Cronaca

Continuano a registrarsi numerosi casi di maltrattamenti in famiglia con il necessario intervento delle forze dell'ordine a difesa, prevalentemente di donne e bambini. Dopo il caso che ha portato all'arresto, pochi giorni fa, di un uomo di 48 anni di Torre Orsaia per maltrattamenti in famiglia, a seguito denuncia arrivata da parte della moglie lo scorso agosto, un nuovo episodio si è verificato a Vibonati.

Ad intervenire, anche in questo caso i Carabinieri della Compagnia di Sapri, guidati dal Capitano Matteo Calcagnile che sono intervenuti nella mattinata di ieri a seguito aggressione subita dalla donna in una clinica a Vibonati, da parte dell'ex compagno 24enne. Secondo quanto emerge pare che il giovane fosse stato già sottoposto a misure restrittive di allontanamento dalla casa familiare e di divieto di avvicinamento alla figlia minorenne, per le continue violenze subite dalla donna che avevano portato i giudici del Tribunale di Lagonegro ad emettere i provvedimenti nello scorso luglio.

Il 24enne, però, in violazione alle disposizioni, nella mattinata di ieri ha raggiunto l'ex compagna in una clinica di Vibonati tentando di aggredirla con una roncola, attrezzo agricolo con manico in legno e lama metallica a forma di uncino, della lunghezza di 40 cm. Immediato l'intervento dei carabinieri della stazione di Vibonati che hanno anche trovato l'attrezzo con cui il giovane aveva tentato di aggredire la sua vittima. La successiva denuncia della donna ai militari ha consentito di ricostruire il quadro della situazione che racconta di continue violenze,  minacce, aggressioni e maltrattamenti subiti dalla donna in particolare negli ultimi giorni, nonostante i provvedimenti emessi dal gip del Tribunale di Lagonegro lo scorso luglio.

Valutata quindi al pericolosità della situazione con il rischio concreto che potesse degenerare e per salvaguardare l'incolumità della figlia minorenne, per il giovane è scattato l'arresto. Il 24enne è al momento sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di aggravamento delle misure già precedentemente assunte dalle autorità giudiziarie.

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.