Cronaca

Cronaca


A Polla questa notte profanato il locale cimitero. Ignoti si sono introdotti all'interno della struttura, rubando vasi e grondaie e non risparmiando nemmeno le lapidi, alcune delle quali sono state danneggiate. Indignazione ovviamente per quanto accaduto in un luogo così sacro come il cimitero da parte della cittadinanza pollese.

Cronaca

 alt

Nella tarda serata di ieri a Sant'Arsenio i militari della Stazione di Polla unitamente a quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile, coordinati dal Comando Compagnia Carabinieri di Sala Consilina, hanno deferito per i reati di minaccia armata e detenzione illegale di armi un 50enne del posto. I militari dell'arma sono intervenuti in seguito ad una denuncia per subita minaccia con arma presentata dal figlio della convivente del 50enne. A seguito della conseguente perquisizione domiciliare, l'uomo è stato trovato possesso di una pistola giocattolo, priva del previsto tappo rosso, riconosciuta come l'arma utilizzata per minacciare il ragazzo. I carabinieri hanno inoltre rinvenuto altre armi e munizioni, illegalmente detenute, tutte poste sotto sequestro. Nello specifico son state sequestrate 1 fucile da caccia calibro 12 e 78 cartucce calibro 12

Cronaca

alt

Il sindaco di Montesano sulla Marcellana Donato Fiore Volentini manifesta piena solidarietà con il la Comunità e con il primo cittadino di Buonabitacolo in relazione alla notizia che Terna starebbe valutando l'ipotesi di traslocare la Centrale Elettrica da Montesano Scalo a Buonabitacolo. "Mi sembra il caso di precisare che l'auspicio di tutti –sottolinea Volentini- è che Terna delocalizzi ma fuori dal Vallo di Diano, non certo a Buonabitacolo. E' un problema che investe tutto il territorio, e ribadisco che la centrale elettrica non la vogliamo né a Montesano né altrove nel Vallo di Diano"

Cronaca

alt
Questa mattina a Pertosa i Carabinieri della Stazione di Auletta, coordinati da comando compagnia di Sala Consilina, a conclusione di uno specifico servizio hanno rivenuto, occultate nella vegetazione all'interno di un uliveto, 23 piante di marijuana, con altezza variabile dai 50 cm ai 2 metri, per un peso complessivo pari sette kg circa. Le piante sono state sottoposte sequestro, sono in corso le indagini da parte dei militari dell'arma per risalire ai responsabili della coltivazione illegale

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.