Eventi

Eventi

A Casa Stella domani la 6° edizione del Dorothy Dream Day, l’evento organizzato dall’associazione culturale Dorothy Dream con il patrocinio del Comune di San Giovanni a Piro nel ricordo di Maria Dorotea Di Sia. La studentessa di Belle Arti a Brera con il sangue diviso a metà tra il Golfo di Policastro e il Vallo di Diano morta il 13 maggio del 2014 a causa di un incidente stradale in Puglia.

La manifestazione si concentrerà nel pomeriggio e nella serata di domani, 10 luglio, giorno del suo 32° compleanno. Tutto avverrà a Casa Stella, la struttura di contrada Onofrio, a 2 km dal centro di San Giovanni a Piro, seguendo - assicurano gli organizzatori - tutti i protocolli di sicurezza anti contagio.

Il via alle 17 con un convegno intitolato “La sicurezza stradale al tempo del Covid” a cui parteciperanno autorità civili e personalità culturali del territorio.

In serata, preceduta e seguita dallo spettacolo di musica popolare a cura di Pino Castelluccio “U’Massaro”, ci sarà la premiazione dei vincitori del 6° Contest Fotografico che quest’anno ha come tema “L’infinito ci avvolge”.
Al termine verranno liberati cento palloncini a memoria di Dorotea.

Intanto domani verranno allestiti sul territorio comunale di San Giovanni a Piro due pannelli che invitano alla prudenza nei comportamenti alla guida e sulle strade.

Eventi

Una serata culturale incentrata sui temi della speranza, dell'umanesimo, del rispetto degli esseri umani è in programma a Paestum, venerdì 10 luglio, con protagonista il giornalista Lorenzo Peluso che presenterà il suo ultimo libro dal titolo “I giardini di Bagh-e Babur. Dalla sabbia dell'Iraq alle montagne dell'Afghanistan, sulla via per l'Oxiana, le sfumature degli stessi colori”. La serata promossa dall’Associazione Cilentomania in collaborazione con l’Associazione Identità Mediterranee, venerdì si terrà dalle ore 21.00 nell’area antistante il Tempio di Athena. L'evento segue "Le vie dell'amicizia: concerto per la Siria" diretto dal maestro Riccardo Muti, svoltosi lo scorso 5 luglio, nella città gemellata con Palmira, in un unico filo conduttore che vede Paestum guardare ad Oriente, per un legame culturale che si perde nella notte dei tempi.

Sarà una serata di confronto e dialogo sulle questioni dell’Oriente senza Pace con la presenza del giornalista de Il Mattino, Pasquale Sorrentino, del diplomatico Michael Louis Giffoni, già Ambasciatore in Kosovo e dell’autore del libro, il giornalista Lorenzo Peluso. Tanti i temi che saranno affrontati: dalle radici della storia culturale ai nuovi orientamenti geopolitici che cambiano le società nell’area; la guerra civile siriana e i fragili equilibri pre-esistenti nella regione; il nuovo protagonismo della Turchia e le ambizioni egemoniche sunnite fino all’Afghanistan. Dalla caduta di Mosul alle vicende del popolo siriano, martoriato da una guerra infinita ricordando l’eroina della resistenza siriana, Hevrin Khalaf, giovane attivista per i diritti delle donne e del popolo curdo, uccisa in un agguato lo scorso anno.

Antonella D'ALTO

Eventi

Il duo composto dalla talentuosa flautista di Teggiano Ylenia Cimino e dal chitarrista Pasquale Vitale si esibirà domenica 5 luglio dalle 19:30, al Palazzo Baronale De Conciliis di Torchiara, per l’atteso appuntamento di riapertura del Cilento International Music Festival che riparte dopo il lungo periodo di sospensione dei concerti e delle attività culturali e sociali.

Il duo allieterà il pubblico con musiche di Caiazza, Castelnuovo-Tedesco, Casterede e Piazzolla, nell’ambito della Rassegna Smart Collection dedicata ai giovani musicisti emergenti ed entrata a far parte lo scorso anno del Cilento International Music Festival. L’idea della rassegna è nata con lo scopo di creare nuove opportunità di visibilità per i giovani talenti, in continuità con il Festival Internazionale che prevede concerti, seminari e convegni nei luoghi più belli del Cilento.

“Il nostro Festival – ha affermato Luciano Tortorelli, direttore artistico insieme a Mauro Tortorelli e ad Angela Meluso - riparte in segno di augurio con due nuove stelle del concertismo internazionale che rappresentano un vanto per la musica e la cultura del nostro territorio”. Ylenia Cimino, giovanissima, ha già una carriera costellata di successi con concerti come solista e in formazioni da camera in prestigiose sale. Numerosi anche i concerti all’attivo con il chitarrista Vitale, sia in territorio nazionale che internazionale.

“Dopo questi lunghi mesi di fermo dovuti all'emergenza COVID-19 – ha affermato Ylenia Cimino -, sono contenta di riprendere la mia attività concertistica. Sarà molto bello ripartire con i concerti dal vivo, ancora di più insieme a Pasquale Vitale e in un contenitore straordinario come quello del Palazzo Baronale De Conciliis di Torchiara”.

Antonella D'ALTO

Eventi

Il Toko Film Fest si reinventa e diventa itinerante: per la VII edizione, nei mesi di luglio e agosto, sarà in giro per il Vallo di Diano a portare cinema.

La rassegna cinematografica salese ("toko" è un'espressione salese per dire che qualcosa è giusta, simpatica, fatta bene) ogni estate, dal 2014, avvicina produttori cinematografici e pubblico del Vallo di Diano alla realtà dei nuovi talenti del cinema indipendente e sperimentale. Nata dalla necessità di ripopolare il centro Storico di Sala Consilina, quest'anno si estende ad altri borghi del comprensorio. 

"L’emergenza Covid - spiegano i giovanissimi promotori - non ha permesso l’avvio della macchina organizzativa del Festival come l’abbiamo conosciuto finora, ma è stata un’occasione per unire le forze con altri enti del territorio e creare una programmazione cinematografica organica, fruibile nel rispetto delle normative. Non possiamo accogliere tutti nella sola Chiazzaredda - continuano - ma questo non ci ha fermati. Abbiamo fatto rete con i Comuni e le associazioni del territorio per proporre una stagione cinematografica intera, fatta di serate più intime".

Saranno Sala Consilina, Atena Lucana, Buonabitacolo, Monte San Giacomo, Padula e Teggiano ad ospiterare un Toko Film Fest diffuso intitolato Cuore "perchè - assicurano - amiamo la nostra terra e vogliamo sia sempre viva e pulsante. Un’attenzione particolare è stata rivolta al recupero dell’ambientazione storica che vedrà l'apertura di vari edifici visitabili durante le serate. Sarà un’occasione per riscoprire luoghi suggestivi e centri storici del nostro Vallo di Diano. La chiusura sarà, come d’obbligo, alla Chiazzaredda di Sala Consilina".

Alle proiezioni, gratuite ma a numero limitato, si affiancheranno - assicurano in conclusione - di volta in volta dibattiti ed incontri con professionisti del cinema. Resta quindi una preziosa occasione di confronto. 

Per le date e i dettagli dell'evento bisognerà aspettare qualche giorno, a breve sarà pubblicato tutto sul sito www.tokofilmfestival.it e sulle pagine Facebook ed Instagram del Toko Film Fest.

Rosa ROMANO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.