Cultura

Il progetto Padula Sistema Museo finalista al Premio Nazionale Cultura di Gestione, ideato da Federculture, Agis, Alleanza Cooperative Italiane Turismo e Beni Culturali e Forum del Terzo Settore, che vuole premiare e riconoscere il valore dei progetti che meglio sono riusciti a promuovere il patrimonio culturale e a creare sviluppo locale. Il progetto promosso dal Comune di Padula guidato dal Sindaco Paolo Imparato e realizzato dal segretario comunale Francesco Cardiello, si è rivelato tra i più significativi aiutando la Campania ad accrescere il bottino di progetti che raggiungono la finale della 9^ edizione dell'ambito premio. Sono soltanto 4 i progetti campani che hanno superato la fase eliminatoria per essere ammessi alla valutazione conclusiva per la premiazione che avverrà nella prossima primavera.

Un numero risicato rispetto ad altre regioni ben più rappresentate ma che vede tra questi, proprio il progetto Padula Sistema Museo promosso dall'amministrazione comunale che mette in rete le bellezze storiche e culturali presenti sul territorio comunale, grazie anche all'accordo sottoscritto tra il Polo Museale della Campania e il comune di Padula. Un progetto che,  partendo dal settecentesco monumento certosino, collega i musei e i monumenti del territorio. Grazie a navette messe a disposizione dal Comune i turisti, dalla Certosa possono trasferirsi nel suggestivo borgo antico di Padula e, da qui, visitare i musei ossia la casa Museo di Joe Petrosino e il Museo Multimediale a cui si aggiunge la tappa fondamentale del Battistero di San Giovanni in Fonte, tra i pochissimi esistenti al mondo che sorge sull'acqua.

“Questo riconoscimento, dichiarano il sindaco Paolo Imparato e l'assessore alla cultura Filomena Chiappardo - è per noi una grandissima soddisfazione perché ci vede inseriti tra i più importanti sistemi museali nazionali e - spiegano ancora - conferma il trend positivo che coinvolge la Certosa e i Musei messi in rete grazie al Sistema Museo frutto dell’Accordo di Valorizzazione sottoscritto con il Polo Museale della Campania. Ringraziamo - concludono - Arte’m, concessionario dei servizi museali, il segretario generale Francesco Cardiello e a tutti coloro che, insieme all’Amministrazione, si impegnano quotidianamente per lo sviluppo di questo progetto virtuoso”.

Anna Maria CAVA

 

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.