Cronaca

I social se da un lato aiutano ad intrattenere i rapporti e a ridurre le distanze, soprattutto in questo periodo di pandemia che ha impedito anche il vivere sereno dei rapporti tra le persone in maniera diretta, dall'altro, però possono rivelarsi dei veri e propri pericoli. Lo dimostra quanto accaduto recentemente con la denuncia verso un uomo di Padula che, avrebbe minacciato una ragazzina appena maggiorenne di Vibonati attraverso i social, addirittura mostrando una pistola che, i carabinieri della Compagnia di Sapri, hanno poi identificato in un'arma giocattolo.

I fatti risalgono allo scorso aprile quando la giovane 18enne aveva postato una foto sul suo profilo social. Immagine commentata dall'uomo del Vallo di Diano riportando parole che si sono rivelate poco gradite dalla giovane tanto da scatenare un acceso battibecco tra i due, fino ad una video chiamata tra i due che nel corso del quale, secondo quanto emergerebbe, pare che l'uomo avrebbe minacciato la ragazza mostrando addirittura una pistola che si presume fosse un giocattolo.

Secondo quanto emerge pare che alla videochiamata, ha assistito anche il fratello della ragazza, ed insieme alla 18enne, spaventati dal comportamento dell'uomo, si sono recati dai carabinieri denunciandolo. I militari della stazione di Vibonati hanno quindi avviato le indagini sul fatto risalendo al padulese come presunto autore delle minacce. A seguito successivi controlli alla ricerca dell'arma, i carabinieri non hanno trovate però nessuna pistola vera in possesso dell'uomo che al momento è stato denunciato a piede libero con l'accusa di minaccia grave .

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.