Cronaca

Cronaca


Davvero deprecabile quanto accaduto nel Parco dei Mulini di San Pietro al Tanagro. Ignoti hanno infatti imbrattato con bombolette spray di vernice l'arredo urbano e la pavimentazione, danneggiando anche gli alberi secolari. Sulla vicenda indagano i carabinieri

Cronaca


Nella mattinata di ieri una donna di Sassano ha avvertito un malore mentre era in visita alla Madonna della Neve sulla cima del Monte Cervati. Il pronto intervento del comandante del corpo forestale dello stato di Piaggine e dell'eliambulanza, ha fortunatamente impedito conseguenze più gravi

Cronaca

Si è tenuto nel pomeriggio di oggi, presso la sede amministrativa della Banca Monte
Pruno, un fondamentale incontro per riuscire a trovare delle soluzioni adatte a risolvere
l'ormai duratura situazione problematica della Ergon SPA.
Sono stati illustrati da parte del Presidente dell'organo liquidatore, ing. Nicola Radesca, le
linee guida per la risoluzione delle criticità economiche e finanziarie della società.
È apparso evidente, dalle parole dell'ing. Radesca, come il futuro della Ergon SPA passi
per una riduzione complessiva dei costi e per il rapido recupero di tutti i crediti vantati
nei confronti degli Enti.
La Banca Monte Pruno, sempre sensibile alle problematiche del territorio, non ha fatto
mancare il suo sostegno, garantendo la massima disponibilità a favore della Ergon SPA.
Occorre sottolineare come già in passato la Banca abbia sempre garantito ampia
vicinanza alla società, dando grande attenzione ad un soggetto economico che dà lavoro
a tante persone all'interno del territorio di competenza.
Il Responsabile dell'Area Crediti della Banca, dott. Antonio Pandolfo, presente
all'incontro, ha dichiarato che la Banca ritiene valide le linee guida prospettate dall'ing.
Radesca ed ha dato la massima disponibilità per sostenere la Ergon SPA nel pagamento
almeno della prossima mensilità ai dipendenti.
Il Direttore Generale Michele Albanese, inoltre, ha sottolineato che l'impegno della
Banca è subordinato, ovviamente, ad una seria riflessione da parte di tutti gli Enti
comunali clienti della Ergon SPA, i quali dovranno rispettare con maggiore costanza tutti
gli impegni assunti e regolarizzare, il prima possibile, i pagamenti dovuti, evitando inutili
e sterili polemiche che non fanno altro che aggravare la situazione di numerose famiglie
che lavorano per la Ergon SPA.
Il Direttore ha evidenziato come sia impensabile che queste famiglie debbano vivere
momenti così difficili non percependo gli stipendi dovuti.
Infine, lo stesso ha ricordato che bisogna tener conto della dignità di queste persone che
hanno esigenze e bisogni come tutti ed ha dichiarato tutta la sua solidarietà nei loro
confronti.

alt

Cronaca


Tragedia sfiorata a Monte San Giacomo: bimba di 2 anni trova un pezzo di vetro in un pacchetto di patatine, e resta ferita alla bocca e ad una mano. La gravissima vicenda si è verificata lo scorso 26 Luglio, giorno della festa di Sant'Anna, ma è stata resa nota solo in queste ore dai familiari della bambina e dal responsabile del Codacons Vallo di Diano Roberto De Luca. Da quanto si apprende il pacchetto di patatine era stato comperato in un negozio di Monte San Giacomo, e la bimba le stava mangiando seduta nel suo passeggino, condotta a passeggio dai genitori lungo il corso principale del paese, gremitissimo di persone in occasione della festa. All'improvviso la piccola dall'interno del pacchetto di patatine ha estratto il pezzo acuminato di vetro, della lunghezza di circa 5 cm, e non accorgendosi di nulla ha provato ad introdurlo in bocca. Solo un caso fortunato ha voluto che la bimba non riuscisse ad ingoiarlo, ma nel tentativo si morderlo è rimasta comunque ferita ad un labbro ed anche ad una delle ditine con le quali l'aveva afferrata. A quel punto la piccola ha richiamato l'attenzione dei genitori, per i quali ovviamente dopo un attimo di sbigottimento è sopravvenuto il panico. La vista del sangue e del vetro, unita all'incertezza su cosa la bimba avesse potuto ingoiare, ha generato momenti di vero terrore per il padre e la madre della piccola. Fortunatamente i due hanno trovato immediato soccorso ed aiuto da parte di un medico ed un infermiere presenti in piazza. La bimba è stata così medicata e disinfettata, ma ovviamente per diverse ore è stata tenuta sotto controllo, e la famiglia ha dovuto convivere con il terrore che avesse potuto ingoiare un pezzo di quel vetro. La vicenda fortunatamente ha avuto esito positivo, ed oggi la bimba sta bene, ma ovviamente quanto accaduto ha segnato profondamente la famiglia. Nei giorni scorsi i genitori della piccola hanno denunciato i fatti presso la Stazione Carabinieri di Sassano, che hanno avviato le indagini e cominciato ad ascoltare le testimonianze, tra le quali quella del titolare del negozio dove le patatine erano state comprate. Consegnato anche in pezzo di vetro ed il pacchetto di patatine, per le analisi del caso. Sul pezzo di vetro dovrebbero essere ancora presenti le tracce di sangue della piccola, mentre all'interno del pacchetto di patatine potrebbero esserci tracce dello stesso vetro. "E' accaduto qualcosa di gravissimo –ci conferma al telefono lo zio della bimba- e solo a pensarci ancora oggi mi vengono i brividi. La vita della nostra intera famiglia e soprattutto di mia nipote poteva essere sconvolta per sempre, è un episodio inconcepibile ed i responsabili vanno immediatamente individuati". Sulla vicenda è intervenuto immediatamente il responsabile del Codacons Vallo di Diano Roberto De Luca: "Da parte nostra chiediamo alle autorità che stanno verificando i fatti –sottolinea De Luca- che si effettuino i controlli per evitare che casi di questo tipo possano verificarsi di nuovo. Indichiamo al pubblico, senza creare allarmismi di sorta, che è sempre opportuno vigilare – così come ha ben fatto il genitore della bambina di Monte San Giacomo – sui consumi dei prodotti acquistati per i propri figli".
Antonio Sica

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.