Cronaca

Un 28enne pregiudicato di Teggiano ha tentato di uccidere ieri sera il padre disabile. Fortunatamente non ci è riuscito grazie al tempestivo intervento dei Carabinieri.

Il ragazzo era armato e in stato di alterazione psicofisica. A seguito di un litigio, scaturito per futili motivi, con il genitore 61enne, ipovedente, impugnando una roncola affilata e con una lama di circa 45 cm, aveva tentato di colpirlo alla testa. La sorella del ragazzo, ha segnalato alla Centrale Operativa della Compagnia di Sala Consilina, attraverso in NUE 112, quanto stava accadendo.  Localizzata l’abitazione, è giunta subitosul posto una gazzella con due militari della Sezione Radiomobile. Sono riusciti a disarmare il giovane e a evitare che ammazzasse il padre. Nel corso della colluttazione per disarmare il ragazzo, un Carabiniere ha riportato lievi lesioni ad alla mano sinistra.

L’anziano, la moglie e gli altri due figli sono stati messi in salvo.  L’arma è stata sottoposta a sequestro e il 28enne, che si trova nel carcere di Potenza, dovrà rispondere di tentato l’omicidio di una persona disabile oltre di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

Rosa ROMANO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.