Cronaca

Cronaca

CCPAGANI

Ieri sera a Pagani i Carabinieri della locale tenenza hanno arrestato in flagranza di reato un 53enne del posto responsabile di detenzione illecita di armi e munizioni clandestine. L’operazione rientra nell’ambito delle indagini sull’esplosione di colpi d’arma da fuoco che, la notte precedente, aveva danneggiato la saracinesca di una sartoria industriale in via Farina. I militari, nel corso di una perquisizione presso l’abitazione dell’uomo e all’interno di altro locale nelle vicinanze, adibito a deposito e di proprietà di un amico, hanno rinvenuto due pistole (di cui una con matricola abrasa e una modificata e resa perfettamente funzionante), numerose munizioni e bossoli di vario calibro, coltelli a serramanico e a lama fissa, diversi pugnali e una noccoliera “tirapugni”. Tutto sequestrato e l'uomo è agli arresti domiciliari, in attesa di convalida.

Cronaca

GdFSALERNO thumb307

Sin dalle prime ore della mattina, oltre 250 militari della Guardia di Finanza di Salerno, coadiuvati da 17 funzionari doganali, su disposizione della locale Procura della Repubblica, stanno eseguendo, nelle province di Salerno, Avellino, Caserta e Napoli, un’ordinanza di custodia cautelare personale emessa dal GIP del Tribunale di Salerno, nei confronti di 69 soggetti ritenuti responsabili, a vario titolo, di plurimi reati commessi nell’area portuale salernitana.

Il provvedimento riguarda funzionari doganali, personale sanitario, spedizionieri, dipendenti di società operanti nel porto di Salerno, indagati a vario titolo, in concorso, per ipotesi di peculato, corruzione, favoreggiamento personale, falso, traffico di influenze illecite, accesso abusivo a sistemi informatici, ricettazione, contrabbando e traffico internazionale di rifiuti.

I particolari dell’operazione verranno illustrati con una successiva comunicazione per via telematica del Procuratore della Repubblica di Salerno, a partire dalle ore 10.00.

Cronaca

RIFIUTI SASSANO

Un televisore, un frigorifero ed altri rifiuti a far bella mostra di se a Sassano. Continua lo scempio nella città dell'orchidea. Ancora rifiuti abbandonati in maniera indiscriminata e senza alcun rispetto per la natura e per la salute a Sassano. Una nuova micro discarica abusiva è stata rinvenuta in località Valle a Sassano dove rifiuti ingombranti ed ogni altro genere di spazzatura è stata abbandonata ed ammassata in un angolo. Nonostante il coronavirus e i divieti, pare che non si cambi mai la brutta abitudine di abbandonare i rifiuti, seppur il servizio di raccolta sia relatà ormai da anni con la comodità anche di poter lasciare i rifuti ingombranti davanti casa dove gli operatori dei settore ecologico degli enti comunali provvedano poi a ritirarli. Si susseguono le denunce, che arrivano alla nostra redazioni, in cui si evidenzia la predisposizione dell'essere umano a dannegiare l'ambiente dimentichi dei danni anche alla salute umana che si arrecano

Cronaca

mascherine

Sono state consegnate oggi al Comune di Eboli, dal locale Comando Compagnia Carabinieri, le mascherine sequestrate nello scorso mese di marzo e che, con l’ausilio del personale della Protezione Civile e della Croce Rossa, saranno distribuite ai cittadini ebolitani  bisognosi che ne facciano richiesta.

Le mascherine sono state sequestrate dai Carabinieri durante i servizi preventivi finalizzati al rispetto delle misure di contenimento per COVID-19 e delle norme sulla vendita del materiale ritenuto indispensabile, visto lo stato di necessità. In particolare, presso un esercizio commerciale di Eboli, i militari hanno accertato la vendita di mascherine F.F.P.2 ad un prezzo eccessivamente oneroso rispetto all’effettivo valore di mercato. Inoltre, dopo il sequestro, i successivi accertamenti hanno consentito di accertare che le mascherine riportavano un marchio CE non autentico.

I dispositivi sono stati quindi sottoposti ad una perizia tecnica eseguita con l’ausilio del Dipartimento di Prevenzione e Protezione dell’Asl di Salerno, dalla quale è emerso che, pur non essendo utilizzabili in campo sanitario, potevano essere comunque destinati all’utilizzo della popolazione. Dunque le mascherine sono state assegnate al Comune di Eboli per la distribuzione ai cittadini bisognosi.

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.