Cronaca

Tenta di uccidere la moglie e il figlio, urla “vi faccio a pezzi” armato di bastone e motosega elettrica. È successo la scorsa notte a Buonabitacolo. Un 53enne in preda ai fumi dell’alcol stava per sterminare la famiglia. La tragedia è stata scongiurata grazie al tempestivo intervento dei Carabinieri.

Nella notte giunge la richiesta di aiuto ai militari della Stazione locale. Allertati proprio dalla donna che non riusciva neanche a parlare perché intanto il marito continuava ad aggredirla e inveire contro di lei. I carabinieri hanno allora immediatamente localizzato la cella telefonica. Arrivati sul posto, hanno udito urla provenienti da un’abitazione. E sono quindi entrati in casa passando dalla cucina cogliendo così l’uomo in flagranza di reato.

Lo hanno trovato in evidente stato di ebrezza alcolica. Brandendo un bastone e poi una motosega elettrica aveva minacciato la moglie e anche il figlio 15enne che era intervenuto per sedare il violento litigio tra i genitori. Dopo aver messo al sicuro le vittime i militari hanno raccolto il loro racconto ricostruendo la vicenda e scoprendo che non era la prima volta. Episodi di violenze e minacce si consumavano tra quelle mura da almeno tre anni, sin dall’anno 2016.

L’uomo è stato arrestato dagli uomini del Capitano Davide Acquaviva con l’accusa di maltrattamenti in famiglia. Si trova agli arresti domiciliari presso altra abitazione, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Lagonegro.

 

Rosa ROMANO 

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.