Cronaca

Cronaca

Il gestore di una società di noleggio di slot machine, Eurogiochi S.r.l., è stato denunciato per peculato. La Guardia di Finanza di Battipaglia ha eseguito nei suoi confronti un decreto di sequestro preventivo, finalizzato alla confisca per equivalente, emesso dal GIP su richiesta di questa Procura della Repubblica. 

L'uomo aveva trattenuto per sè gli interi incassi di ben 102 slot machine collegate alla rete telematica dell’amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, anziché versare al Fisco le imposte maturate nei dieci mesi da gennaio ad ottobre 2018.

L’ammanco per l’Erario è stato quantificato in oltre 320mila euro.

Nei giorni scorsi, le Fiamme Gialle di Salerno hanno così provveduto a sequestrare liquidità, titoli, polizze vita, quote societarie e immobili, per un valore equivalente alla somma impropriamente trattenuta, insieme alle 18 slot machine.

Cronaca

ccgiorno

Nel pomeriggio di sabato, 28 marzo, un'autovettura priva di pneumatici procedeva sulla tangenziale di Salerno. E' stata segnalata alla Centrale Operativa dei Carabinieri locale. 

Un equipaggio del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia locale è intervenuto per fermarla. Il conducente, noncurante, accelerava tentando di investire uno dei militari che gli aveva intimato l'ALT e riuscendo a guadagnare la fuga. L’auto ha poi terminato la sua folle corsa a poca distanza contro il guard rail,  all’altezza dello vincolo per l’ospedale San Leonardo, avvolta dalle fiamme per via delle scintille provocate dai cerchioni sull’asfalto.

Il conducente, in preda a un forte stato di agitazione, uscito dalla vettura ha cominciato a pronunciare frasi sconnesse e, sebbene più volte invitato alla calma, ha aggredito i militari intervenuti scaraventandoli a terra. I quali, in 2 e poi in 3, non riuscivano a riportarlo alla ragione ed a bloccarlo quindi è stata inviata in supporto altra pattuglia. Durante le fasi concitate è intervenuto in aiuto dei Carabinieri anche un privato cittadino.

Al termine delle operazioni, la persona, affetta da disturbi comportamentali già noti ai suoi familiari, è stata portata al vicino ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi – D’Aragona, dove è tuttora ricoverata nel reparto di psichiatria.

I primi carabinieri intervenuti sono rimasti contusi così come l'uomo stesso, che tra l'altro è stato sottoposto anche a visita per sospetto COVID19. Ipotesi poi esclusa.

I fatti sono stati riferiti all’Autorità Giudiziaria e le immagini dei video divulgati in rete sull’episodio sono stati acquisiti e già messi a sua disposizione. Sono in corso le opportune verifiche sul rispetto delle procedure da parte dei militari intervenuti e sul comportamento dagli stessi tenuto nel complesso.

Cronaca

GdF12344

La Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Salerno, nell’ambito dei controlli sull’osservanza delle prescrizioni imposte per l’emergenza “coronavirus”, ha scoperto tre pasticcerie, una ad Eboli e due nell’Agro nocerino-sarnese, in piena attività nonostante il generale divieto di apertura della gran parte delle attività commerciali.

In particolare, le Fiamme Gialle della Compagnia di Eboli hanno notato, in pieno centro, un esercizio commerciale con la saracinesca parzialmente abbassata, con le luci accese, al cui interno un pasticciere era intento alla preparazione di cornetti e dolciumi vari.

GdF113234U346807546

 

I militari della Compagnia di Scafati, invece, nei giorni scorsi, venuti in possesso di alcuni volantini che pubblicizzavano la vendita delle tradizionali “zeppole di San Giuseppe” per la Festa del papà, dopo aver verificato che analoghi messaggi pubblicitari erano presenti anche sui principali social media, hanno localizzato a Sarno e San Valentino Torio altri due negozi aperti. Una volta entrati, i Finanzieri hanno rinvenuto decine di vassoi e confezioni di zeppole, pronte per essere vendute, mentre, nei laboratori, il personale era in piena attività con centinaia di dolci già pronti. 

Alla luce delle nuove disposizioni, chi viola i divieti ora in vigore incorre in una sanzione amministrativa che può arrivare anche a 3.000 euro. Una volta cessata l’emergenza, scatterà inoltre la chiusura dell’esercizio, per almeno 5 giorni

Cronaca

Quanto subdolo e nemico sia il Cornovairus il Vallo di Diano lo ha capito questa mattina, quando ha deciso di strappare da questa terra un fiore meraviglioso. Nella tarda mattinata di oggi è arrivata la terribile notizia della morte del Capodistaccametno dei Vigili del Fuoco di Sala Consilina, Luigi Morello.

Mi viene chiesto di raccontare di una persona che oggi, andando via, ha lasciato un intero territorio nella più profonda disperazione. Non è facile raccontare di te caro Luigi Morello. Attento e preciso nel tuo lavoro come nella vita, ripetevi mille volte quale era il tuo incarico all’interno di una caserma che era come la tua casa, quella dei Vigili del Fuoco del Distaccamento di Sala Consilina.

Da diversi mesi parlavamo di te come il Capo Reparto e Capo distaccamento dei Vigili del Fuoco di Sala Consilina.

Una promozione di cui eri orgoglioso e che oggi mi porta a ricordare il momento in cui me lo avevi annunciato: mentre passava la statua di San Cono Dormiente in processione. Il Santo di cui, insieme a Santa Barbara eri fervente devoto. Per San Cono hai voluto l’omaggio floreale e per Santa Barbara, ogni anno, hai portato presso la Chiesa della SS Trinità centinaia di persone a seguire la funzione religiosa e poi la processione.

Quanto hai dato a questo Vallo di Diano che oggi, raggiunto dalla più profonda disperazione ti piange. Quanto hai dato al tuo lavoro, alla protezione e al sostegno delle comunità. Hai abituato tutti noi alla presenza fraterna del corpo dei Vigili del Fuoco, sempre pronti ad aiutarci.

Non si può dimenticare la tua presenza nelle scuole, per sensibilizzare i ragazzi verso l’uso consapevole delle auto. Lo hai fatto anche in modo duro, per far capire quanto dramma c’è, nel lavoro dei caschi rossi, quando sono chiamati ad intervenire su un incidente stradale.

Non sarà facile abituarci alla lontananza di un grande Uomo, di un grande Vigile del Fuoco, di un grande padre, di un grande compagno, di un grande nonno, di un grande amico. Non sarà facile accettare che, il Capo Reparto e Capo Distaccamento dei Vigili del Fuoco di Sala Consilina, non sarà più tra noi ad aiutarci, a correre in nostro soccorso ed anche a rimproverarci per i nostri errori.

Ciao Comandante, sei nei nostri cuori ed è qui che rimarrai per sempre.  

 

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.