Eventi

Eventi

La festa del Caciocavallo sassanese compie 18 anni. Dal 27 al 30 luglio Caiazzano di Sassano 4 serate di puro divertimento tra squisite bontà grazie all’ottima accoglienza che i Ragazzi di Caiazzano, riserveranno ai loro visitatori. Sono trascorsi 18 anni dalla prima edizione in cui, un gruppo di amanti della propria terra e dei propri sapori, ha deciso di far rivivere e di promuovere una delle tipicità di Sassano: il Caciocavallo. Da allora, come oggi, centinaia e centinaia di persone tornano nel piazzale antistante la Chiesa di San Gaetano di Caiazzano per degustare oltre all’ottimo formaggio, anche tantissime specialità gastronomiche della tradizione agroalimentare locale.

La manifestazione, che vede accanto all’associazione organizzatrice I Ragazzi di Caiazzano presieduta da Valeriano Setaro anche l’associazione Imprenditori Vallo di Diano con il presidente Valentino Di Brizzi, continua ogni anno a stupire con nuove gustose specialità che arricchiscono un già ricco e variegato menu. Dopo il successo dello scorso anno, torna il calzone fritto a cui si aggiunge una nuova proposta per degustare il caciocavallo. Ai già noti e apprezzatissimi caciocavallo arrostito classico, con pancetta e funghi o impanato, da quest’anno il menù prevede anche il caciocavallo crusco arricchito del tipico peperone crusco. Restano confermate tutte le altre specialità preparate al momento dai Ragazzi di Caiazzano utilizzando prodotti di qualità garantita e provenienza certificata, dalla carne alla pasta, passando per lo spezzatino, senza dimenticare le squisite zeppole da gustare calde e fragranti.

Altra importante novità per questa edizione 2019 l'adesione dell'associazione organizzatrice alla campagna di sensibilizzazione in favore dell'ambiente promuovendo durante o quattro giorni di festa l'utilizzo di materiale interamente biodegradabile che sarà quindi totalmente Palstik Free. Non mancherà certo il divertimento in questa 18esima edizione della Festa del Caciocavallo Sassanese, con tanta ottima musica. Ad allietare le serata saranno: il27 luglio Disco Black out, il 28 luglio Lacava Agostino Band, il 29 luglio La Risoluzione e il 30 luglio Pino Pinto Band.  Confermata poi la presenza di un'area giochi per bambini con magnifici gonfiabili. Ancora una volta, quindi I Ragazzi di Caiazzano sono pronti a stupire

Anna Maria CAVA

Eventi

Fa tappa a Padula, il nuovo appuntamento con “Dialoghi di Storia“, la manifestazione itinerante promossa da Fondazione MIdA, Rete dei Musei del Vallo di Diano, Forum dei Giovani e dalle Associazioni Giovanili. L’evento è in programma sabato 13 luglio, al Museo Civico multimediale di Padula, dalle 18. Sarà un incontro con i giovani studiosi e ricercatori del Vallo di Diano, un momento per cercare di arginare la fuga di tanti cervelli che, spesso, per mancanza di opportunità si vedono costretti a rivolgere altrove la loro attenzione.

L’incontro, moderato dalla professoressa Rosanna Alaggio dell’Università degli studi del Molise, vedrà la partecipazione dell’ingegnere Giuseppe La Greca e della dottoressa Brunilde Brigante. Il Museo Civico Multimediale è stato scelto come sede dell’incontro non a caso. È infatti un luogo ricco di storia e di cultura, situato nell’ex palazzo Brando, e che ben si sposa con l’attività dei ricercatori e sei studiosi locali. La prima parte del Museo ospita i ritrovamenti archeologici nel Vallo di Diano, nella seconda si raccontano le vicende risorgimentali con la sfortunata spedizione di Carlo Pisacane del 1857, e la terza sezione, infine, illustra le vicende del brigantaggio meridionale. L’incontro di sabato a Padula rientra nel ciclo dei Dialoghi di Storia, patrocinato dai Comuni ospitanti e dell’Assessorato allo sviluppo e promozione del turismo della Regione Campania. 

Antonella D'ALTO

Eventi

Sarà Filomena Lamberti e la sua storia, di dolore e di coraggio, l’assoluta protagonista del prossimo appuntamento di Librando a Sanza. Sabato sera, sabato 13 luglio, a partire dalle ore 20.30 in Piazzetta San Giovanni la lettura dei brani contenuti nel suo libro “Un’altra vita. Non è un romanzo. È il coraggio di testimoniare”.

Una storia drammatica. Il 28 maggio del 2012 Vittorio Giordano aggredì sua moglie nel cuore della notte, versandole sul volto una bottiglia di acido solforico e sfigurandola per sempre. Arrivata in ospedale, Filomena lottò per la vita per settimane e subì oltre 25 interventi di ricostruzione facciale, un calvario che dura da anni. Intanto il carnefice di Filomena ha scontato soltanto 16 mesi di carcere. Mentre la moglie si trovava ancora in ospedale, Giordano è tornato libero e, in un’intervista alla trasmissione Le Iene, ha persino dichiarato di "vivere tranquillamente e di non essersi pentito del gesto perché la moglie lo aveva portato all’esasperazione coi suoi comportamenti da prostituta".

Questi i temi al centro di Librando sabato sera. Interverranno: Marianna Citera, Assessore alle politiche sociali; Vittorio Esposito, Sindaco di Sanza (SA); Concetta Grimaldi, presidente Consulta delle Donne; Katia Pafundi, presidente Centro antiviolenza Aretusa; Vilma De Sario Tabano, presidente Spaziodonna - Salerno. Modererà l’incontro il giornalista Lorenzo Peluso, direttore di quasimezzogiorno.it.

Eventi

Teggiano si prepara per la nuova edizione della Pisatura. L'atteso evento estivo, organizzato dall'Associazione Culturale As.CAM presieduta da Carmine Marino, che ogni anno riesce a raccogliere tante persone in località Prato Perillo intorno alla rievocazione degli antichi riti contadini.

L'edizione 2019 è in programma dal 12 al 14 luglio. Ogni sera, alle ore 20,30, andrà in scena la rappresentazione teatrale delle varie fasi della pisatura, ovvero l'antico metodo della separazione del chicco di grano dalla spiga, effettuata usando una pietra (lu trigliu) trainata da una coppia di buoi che girano in tondo nell'aia. A seguire saranno riproposti spaccati di vita rurale.

Tra folklore e piatti tipici sarà celebrato un mondo di valori e di saperi che rischia di essere dimenticato. Da queste parti per fortuna vive ancora e merita di essere trasferito alle nuove generazioni. Così. Con la leggerezza di un'iniziativa estiva, come la Pisatura dell'Associazione As.CAM. Che ha pensato di coinvolgere anche i bambini in una singolare esperienza, potranno infatti familiarizzare con gli animali e provare a mungere la mucca Lola. Porteranno a casa un bel ricordo che custodiranno probabilmente per tutta la vita. L'ultimo giorno, domenica, a partire dalle ore 18,30 i grandi si cimenteranno invece in prove di abilità con i trattori, potranno assistere a sfilate di trattori d'epoca o intrattenersi tra le esposizioni di trebbie e attrezzi antichi.

Rosa ROMANO

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.