Cultura

Cultura

“Nuovi studi danteschi – Dante e l’Umanesimo” è il quarto volume che il il prof. Giovanni Lovito scrive sul pensiero politico di Dante. Sabato sera lo ha presentato nella sua Monte San Giacomo. L’evento rientrava tra gli appuntamenti culturali ospitati nell’Officina cultura di Palazzo Marone e organizzati dal Comune. Il prof. Giovanni Lovito, scrittore e docente di materie letterarie, ha iniziato gli studi danteschi qualche anno fa e questa sua ultima pubblicazione offre un ulteriore orientamento critico sull'influenza virgiliana e sulle allegorie fondamentali presenti nel Divina Commedia, nonché sulla questione centrale ovvero Dante precursore dell'Umanesimo.

L'opera dantesca, nel libro, è riletta non solo in chiave teologico-religiosa ma anche storico-politica, recuperando indagini e ricerche iniziate nell'ottocento e nel secolo scorso da illustri dantisti italiani. Con questo libro il Prof. Giovanni Lovito ripropone all'attenzione del lettore contemporaneo ipotesi interpretative senza giudizi estetici. Un lavoro che, da appassionato insegnante, dedica ai giovani studenti italiani.

Alla presentazione sabato, coordinati l’evento il giornalista Pietro Cusati, c’erano: il sindaco Raffaele Accetta, la vicensindaca Angela D’Alto che ha curato l’introduzione e l’avvocato e scrittore Emilio Sarli. E le conclusioni sono state affidate all’autore.

 

Cultura

Anche quest'anno la Basilica Paleocristiana di Paestum accoglie l'originale e artistico presepe realizzato in maniera artigianale dai fedeli. In un paesaggio dalle caratteristiche dei centri Umbri, i personaggi sono di diversa misura per dare una immagine prospettica della rappresentazione

 

Cultura

Il prof. Giovanni Lovito, scrittore e docente di materie letterarie, presenterà a Monte San Giacomo la sua ultima pubblicazione “Nuovi studi danteschi – Dante e l’Umanesimo”. L’evento rientra tra gli appuntamenti culturali ospitati a Palazzo Marone e organizzati dal Comune.

Alla presentazione che si terrà sabato, 21 dicembre, a partire dalle ore alle 18,30 dopo i saluti istituzionali da parte del sindaco Raffaele Accetta interverranno: la vicensindaca Angela D’Alto che curerà l’introduzione, l’avvocato e scrittore Emilio Sarli. E le conclusioni saranno affidate all’autore. Coordina l’evento il giornalista Pietro Cusati.

Il volume, il quarto che il prof. Lovito scrive sul pensiero politico del Sommo Poeta, oltre a costituire il prosieguo degli studi iniziati qualche anno fa offre un ulteriore orientamento critico sull'influenza virgiliana e sulle allegorie fondamentali presenti nel Divina Commedia, nonché sulla questione centrale ovvero Dante precursore dell'Umanesimo.L'opera dantesca è stata riletta non solo in chiave teologico-religiosa ma anche storico-politica, recuperando indagini e ricerche iniziate nell'ottocento e nel secolo scorso da illustri dantisti italiani. Con questo libro il Prof. Giovanni Lovito ripropone all'attenzione del lettore contemporaneo ipotesi interpretative senza giudizi estetici. Un lavoro che, da appassionato insegnante, dedica ai giovani studenti italiani.

Rosa ROMANO

Cultura

La vita di ieri raccontata in tutte le sue sfaccettature. Sabato scorso, presso la Sala Consiliare Sen. Innamorato di Teggiano, si è svolto un incontro organizzato dall'Associazione AmoDiano su sollecitazione del membro e consigliere comunale Rocco Cimino, per la presentazione del libro di Paolo Manzione "I sentieri dell'Universo".

Dopo i saluti affidati a Marianna Morello e l'introduzione da parte di Maria Rita Di Sarli, rispettivamente membro e presidente dell'Associaizone Organizzatrice, si è passati ad analizzare il volume che ha consentito di ripercorrere con estrema attenzione, la vita contadina dell'immediato dopoguerra con positività e negatività. Per l'autore, si tratta di tempi in cui umanità e rispetto reciproco erano valori imprescindibili

Durante l'incontro è stato analizzato il contesto storico del periodo, anche nelle sue negatività grazie alla precisa relazione del Prof. Giulio Pica a cui si sono aggiunte le attente analisi del moderatore Giuseppe D'Amico che ha introdotto con la sapienza dello storico, i diversi relatori.

Una serata di successo che, alla presenza di numerose personalità tra cui il consigliere comunale delegato alla cultura Conantonio D'Elia, il sindaco di Montesano Giuseppe Rinaldi, il Presidente dell'Associazione Vallo di Diano Valentino Di Brizzi e l'ambasciatore italiano in Kosovo Michael Giffoni, oltre che rappresentanti delle forse dell'ordine, ha consentito di rivivere l'atmosfera tipica della civiltà contadina durante le feste di nozze con il suono della fisarmonica del Maestro Nicola Casale e del suo allievo Thomas e i dolci tipici del tempo "Le pizzette de la zita" del Panificio Cirone, accompagnati da ottimo vino.

 

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.