Cultura

Cultura

Potrebbe ampliarsi nel prossimi anni il ventaglio di opportunità formative nel Vallo di Diano. Dall'IIS Sacco di Sant'Arsenio il Collegio dei Docenti lo scorso 14 settembre ha deliberato la richiesta di istituzione del Liceo Scientifico Indirizzo Sportivo e del Liceo Scienze Umane Opzione Economico Sociale a partire dall’anno scolastico 2022/2023.

É partito quindi l'iter per provare ad accaparrarsi due interessanti percorsi di istruzione secondaria.

Il Liceo Scientifico Indirizzo Sportivo  - come spiega il MIUR - è volto all’approfondimento delle scienze motorie e sportive e di una o più discipline sportive, all’interno di un quadro culturale che favorisce, in particolare, l’acquisizione delle conoscenze e dei metodi propri delle scienze matematiche, fisiche e naturali nonché dell’economia e del diritto. Il Liceo Scienze Umane Opzione Economico Sociale invece fornisce  allo  studente competenze  particolarmente  avanzate  negli  studi afferenti alle scienze giuridiche, economiche e sociali”.

Ogni anno la Regione Campania, in vista del dimensionamento della rete scolastica, sentite le Province che a loro volta ricevono le istanze dei territori, vara il nuovo piano dell’offerta formativa. Per ora alla richiesta dell'Istituto la Giunta comunale di Sant'Arsenio nei giorni scorsi ha espresso, per quanto di sua competenza, parere favorevole. I due Licei infatti andrebbero ad aggiungersi e ad ampliare l'offerta formativa sul territorio Comunale dove insistono già 2 Istituti Superiori: l’Istituto Tecnico Economico e l'Istituto Professionale Servizi di Enogastronomia e Ospitalità Alberghiera.

 

Rosa ROMANO

 

 

Cultura

L'associazione I Ragazzi di San Rocco di Sala Consilina continua il suo impegno a sostegno della cultura e partecipa all'organizzazione di una interessante mostra d'arte dal titolo "Fantasie grafiche di lumor" che sarà inaugurata domenica 5 settembre a Rivello, presso il Teatro San Michele.

Lucio Mori, in arte lumor, è l'autore protagonista della mostra, che dopo aver concluso gli impegni scolastici da insegnante e di pubblico amministratore, ha avvertito una urgenza creativa ed espressiva che lo ha portato, negli ultimi anni, a realizzare delle originalissime "Fantasie grafiche" finora visibili solo sulla sua pagina facebook. Da domenica prossima e fino al 18 settembre, le opere di Lucio Mori saranno dunque in mostra a Rivello, grazie alla collaborazione di due associazioni: "I Ragazzi di San Rocco" di Sala Consilina e "La Biblioteca Rivellese" della cittadina lucana che ospiterà l'esposizione.

La collaborazione tra i due sodalizi è nata nell'ambito del progetto "Campania Lucana, Lucania Campana" che i "Ragazzi di San Rocco" stanno portando avanti per sottolineare e valorizzare la koinè culturale che accomuna il Vallo di Diano, il Cilento, l’Alto Cosentino e la Basilicata. L'arte figurativa di Lucio Mori, toscano di origine ma da decenni trapiantato a Sala Consilina, consente ai Ragazzi di San Rocco di gettare un ponte tra territori dai connotati identitari comuni.

All'inaugurazione della mostra, domenica alle ore 17:30, ci saranno il sindaco Francesco Altieri, l'attore teatrale Ulderico Pesce, direttore artistico del Teatro San Michele, la professoressa Maria Carmela Palmieri dell'associazione "La Biblioteca Rivellese" e il maestro Lucio Mori. Le conclusioni saranno affidate a Carlo Maucioni dell'associazione "I Ragazzi di San Rocco".

Antonella D'ALTO

Cultura

Copertina Libro Regaliano

Gli emigrati valdianesi e di atena in particolare sono i protagonisti del nuovo libro scritto da Regaliano Tommasoni. Domani, domenica 29 agosto alle ore 19,00 appuntamento in Piazza Caduti per la Pace per la presentazione del volume dal titolo “Vicende e figure di carta incise nella memoria” edito dal Centro Studi Il Saggio, in un evento promosso dall'Amministrazione comunale in collaborazione con l'Associazione Amici di San Ciro. Ad aprire i lavori, coordinati dal delegato alla cultura del Comune di Atena Francesco Di Santi, sarà il sindaco Luigi Vertucci, il parroco don Michele Casale il presidente dell’Ass.ne Amici di San Ciro, Antonio Caporale e l’editore Giuseppe Barra che porgeranno i loro saluti. A seguire si entrerà nel vivo del programma con le relazioni affidate al giornalista Giuseppe D’Amico, autore della prefazione del libro e a Gary MacQueston, presidente del Centro Culturale Italiano di Springfield (USA), insignito della cittadinanza onoraria di Atena Lucana. Le conclusioni saranno affidate a Mons. Antonio De Luca, Vescovo della Diocesi di Teggiano-Policastro. Sarà presente la Signora Assunta Manzolillo, presidente della sezione femminile del Club San Cono di New York.  

Cultura

Si terrà sabato 28 agosto a Polla la presentazione del volume di Antonio Federico “Palazzo Albirosa. Appunti di una storia di famiglia”, pubblicato da Aracne Editrice. L’appuntamento, che rientra nell’ambito della rassegna organizzata dal comune “Incontri in Biblioteca – Summer Edition”, è alle 17,30, nell’Auditorium dell’ex Chiesa di San Nicola dei Greci.

Medico e neurologo, Antonio Federico è professore emerito di Neurologia presso l’Università degli Studi di Siena dove ha ricoperto prestigiosi incarichi. Ha ricevuto due Lauree honoris causa presso Università straniere. Oltre 600 le sue pubblicazioni scientifiche a cui si aggiungono opere più letterarie come il volume che sarà presentato sabato, in cui è descritta la storia del palazzo Albirosa e di coloro che lo hanno abitato attraverso alcune vicende che hanno coinvolto il paese dal ‘700 alla fine del ‘900. Non sono mancati ospiti illustri: il palazzo avrebbe infatti ospitato più volte padre Alfonso Maria de’ Liguori, fondatore della Congregazione del SS. Redentore, futuro Vescovo, Santo e Dottore della Chiesa. Ospitalità che si spiega con la sua amicizia con due giovani religiosi pollesi, Felice Canger e Nicola Mansione. Con il passare degli anni la famiglia Albirosa si allontana da Polla e in particolare, a Salerno, nel 1909, da Erminia Albirosa nascerà il giornalista, poeta, scrittore e critico d’arte Alfonso Gatto.

Tra gli altri proprietari del palazzo vanno ricordate le famiglie Giallorenzi, Leone de Magistris e Federico. Alle ultime due è dedicata la parte più rilevante del libro. In particolare l’autore dedica ampio spazio al padre Carmine, originario di Vibonati, medico condotto e ospedaliero presso il nosocomio “Luigi Curto” e al fratello Gianfranco, segretario generale della Cgil Campania, strappato in giovane età all’affetto della famiglia. Ad entrambi sono riservati scritti di amici e colleghi. Il libro contiene anche delle foto, che testimoniano l’arredamento del palazzo e lo stile di vita di una famiglia della borghesia meridionale dal 1930 ad oggi.

Alla presentazione sabato sono previsti gli interventi del sindaco Loviso, del presidente del consiglio comunale Corleto, del giornalista e poeta Giovanni Bracco, di Adolfo Manzione, già preside del liceo e dell’on.le Enzo Mattina. Introdurrà e coordinerà i lavori il giornalista Giuseppe D’Amico che ha scritto la prefazione del volume.

Antonella D'ALTO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.