Cronaca

ospedale

Criticità presso l'Ospedale Luigi Curto di Polla ed in particolare presso l'U.O. di NEUROLOGIA dove alcuni operatori sono confinati all'interno del reparto da ben 3 giorni.  La UIL FPL chiede immediate soluzioni. Dopo l'accertata positività al Covid di una paziente ricoverata presso l'U.O. di Neurologia del Luigi Curto è stata disposta la chiusura del reparto con gli operatori rimasti al suo interno per evitare contatti e quindi i contagi.

Secondo le disposizioni sanitarie la paziente doveva essere trasferita presso un ospedale Covid che, però, al momento è impossibilitato ad accogliere altri pazienti non avendo più posti disponibili. La UIL FPL si mobilita a favore degli operatori

"Da venerdì alle 7 - scrivono dalla UIL FPL Salerno - gli operatori sanitari dell'ospedale di Polla sono confinati nel reparto di Neurologia per la presenza di una paziente positiva al Covid e non viene trasferita negli centri presposti al Covid per mancanza di posti. Gli operatori - continuano - sono in tensione perché non c'è soluzione a breve. Quindi come Uil Fpl Salerno si ravvisa la soluzione ad horas anche perché vi sono altri pazienti presenti e gli stessi operatori sanitari sono in grossa difficoltà e stress per il possibile contagio. Urge - concludono - al più presto un coordinamento  provinciale sul Covid 19. L'Asl non può permettere tutto questo".  

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.