Cultura

Lorenzo Peluso, giornalista embedded di recente rientrato dall'Afghanistan dove i nostri militari sono impegnati in missioni di pace, racconterà agli alunni delle scuole secondarie di primo grado la sua esperienza. Sarà questo il tema centrale del nuovo progetto denominato "Ventivolti" voluto dall'amministrazione comunale di Sanza e realizzato con il sostegno della BCC di Buonabitacolo. I giovani alunni delle classi seconda e terza delle scuole medie di Sanza parteciperanno a lezioni speciali in cui Peluso racconterà altri mondi e altre vite di bambini costretti a fare i conti con il degrado e l'orrore delle guerre.

Nel dettaglio il progetto prevede una serie di incontri nel corso del quale saranno realizzate venti storie immaginate e raccontate dagli stessi alunni delle scuole medie di Sanza che incontreranno in aula Lorenzo Peluso. Il lavoro degli studenti sarà agevolato attraverso materiale consistente in scatti fotografici che ritraggono volti di bambini che vivono in realtà complesse come l'orfanotrofio di Herat in Afghanistan. Oltre alle immagini i ragazzi potranno avvalersi, nella realizzazione dei lavori, come supporto dei racconti e i ricordi di Lorenzo Peluso nei territori che vedono la presenza dei nostri militari in missione. Gli elementi che ne trarranno saranno utili per la realizzazione dei loro lavori consistenti nella stesura di un testo raccontando una storia per ogni singola foto e che sarà poi parte di una pubblicazione sostenuta dalla BCC di Buonabitacolo con il direttore generale Angelo De Luca che ha voluto così contribuire alla realizzazione del progetto ritenendolo di grande valenza culturale per gli insegnamenti e i valori che verranno trasmessi ai ragazzi.

Ad elaborare l'idea l'assessore alle politiche sociali Marianna Citera che, ringraziando la BCC di Buonabitacolo per il sostegno spiega: “L’idea nasce dalla necessità di far comprendere ai nostri giovani quanto possa essere difficile l’infanzia in realtà molto distanti da noi dove vi sono bambini, meno fortunati che vivendo la guerra e la distruzione non hanno nulla e che disorientati guardano con normalità il loro vivere". Dopo i primi contri tra l’assessore Citera e la dirigente scolastica, Antonietta Cantillo, si passerà a breve con la definizione del progetto con i vertici della BCC di Buonabitacolo per poi dare il via all'iniziativa.

Anna Maria CAVA

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.