Cronaca

Non si placa l'ondata di furti nel Vallo di Diano e ancora una volta si conferma l'interesse dei malviventi per i computer in dotazione presso gli enti pubblici. Dopo i pc prelevati a Monte San Giacomo e a Sassano dalle classi delle scuole primarie, anche le lavagne Lim delle scuole di San Pietro al Tanagro sono state private dei pc in dotazione trafugati dai ladri che si sono introdotti all'interno dell'edificio la notte scorsa.

I 5 pc, presenti nelle 5 classi dell'istituto sono stati rubati provocando per l'ennesima volta il danno ai piccoli alunni che sono stati privati di uno strumento fondamentale per la didattica. Fortunatamente la scuola non è rimasta particolarmente danneggiata e i bambini hanno potuto svolgere regolarmente le lezioni.

Diverso invece il discorso per la casa comunale, anch'essa presa di mira dai ladri ma, questa volta, provocando anche diversi danni. Nella notte i malviventi si sono introdotti all'interno del municipio forzando la porta principale con un piedi di porco. Una volta all'interno sono entrati all'interno delle diverse stanze adibite ad uffici, anche in questo caso forzando le porte, ed hanno prelevato tutti i computer al loro interno, lasciando i monitor al loro posto. 9 i computer rubati e trasportati fuori dall'edificio utilizzando delle sedie presenti negli uffici come carrelli. Una volta fuori sono state caricate sulle auto per darsi alla fuga.

I ladri però, si sono soffermati all'interno dell'edificio probabilmente per cercare anche altro dato che questa mattina gran parte dei documenti all'interno degli uffici erano stati gettati a terra come anche altre cassettine scardinate ed altro materiale. Un gran disordine e notevoli danni per la casa comunale che ha subito danni ben più gravi, oltre al furto dei pc.

Sul posto i carabinieri della Compagnia di Sala Consilina che hanno dato il via alle indagini effettuando tutti i rilievi del caso e prelevando le registrazione delle telecamere di videosorveglianza per riuscire a risalire agli autori del reato.

Un altro furto è stato poi segnalato anche nelle scuole di San Rufo, ma questa volta con un bottino decisamente più magro dato che, sembra, i malviventi hanno dovuto accontentarsi di prelevare due tablet e qualche cialda di caffè.

Anna Maria CAVA

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.