Cronaca

Cronaca

Una bambina di tre anni è morta ieri ad Eboli dopo essere caduta in una piscina in disuso. Vi era solo dell’acqua piovana, la piccola si è tuffata perdendo la vita subito dopo l’impatto.

Cronaca

cc23445

Due persone sono state arrestate per droga alla stazione ferroviaria di Sapri. Si tratta di un uomo del posto e un ragazzo malese, senza fissa dimora. Durante un normale servizio di controllo sul territorio, i carabinieri del Nucleo Operativo locale hanno notato il rapido scambio avvenuto tra i due. Uno era appena uscito dalla stazione e l’altro lo stava aspettando. La scena ha insospettito gli investigatori che erano lì appostati in borghese. Hanno quindi deciso di seguirli per controllarli. Il pusher, straniero, è stato trovato in possesso di 450euro in contanti. Mentre l’acquirente, saprese con precedenti per droga fermato poco dopo, aveva con sé un involucro con 12gr di eroina, probabilmente destinata al mercato del Golfo di Policastro. Entrambi sono stati arrestati per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Cronaca

Ammonta a circa 1 milione e 200 mila euro l'imposta evasa da un gruppo di soggetti dediti alla commercializzazione di veicoli di nazionalità straniera. Secondo quanto accertato dagli uomini della Guardia di Finanza di Scafati pare che un gruppo di persone falsificava attestazioni pagamento IVA su vetture di provenienza estera. Un accertamento che ha poi portato, su disposizione della Procura della Repubblica presso il tribunale di Nocera Inferiore alla disposizione di sequestro dei beni per equivalente nei confronti degli indagati.

Secondo quanto emerge pare che, nel corso dell'articolata indagine da parte delle Fiamme Gialle, sono state accertate e rilevate irregolarità in merito all'applicazione dell'IVA, da parte di diverse società,  sull'acquisto degli autoveicoli provenienti da Paesi europei. Pare inoltre che i rappresentati delle concessionarie soggette ad indagine, avevano presentato all'Ufficio Provinciale di motorizzazione Civile false dichiarazione sostitutive di atto di notorietà, avvalendosi di un'agenzia pratiche automobilistiche. Le false attestazioni riguardavano 221 veicoli per i quali si  attestava falsamente l'avvenuto pagamento dell'imposta sull'acquisto comunitario.

Gli uomini delle Fiamme gialle impegnati in controlli incrociati, effettuati in maniera minuziosa tra i dati della Motorizzazione Civile e i dati dell'Agenzia delle Entrate che hanno consentito di accertare l'attuazione della truffa. Dalle indagini sono emersi due sistemi di frode finalizzati a non versare l'IVA in Italia. Innanzitutto alcuni soggetti, pur esercitando a tutti gli effetti l'attività di commercializzazione e di impresa nella vendita dei veicoli, operavano invece nella veste di privati non imprenditori e dichiaravano il regolare assolvimento dei pagamenti delle imposte dovute attraverso F24. Inoltre il concessionari presentava falsa attestazione di versamento dell'IVA agli ignari acquirenti.

Il danno erariale è stato quantificato in circa 1 milione e 200 mila euro di imposta non versata. I soggetti coinvolti sono indagati per truffa aggravata ai danni dello Stato, Falso materiale e ideologico e, per le quattro società indagate per connessa responsabilità amministrativa derivante dal reato. I provvedimenti cautelari hanno portato al sequestro di disponibilità finanziari riconducibili agli indagati e alle società e, inoltre, sono stati sottoposti a vincoli restrittivo 5 immobili, 1 terreno, 17 autovetture e 5 motocicli.

Anna Maria CAVA

Cronaca

640x210x4528152 1105 4528152 1040 bimba teggiano.jpg.pagespeed.ic .Ty4Rt7EiM  1

Un uomo di Teggiano ha visto sottrarsi la figlioletta di 2 anni dalla moglie, di origini russe, che scappa e la porta con sé. La donna, con l’escamotage di trascorrere alcuni giorni nela sua terra natia, va in Russia con la bambina e non fa più ritorno in Italia. Parte una diatriba giudiziaria che vede dar ragione al padre teggianese, disponendo il ritorno nel nostro Paese della bambina e sospendendo la potestà genitoriale alla madre. Ragioni che portano l’uomo, insieme al suo legale, a recarsi in Russia per riabbracciare la figlia. Purtroppo, però, farà un’amara scoperta: la donna è scappata con la piccola facendo perdere le proprie tracce.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.