Cronaca

Cronaca

20190902 010125

Incidente mortale a Prato Perillo di Teggiano. A perdere la vita un 20enne di Sala Consilina, Mariano Casale. 

Ancora una notte di sangue sulle strade del Vallo di Diano, tra lo sconcerto di tutti.

Intorno alla mezzanotte è avvenuto lo scontro fra tre vetture sulla strada che collega Prato Perillo di Teggiano a San Pietro al Tanagro. Ad essere stati interessate dal terribile incidente un'alfa Mito su cui viaggiava il giovane di Sala Consilina, una Volkswagen Golf con a bordo un uomo di 45 anni che pare stesse rientrando a casa ed una BMW con a bordo altri due raggazzi. Le tre auto viaggiavano in direzione San Pietro quando si è verificato l'urto fatale. 4 le persone coinvolte. Il giovane di Sala Consilina ha avuto la peggio.

Non sono ancora ben chiare le dinamiche dell'accaduto. Pare che il il 45 a bordo della Golf stava rientrando quando è sopraggiunta l'Alfa Mito. Nell'impatto è rimasta coinvolta anche la BMW.

Scene drammatiche e immagini scioccanti per i soccorritori giunti sul posto.

Tra i primi ad intervenire i Vigili del Fuoco del Distaccamento di Sala Consilina che, alla guida del capo squadra esperto Luigi Morello, hanno effettuato le operazione per liberare il giovane ventenne dall'auto.

Sul posto inoltre i carabinieri della Compagnia di Sala Consilina per le operazioni dei caso e per la gestione del traffico lungo la Strada Provinciale Teggiano-Polla, particolarmente trafficata nonostante l'ora tarda per il rientro dal concerto di Dodi Battaglia a Sant'Arsenio. I militari dell'arma sono inoltre stati impegnati in una lunga serie di rilievi per cercare di ricostruire la dinamica del drammatico incidente che ha portato alla tragica morte del giovane di Sala Consilina.

Immediato anche l'intervento dei sanitari del 118 che, purtroppo, non hanno potuto far nulla per il ragazzo che viaggiava a bordo della Mito, morto sul colpo.

Per quanto riguarda le altre persone coinvolte nel tremendo impatto pare che le loro condizioni non sarebbero gravi. Solo lievi ferite per i ragazzi a bordo della BMW, grazie probabilmente anche agli air bag che hanno protetto l'abitacolo. Ferito e sotto shock invece l'uomo a bordo della Volkswagen Golf. Il personale del 118, dopo le prime cure sul posto, hanno provveduto al trasporto dei feriti presso il vicino ospedale di Polla.

Anche la salma del giovane deceduto è stata successivamente traferita presso il Luigi Curto dove resta tutt'ora a disposizione dell'autorità giudiziaria che dovrebbe disporre l'autopsia sul corpo.

Intanto, per quanto accaduto, i carabinieri hanno tratto in arresto il 45enne a boro della Golf perché, trovato positivo all'uso di cocaina. L'uomo è stato accusato di omicidio stradale e al momento si trova in regime di arresti domiciliari

Tra i primi a raggiungere il luogo dell'incidente anche il sindaco di Teggiano Michele Di Candia.

Notte di angoscia e sgomento per quanto accaduto su un'arteria che, ormai da anni, viene considerata particolrmente pericolosa e che purtroppo, continua ad essere negli anni teatro di terribili incidenti in cui troppo spesso si raccontano di giovani vite spezzate.

Anna Maria CAVA

 

Cronaca

È stata scoperta a Battipaglia una nuova a casa a luci rosse. A finire nei guai due prostitute e il proprietario dell'immobile.

 

Cronaca

02 sett inc sala 1

Nella tarda mattinata di oggi un nuovo incidente stradale si è verificato intorno alle ore 12,00 a Sala Consilina lungo Via Provinciale all'incrocio di Via Pozzillo. A scontrarsi una Ford Focus Station Wagon ed un'Alfa Giuliatta.

 

Non è ben chiaro la dinamica con una delle due vetture che è andata ad impattare contro il muro che costeggia Via Pozzillo. Non risultano esserci feriti gravi seppur è stato necessario l'intervento dei sanitari del 118 per soccorrere le persone a bordo delle vetture coivolte

Cronaca

B&B e case vacanza non in regola nel Cilento. I proprietari di ben 65 appartamenti e 3 “bed & breakfast” non erano in possesso delle autorizzazioni necessarie per l’esercizio dell’attività di struttura ricettiva extralberghiera ma ne pubblicizzavano le offerte sulle principali piattaforme web dedicate. Con l’operazione “Bed & Black” la Guardia di Finanza di Agropoli ha scoperto l’evasione milionaria.

Nello specifico due fratelli originari di Agropoli avrebbero sottratto all’Erario circa 270mila euro derivanti dall’affitto turistico di 29 miniappartamenti in località Licinella di Capaccio Paestum;  due nuclei familiari di Santa Maria di Castellabate, proprietari di ben 22 appartamenti affittati per il periodo estivo, hanno invece evaso redditi per circa 600mila euro; e ancora, due gestori di “bed & breakfast”, nel borgo antico di Agropoli, affittavano completamente “in nero” le camere delle proprie strutture, servendosi anche dei servizi e della pubblicità offerta da una nota piattaforma web, dalla quale ricevevano regolare fattura per l’attività di intermediazione. Il rinvenimento di tali fatture ha consentito di accertare che ogni singola camera arrivava a fruttare anche 4 mila euro all’anno.

I finanzieri della Compagnia di Agropoli hanno incrociato i dati rilevati dagli elenchi comunali delle strutture ricettive extralberghiere abilitate ad operare sul territorio con le informazioni presenti sui siti web che pubblicizzano offerte di case vacanze e “bed & breakfast” a destinazione turistica. E tale attività investigativa ha consentito di accertare la maxi evasione.

Rosa ROMANO

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.