Cultura

Cultura

Nata nel 2011 con l’obiettivo di sottolineare il valore sociale dei libri quale elemento chiave della crescita personale, culturale e civile, si svolge anche quest’anno Il Maggio dei Libri, la campagna nazionale che invita a portare i libri e la lettura anche in contesti diversi da quelli tradizionali, per intercettare coloro che solitamente non leggono ma che possono essere incuriositi se stimolati nel modo giusto.

Appuntamenti sono previsti anche nel Vallo di Diano, alla libreria ex libris cafe di Polla, dove sono in programma due presentazioni. Il 18 maggio alle 18 sarà presentato il libro “Servi della gleba”, un progetto sociale, un libro denuncia, con l’intervento di Don Aniello Manganiello, parroco di Scampia per 16 anni e fondatore dell’associazione Ultimi per la legalità e contro le mafie, di Ciro Corona, nato e cresciuto a Scampia, presidente dell’Associazione Resistenza, e di Gerardo Magliacano, insegnante e scrittore. Evento organizzato in collaborazione con l’Associazione Elogium.

Altro appuntamento interessante quello previsto il 24 maggio, sempre alla libreria ex libris cafe di Polla, con la presentazione del libro “Storia segreta dei Narcos. Da Pablo Escobar a El Chapo. Tutta la verità sul narcotraffico”. Interverrà l’autrice Cecilia Gonzalez, giornalista messicana con base a Buenos Aires. Dialogheranno con lei il filosofo Gianmario Sabini e l’imprenditrice di Salerno Daniela Cardano.

Un appuntamento importante con la cultura, quello con il maggio dei libri, che nella sua missione, coinvolge in modo capillare enti locali, scuole, biblioteche, librerie e associazioni culturali e al quale anche quest’anno aderisce la libreria di Polla guidata da Michele Gentile.

Antonella D'ALTO

 

Cultura

sdl torino

Il volume "Il Catasto Onciario del Comune di San Pietro al Tanagro sarà protagonista sabato prossimo 11 maggio del Salone Internazionale del libro nel corso dell'appuntamento culturale promosso dal consiglio regionale della Basilicata che ospita diversi editore tra cui anche la EditricErmes che ha pubblicato il volume scritto da Domenico Quaranbta.

Si tratta di un lavoro intenso frutto della valutazione e dell'analisi dei dati emersi dal catasto onciario di cui, nel 1700, ogni comune del Regno delle Due Sicilie era dotato. Solo pochi comuni però, ad oggi, sono realmente consapevoli del grande patrimonio storico e culturale presente nei catasti onciari e capace di ricostruire vicende e dinamiche della vita pre-unitaria nei comuni del Regno.

Il libro, che sarà protagonista presso il Salone Internazionale del Libro di Torino sabato prossimo, scritto grazie a fionti che non lasciano quindi spazio ad errori, ripercorre contrade, famiglie, mestieri esercitati nel giugno del 1754 e capaci di riportare il lettore indietro di secoli rivelandosi arbitro imparziale ed incorruttibile della vicenda umana

Cultura

Riconosciuta come Città del Libro, ha ottenuto il titolo, per il biennio 2018/2019, di Città che Legge. Polla si è data da tempo una missione: la promozione costante della lettura all’interno della comunità. Tante le iniziative che vedono coinvolti grandi e piccoli, enti e associazioni.

Ora per la Campagna Nazionale “Maggio dei Libri 2019” (organizzata dal Centro per il Libro e la Lettura presso il MiBACT) l’attenzione è ricolta ai ragazzi della scuole. I sei volontari del Servizio Civile del Comune nell’ambito del progetto “DEARC” hanno organizzato tre giornate dedicate alla promozione della lettura e del libro

Emma Daniele, Giuseppina Maltempo, Rosa Masi, Maria Giovanna Paradiso, Giuseppe Prato, Annarita Zirpoli - coordinati dalla Dott.ssa Pasqualina Salluzzi e dal dott. Rosario Sarno – erano ieri mattina presso la Scuola Primaria di Primo Grado di Polla Capoluogo per la prima tappa.

Alla presenza del Sindaco Rocco Giuliano, del Presidente del Consiglio Comunale Giovanni Corleto, che ha ora la delega all’Istruzione, e della Dirigente Scolastica Paola Sabbatino, hanno creato dei giochi interattivi incentrati sulla lettura, sulla capacità immaginativa dei bambini, sulla comprensione dei brani letti e sullo svolgimento di un piccolo tema sulle favole di Esopo e i suoi insegnamenti.

L’iniziativa nelle scuole di Polla proseguirà poi il 13 e 23 maggio coinvolgendo le Primarie di I Grado di San Pietro e l’Istituto di Santa Teresa del Bambin Gesù. A settembre poi i ragazzi del Servizio Civile inizieranno poi un nuovo percorso più articolato presso la Scuola Secondaria di Primo Grado "E. De Amicis".

Nell’opera di sensibilizzazione alla lettura non sono coinvolti solo i piccoli studenti ma tutta la comunità e quindi, per il suo ruolo strategico di formazione permanente, la Biblioteca comunale "Don Lorenzo Milani", dove durante questo mese di maggio, si terranno degli incontri per incentivare il prestito dei libri e la lettura dei testi in forma individuale e collettiva. 

Rosa ROMANO

Cultura

Non solo il Museo diocesano San Pietro di Teggiano sarà visitabile a turisti e visitatori in occasione delle feste pasquali, ma anche il Museo di Policastro Bussentino che apre le sue porte per accogliere quanti vorranno trascorrere un giorno di festa all’insegna della cultura.

La Diocesi di Teggiano-Policastro infatti apre la collezione del Museo collocato sul fianco della cattedrale di Santa Maria Assunta, per il periodo della Settimana Santa e per le festività del 25 aprile e del 1° maggio. Turisti e cittadini avranno dunque la possibilità di ammirare alcune opere d’arte sottoposte a recente restauro: una statua della Madonna del Rosario, in legno policromo, del XIX secolo, un mezzo busto ligneo dell’Addolorata, della metà del Settecento, un Ecce Homo in cartapesta, della fine del XVIII secolo ed un Cristo Risorto, sempre in cartapesta, della fine del XIX secolo.

Da ammirare anche il ciborio della metà del Quattrocento, in marmo di Carrara, commissionato dal vescovo agostiniano Carlo Fellapane, sul modello dell’edicola del portale della vicina chiesa cattedrale. Nel dettaglio la collezione museale rimarrà aperta in fascia antimeridiana, dalle 10 alle 13, nei giorni festivi del 21, 22, 25 aprile e 1° maggio ed in quella pomeridiana, dei giorni feriali fino al 20 aprile, dalle 16.30 alle 19.30.L’esposizione bussentina offre anche la possibilità di un itinerario tematico, sulla Passione, Morte e Resurrezione di Cristo, attraverso le opere d’arte espostevi, tra le quali si segnalano alcuni crocifissi (eburneo del XVII secolo, in argento del 1532), dipinti (un’Addolorata della metà del Settecento), sculture e suppellettili in argento sbalzato e cesellato.

Antonella D'ALTO

 

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.