Cultura

Cultura

Continuano gli appuntamenti online della terza edizione di Dialoghi di Storia, promossi dalla Fondazione MidA di Pertosa. Il prossimo evento è previsto per venerdì 20 novembre alle ore 18.00, con il professore Roberto Parisi, associato di Storia dell’Architettura presso l’Università degli Studi del Molise.

Il titolo del seminario è “Piccole città senza storia. Centri minori e aree interne nell’Italia meridionale tra Ancien Régime e Prima Repubblica“. Partendo dalle politiche e dalle azioni promosse nell’ultimo decennio per risolvere la crisi socio-economica e culturale che investe i centri abitati dell’Italia interna, il seminario sarà incentrato sui criteri che hanno orientato gli studi sul Mezzogiorno interno dalle prime “Inchieste” pubblicate sulla Storia dell’arte italiana di Einaudi fino alla più recente mostra documentaria sull’“Arcipelago Italia” esposta alla Biennale di Architettura di Venezia.

Roberto Parisi ha svolto attività di ricerca presso enti pubblici e università in Italia e all’estero, approfondendo temi di storia dell’architettura, storia del paesaggio, storia urbana e di iconografia della città dell’età moderna e contemporanea. Attualmente è membro del Comitato Scientifico sul Patrimonio dell’Architettura del XX secolo in seno a ICOMOS Italia, del Consiglio Scientifico del Centro Interdipartimentale di Iconografia della città europea dell’Università di Napoli “Federico II”, del Consiglio Direttivo dell’associazione nazionale RESpro (Rete di storici per i paesaggi della produzione).

Per partecipare al prossimo appuntamento dei Dialoghi di Storia Online 2020 è sufficiente collegarsi sul sito o sulla pagina Facebook della Fondazione MidA.

Antonella D'ALTO

Cultura

In accordo alle disposizioni governative contenute nell'ultimo DPCM le Grotte di Pertosa-Auletta e i Musei MIdA saranno chiusi a partire da oggi. Non si fermano però gli eventi culturali organizzati on line.

Domani, alle 17, si terrà un incontro tecnico-scientifico dal titolo “Il microbioma del suolo, la nuova frontiera dell’agricoltura del futuro: un viaggio nel sottosuolo e le sue intime connessione con l’uomo”, organizzato dalla Fondazione MidA. Nel corso dell’incontro, moderato dal giornalista Luciano Pignataro, ci sarà la presentazione del libro “I microrganismi utili in agricoltura” di Vincenzo Michele Sellitto. Parteciperanno il Presidente della Comunità Montana Vallo di Diano Raffaele Accetta e il Presidente della Fondazione MIdA Francescantonio D’Orilia.

In serata, dalle 19 si terrà invece il secondo appuntamento del ciclo di incontri dei Dialoghi di Storia 2020, programmati sempre on line. L’iniziativa, a cura della professoressa Rosanna Alaggio, domani vedrà la partecipazione di Rossano Pazzagli per un incontro dal titolo “Patrimonio territoriale e turismo nelle aree interne italiane“.

Rossano Pazzagli, già direttore del Centro di Ricerca per le Aree Interne e gli Appennini, docente di Storia del Territorio e dell’Ambiente e membro della Società dei Territorialisti, partirà da una lettura territoriale delle aree interne italiane interessate da un processo di marginalizzazione per cogliere nel patrimonio ‘resistente’ i germi di una possibile rinascita, resa ancor più necessaria dalla pandemia e comunque indispensabile per correggere lo sviluppo squilibrato generato dal modello novecentesco. Per partecipare agli incontri basta collegarsi sul sito o la pagina facebook della Fondazione MidA.

Antonella D'ALTO

Cultura

Una storia d’amore e di rivincita quella che la giovane scrittrice valdianese Paola Mora Sabatino racconta nel suo romanzo d’esodio dal titolo "Admajora, Piaceri singolari", pubblicato di recente dalla casa editrice Bertoni di Perugia, dopo il successo registrato dalle copie stampate autonomamente due anni fa.

Protagonisti del racconto una giovane donna e un uomo che si innamorano, vivono la loro storia intensamente attraversando varie vicissitudini, e alla fine, anche se saranno costretti a separarsi, resteranno uniti da una sorta di spiritualità che li porterà a realizzare tutti i loro sogni. Un romanzo anche autobiografico che prende spunto da personaggi ed avvenimenti reali.

“La protagonista è Alice – racconta Paola -, una donna che ha sofferto di anoressia per diverso tempo e nel momento in cui esce dalla malattia riscopre la sua femminilità, il piacere di piacersi, riscopre sé stessa e riesce finalmente a realizzare i suoi progetti, anche attraverso la conoscenza di un uomo che è il protagonista maschile del romanzo. Il personaggio di Alice mi appartiene – spiega ancora l’autrice - perché anche io ho sofferto di anoressia per 10 anni e quando ne sono uscita ho riscoperto me stessa”.

La storia è ambientata tra Napoli e il Vallo di Diano. “Ho scritto queste pagine – spiega – sui pontili di Mergellina, guardando il mare. Sono molto legata al napoletano, alla sua magia popolare ricca di superstizione, cosa che si avverte nel romanzo, ma amo profondamente anche la mia terra d’origine, il Vallo di Diano”. A corredare il racconto ci sono le illustrazioni realizzate dal fumettista Emanuele Sabatino, fratello dell’autrice.

Dopo aver inviato alcune copie del suo libro a Sidney, New York, Philadelphia e Shanghai, Paola Mora Sabatino ora si dedicherà alla promozione di “Admajora, Piaceri singolari" nel Vallo di Diano e non solo, con lo sguardo già rivolto a future pubblicazioni.

Antonella D'ALTO

Cultura

Un laboratorio musicale per i bambini per dare loro l’occasione di imparare i primi rudimenti di un’arte universale, ma anche per distrarsi in un momento in cui stare in compagnia dei coetanei continua ad essere difficile per le restrizioni anti contagio. È il laboratorio di tammorra e tamburello dal titolo “Piccoli Ritmi” che sarà tenuto dal musicista e maestro Giovanni Di Donato a Polla presso The kid's house.

La prima lezione è in programma il giorno 23 ottobre: sono previsti 10 incontri e saranno dedicati solo ai bambini di età compresa tra i 4 e i 6 anni, per un numero massimo di 6 partecipanti, viste le ultime disposizioni previste dalla regione Campania. Verrà poi organizzato un secondo turno per i bambini più grandi, di età compresa dai 6 ai 10 anni,  dopo il 30 ottobre. Il laboratorio è incentrato sulla trasmissione delle tecniche basilari dello strumento educando i piccoli allievi a sviluppare capacità di lavoro autonomo, al senso del ritmo, a suonare con gli altri. Un divertente e appassionante esercizio settimanale di convivenza e armonia collettiva. Al termine è previsto un concerto in Piazza a Polla, con tutti i bambini partecipanti che canteranno e suoneranno insieme al loro maestro le più belle canzoni popolari.

Oltre al laboratorio musicale è prevista anche l'attività di baby parking per i bimbi fino a 6 anni, con laboratori statici in cui sarà possibile mantenere il distanziamento. Per le attività è obbligatoria la prenotazione, visto il numero molto ristretto di partecipanti. Le iniziative si svolgeranno nel pieno della sicurezza con i locali sanificati e igienizzati ogni giorno. Inoltre ogni bambino partecipante ai laboratori avrà materiali e strumenti personali che poi verranno imbustati e riposti nelle proprie bag.

Antonella D'ALTO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.