Banner

Cronaca

Cronaca

alt

 Allarme "processionaria" a Sala Consilina, per la presenza dell'insetto, dell'ordine dei lepidotteri, riscontrata nei pressi delle locali scuole elementari. A lanciare l'allarme il gruppo cittadino "POSITIVO" di Sala Consilina stamattina ha protocollato, presso gli uffici comunali, la richiesta di intervento indirizzata al sindaco ed agli assessorati interessati all'ambiente ed alla sanità, riguardo il problema "processionaria". I peli urticanti che ricoprono il corpo delle larve e dei bruchi, possono infatti creare disturbi quali la Dermatite. Subito dopo il contatto può sopravvenire infatti un forte prurito al quale fanno seguito, nell'arco di circa 24 ore, reazioni cutanee che si manifestano perlopiù sottoforma di papule da puntura da insetto, bolle da orticaria o macchie rosse isolate. Possono sopravvenire anche Congiuntiviti e infiammazione agli occhi, ed Infiammazioni delle vie respiratorie superiori causate dall'inalazione dei peli. Gli effetti del contatto coi peli urticanti variano fortemente da persona a persona e sono possibili anche per gli animali. Da qui l'intervento del Gruppo Positivo, che dopo aver protocollato la richiesta di intervento al comune ha affisso un manifestino informativo per i danni che questo bruco può provocare agli animali ed agli esseri umani, e per informare soprattutto i più piccoli sui pericoli che si possono incontrare respirando o toccando i peli dei bruchi. La presenza dei bruchi si nota infatti proprio su un pino adiacente al plesso scolastico centrale delle scuole elementari di Sala Consilina. Da quanto si apprende già decine di persone, incuriosite dalla presenza dei nidi e dei bruchi stessi, sono state infettate dal parassita ed è per questo che il gruppo positivo ha deciso di agire in maniera, propositiva, per dare alla situazione la giusta importanza. "POSITIVO –chiariscono i compenti del gruppo- ha scelto le azioni da compiere rispetto alla "processionaria" senza nessuno scopo di denuncia nei confronti dell'amministrazione o degli organi competenti, ma solo ed esclusivamente con l'intenzione di informare gli enti preposti alla salvaguardia dell'ambiente e alla salute dei cittadini".

alt

Cronaca

alt

Nel week-end appena trascorso, nell'ambito dei servizi di controllo del territorio, i militari della compagnia di Sala Consilina hanno proposto due uomini per la misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio. Ad essere fermati in orario serale nel centro di Pertosa sono stati due pluri-pregiudicati, che non hanno saputo spiegare ai militari della Stazione di Auletta, i motivi della loro presenza in un centro diverso da quello di effettiva residenza. Se la misura sara' accolta, i due non potranno più tornare nel comune di Pertosa e nel contiguo territorio di Auletta per tre anni. Continuano dunque a 360 gradi le attività dei Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, al comando del tenente Emanuele Corda, tese a contrastare i reati predatori, in particolare furti e rapine. In questo ambito nella giornata di sabato a Sala Consilina, i Militari dell'Arma avevano proposto per altri due cittadini, questa volta di nazionalita' rumena, la misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio. In questo caso i due, un 23enne ed un 32enne, entrambi pregiudicati per reati contro il patrimonio, erano stati controllati da una pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile nei presi di una Banca, e non avevano saputo giustificare la loro presenza in loco, nonostante entrambi risultassero domiciliati in comuni molto distanti da Sala Consilina. Sempre nel fine settimana appena trascorso sono stati inoltre molti i controlli da parte dei Militari dell'Arma tesi a verificare il tasso alcolemico, soprattutto dei piu' giovani, attivati in particolare in prossimita' dei locali di svago di Sala Consilina ed Atena Lucana: tutti gli accertamenti hanno dato esito negativo. A polla, infine, durante servizi mirati a contrastare l'uso di droghe, e' stato fermato dai militari della locale stazione, un giovane di 19 anni, che in seguito a perquisizione personale, e' risultato essere in possesso di una dose di hashish, sottoposta a sequestro. Il ragazzo è stato segnalato alla prefettura di Salerno quale assuntore.

Cronaca


Confermata in Corte di Cassazione la condanna ad 8 anni di reclusione per Biagio Maceri, titolare del materassificio "Bimaltex" di Montesano sulla Marcellana nel quale, a seguito di un incendio, nel 2006 persero la vita le due operaie Giovanna Curcio ed Annamaria Mercadante

Cronaca


NEL VIDEO SERVIZIO I BRANI PIU' SIGNIFICATIVI DELLA SIMULAZIONE EFFETTUATA DAL PROF. CALIGIURI
"I livelli di campo elettromagnetico sono troppo alti in diverse aree abitate del Comune di Buonabitacolo, comprendenti tra gli altri gli edifici che ospitano la Casa Comunale, la locale Stazione dei Carabinieri e le Scuole Materne ed Elementari". E' quanto emerge dalla perizia effettuata dal professore Luigi Maxmilian Caligiuri, uno dei maggiori esperti internazionali di inquinamento elettromagnetico, incaricato dal Comitato "No Antenna a Buonabitacolo" di valutare l'impatto ambientale e fisico-sanitario della stazione radio per telefonia mobile H3G, che la società di telecomunicazione Ericsson vorrebbe installare in località Pennino. Della simulazione effettuata dal Professor Caligiuri, vi mostriamo in esclusiva alcuni dei brani più significativi

Banner

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.