Cronaca

Cronaca

coronavirus

Cresce il timore contaminazione da Covid-19 ossia il Coronavirus anche nella provincia di Salerno. A Buccino il sindaco Nicola Parisi ha emesso ordinanza preventiva e precauzionale di applicazione della quarantena per un famiglia i cui componenti provenivano dalle aree interessate dalla diffusione del virus. Nell’ordinanza il primo cittadino ha fatto divieto, all’intero nucleo familiare di lasciare la propria abitazione e di avere contatti con altre persone, obbligando gli stessi ad eseguire l’intero protocollo previsto dalle autorità sanitarie in caso di rischio. Una misura che, come sottolineate nell’ulteriore avviso a corredo dell’ordinanza sindacale, avviene in via del tutto precauzionale, dato che, sul territorio di Buccino, risultano essere presenti persone provenienti da Codogno e da Piacenza aree a rischio epidemiologico. Il Sindaco Parisi, sempre in via precauzionale, ha inoltre emesso ordinanza sindacale con la quale è stata disposta la chiusura delle scuole per l’intera settimana, ossia fino al prossimo 1 marzo. Nell’avviso pubblicato a seguito emanazione delle due ordinanze il sindaco sottolinea: “Il Comune di Buccino è stato ed è in continuo contatto con gli Organi Istituzionali Preposti. La situazione è costantemente monitorata e le ordinanze 2 e 3 sono state emesse in via del tutto precauzionale. Si consiglia vivamente – si legge ancora nell’avviso – sulla base della realtà dei fatti a non creare allarmismo, psicosi e paura”

Cronaca

deriver inc

Incendio nella notte ad Atena Lucana Scalo dove si è incendiato un capannone di una nota azienda del posto. Le fiamme si sono sprigionate intorno alle 3,00 ed hanno interessato una vasta parte del capannone con gran parte del materiale che era contenuto al suo interno che è andato distrutto. Immediato l’intervento dei Vigili del Fuoco del distaccamento di Sala Consilina che hanno dovuto lavorare non poco per mettere in sicurezza l’area con le operazione che si sono protratte fino a mattina avanzata.

Ad intervenire nella notte la squadra guidata dal capo squadra esperto Eugenio Siena che ha operato fino alle 9,30 del mattino, a cui è subentrata un’altra squadra dei caschi rossi di Sala Consilina per proseguire nelle operazioni di ripristino dell’area. Pare che il capannone non abbia subito danni gravi.

Sono ora in corso le indagini per cercare di comprendere l’esatta causa di quanto accaduto. Si ipotizza un corto circuito ma non si escludono anche altre ipotesi.

Il Magistrato ha infatti richiesto l’intervento del gruppo NIA dei Vigili del Fuoco (Nucleo Investigativo Antincendio) per ulteriori rilievi che dovrebbe giungere sul luogo dell’incendio nei prossimi giorni per un approfondimento della dinamica alla presenza anche del capo squadra Siena che, con i suoi uomini sono i primi ad essere intervenuti sul posto.

Per tale ragione è stato disposto il sequestro preventivo dell’azienda e dell’area circostante   

Cronaca

polla

Incendio in un’abitazione nella serata di oggi. Le fiamme si sono sprigionate da una lavatrice situata in un bagno che, fortunatamente, non ha interessato altre parti della casa, grazie anche al tempestivo intervento dei proprietari. Sul posto i Vigili del Fuoco del Distaccamento di Sala Consilina guidati dal capo squadra esperto Eugenio Siena che hanno provveduto a mettere in sicurezza l’area e l’abitazione. Non si registrano feriti né gravi danni. Pare che le fiamme abbiano colpito solo alcune suppellettili.  Unico danno la lavatrice che è resta inutilizzabile.  

Cronaca

Scuole superiori passate al setaccio dai Carabinieri. Sono stati effettuati controlli antidroga negli istituti superiori del Vallo di Diano da parte dei militari della Compagnia di Sala Consilina.  

Gli uomini del capitano Davide Acquaviva, con l’ausilio delle unità cinofile dei Carabinieri di Sarno, hanno ispezionato gli studenti ed eseguito verifiche all’interno degli edifici scolastici. Il tutto con l'impiego di cani altamente addestrati per la ricerca di droga. E sono state rinvenute, nascoste nei bagni, alcune quantità di stupefacente. In particolare si tratta di marijuana ed hashish, che i militari hanno sottoposto a sequestro.

Ulteriori accertamenti – fanno sapere dall’Arma valdianese – saranno condotti sui responsabili della detenzione dello stupefacente sotto il coordinamento investigativo delle Autorità giudiziarie competenti, quella ordinaria e quella dei minorenni, di Lagonegro e Potenza.

Il servizio ha l’obiettivo primario di disincentivare il consumo e lo spaccio tra i giovani che sono sempre più esposti alle facili lusinghe della droga.

Ma l’azione dell’Arma non è solo di repressione. Il programma di prossimità ai giovani è condotto anche attraverso il progetto “Carabiniere in classe”, ovvero periodici incontri sui temi della legalità con rappresentanti dell’Arma stessa rivolti agli studenti delle scuole di ogni livello e grado, finalizzati anche alla conoscenza ed all’orientamento per carriere nelle forze armate e di polizia.

Rosa ROMANO

 

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.