altro a San Rufo presso la famiglia De Vita.  Durante il concerto saranno proposte musiche dai  lavori tratti dai Cd “ariantiche”, “Musica nei salotti del vallo di Diano” e “Suoni da una terra antica” prodotti dal Centro Studi Musicali del Vallo di Diano. Un appuntamento per far rivivere l’ambiente musicale di una volta dove in tempi e luoghi oggi “improbabili” le autorità di allora coltivavano la musica ad alti livelli.

Anna Maria CAVA

Eventi

Questo pomeriggio, giovedì 27 dicembre, alle ore 17.30 presso la Sala dei Granai nella Certosa di San Lorenzo a Padula si terrà il concerto dell’Orchestra Sinfonica “Claudio Abbado” di Salerno, diretta dal Maestro Ivan Antonio. L’evento rientra nel progetto regionale “La (vera) storia di Tommaso Sanseverino”, proposto dal Comune di Padula, con il supporto di Arte’m, società concessionaria dei servizi di gestione integrata dei Musei locali, e della BCC Buonabitacolo.

L’Orchestra Sinfonica di Salerno è nata nel gennaio 2016 dalla determinazione del padulese Giovanni Di Lisa. Formata da 60 giovani professori d’orchestra, è una delle realtà orchestrali più interessanti sul territorio nazionale. Si sta prepotentemente affermando in Italia e all'estero, grazie al talento dei suoi componenti e al rilievo internazionale dei direttori che la hanno diretta.

Ha calcato palcoscenici di grande prestigio, come Villa Rufolo nel Ravello Festival. Grande successo di critica e di pubblico, con oltre 6000 spettatori, ha riscosso il concerto “Viva La Musica 2016” presso il Gärten der Welt di Berlino. Così come l’esibizione nella Basilica di Santa Maria in Aracoeli di Roma alla quale presero parte 32 ambasciatori di vari Paesi del mondo.

Nell’arco di tre anni di attività ha eseguito, con un ampio repertorio, circa 40 concerti in Italia e all’estero.

“La (vera) storia di Tommaso Sanseverino”, che termina oggi, è un progetto che ha avuto inizio domenica 2 dicembre: il Coro Polifonico Polimnia di Padula ha proposto la seconda edizione di “Incontri d’in…Canto” con l’esibizione di “Quadro Blanco” di Salerno; nei successivi appuntamenti si è esibita l’Orchestra a Plettro “Domenico Manfredi” di Avigliano (PZ) e l’Associazione Arpa Viggianese e il Coro Polifonico Polimnia.

Rosa ROMANO

Eventi

Torna come ogni anno, ormai da 12 edizioni, l'atteso concerto che vede la musica portatrice di riflessioni sul tema della apce. Un evento che ormai da diversi anni il Circolo Banca Monte Pruno, presieduto da Aldo Rescinito, organizza a Sant'Arsenio, con il sostegno della Banca Monte Pruno ed il patrocinio del Comune di Sant'Arsenio.

L'atteso evento musicale, diventato nel tempo evento simbolo delle festività natalizie, si terrà presso il Teatro Amabile domenica prossima 30 dicembre alle ore 18,00. Protagonisti della 12esima edizione del Concerto della Pace saranno Giosi Cincotti e Francesca Rondinella con "Truvà Pace". I due artisti, nella loro esibizione, trasformeranno in musica i versi delle poesie di De Filippo.

Sarà quindi una serata di grandi emozioni in musica e di grande arte per il Concerto per la pace di questo natale 2018. Una serata che regalerà al pubblico presente anche l'occasione per ascoltare due bravissimi artisti che, già nei mesi scorsi, hanno avuto modo di farsi apprezzare dal pubblico del Vallo di Diano nelle loro diverse esibizioni. Ad impreziosire ulteriormente la serata di musica sarà la presenza del coro polifonico "Amici della Musica di Sant'Arsenio.

Negli anni il Concerto per la Pace, fortemente voluto dal presidente del Circolo Aldo Rescinito e supportato in questo suo progetto dal direttore generale della Banca Monte Pruno Michele Albanese è stata occasione per riflettere sui temi del Natale e sui valori della vita che, soprattutto negli ultimi periodi sembrano essere scomparsi. Valori e sentimenti come la pace ma anche come il rispetto delle persone, l'amore, l'amicizia e la comprensione. Temi che, attraverso la musica si cerca di risvegliare nel cuore di chi l'ascolta 

Anna Maria CAVA

Eventi

Torna Agorà la piazza delle idee, l'iniziativa che vede in campo i giovani attivisti del territorio,per confrontarsi su temi importanti e raccogliere nuove idee. Domenica prossima 30 dicembre, torna a Sassano l'appuntamento promosso da tre giovani del territorio, Carmine Giovanni Rubino, Rocco Cimino e Giuseppe Coiro, insieme alla Millenium Campania. Alle ore 17,00 presso Palazzo Picinni prenderà il via l'aperto dialogo tra giovani che esprimeranno le loro opinioni e presenteranno le loro idee su: Ambiente, cultura, immigrazione, Europa, Legge di Bilancio e occupazione giovanile, temi scelti per la seconda edizione di "Agorà, la piazza delle idee".

A confrotarsi sui temi in discussione, dopo i saluti degli organizzatori saranno: Mario Migliaccio, giovane attivista politico lucano, Giuseppe Ferro dei Giovani Democratici, Giuseppe Manzolillo, attivista del centrosinistra, Giuseppe Vitolo attivista della Lega, Pietro Miraldi portavoce per il Movimento 5 Stelle di Vallo della Lucania, Marianna Morello, consigliere comunale di Teggiano del centro destra, Carlo Rutigliano del coordinamento nazionale movimento giovanile della sinistra. Le conclusioni saranno affidate a Giovanni Paterna e Giovanni Robortella.

"Agorà: - spiega Carmine Giovanni Rubino - è il termine con il quale nell'antica Grecia si indicava la piazza centrale della polis, noi al centro posizioneremo il futuro, trascorreremo un nuovo pomeriggio insieme a distanza di un anno,per tirare le somme valutando i progressi avviati e cosa migliorare ancora, tutto questo sempre insieme, grazie alla partecipazione attiva di tutti. Non c'è cosa più bella - conclude Rubino - che avviare discorsi di ogni genere facendo si che tutti possano esprimere il proprio pensiero, un filone divergente di idee in un unico confronto." "Diceva Robin Williams - scrive Rocco Cimino nel presentare l'evento - : “Qualunque cosa si dica in giro, parole e idee possono cambiare il mondo.” Confrontare le proprie idee è uno dei punti fondamentali della Democrazia.  Oggi giorno la politica italiana si presenta meno come confronto e valori, e più come attacchi mediatici e propagandistici tra i vari partiti. Questa confronto giovanile non sarà promotore di alcun tipo di attacco, ma sarà puramente uno scambio di idee"

Anna Maria CAVA

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.