Cronaca

Cronaca


Ieri a Salerno si è tenuta una nuova udienza preliminare del Processo Chernobyl. Presente tra gli altri il responsabile del Codacons Vallo di Diano Roberto De Luca, che ai nostri microfoni fa il punto della situazione in attesa dell'Udienza preliminare conclusiva fissata per martedì 25 Febbraio.

Cronaca

Lite per futili motivi sfocia in delitto a Lagonegro. È successo nel pomeriggio di ieri in un bar per poi culminare con la tragedia in strada, dove un giovane di 19 anni è stato ferito mortalmente al torace da un coltello. Ferito, ma se le sue condizioni non destano preoccupazioni, anche un uomo di 57 anni. 4 le persone coinvolte, 2 giovani e i loro padri. La causa scatenante della lite si pensa possa essere stata uno sguardo di troppo tra i 2 giovani, sfociata poi in un violento litigio all'interno del locale di Lagonegro che sembrava poi essersi risolto senza gravi conseguenze. All'uscita dal locale, però, la lite è ripresa e questa volta ai due giovani si sono aggiunti anche i rispettivi padri. Nel corso della lite sembra siano spuntate due armi da taglio: un coltello e un'ascia. Ed è prorpio con il coltello che il giovane 19enne è stato ferito mortalmente al torace. Immediato l'intervento dei soccorsi che hanno provveduto al trasporto del giovane presso il vicino ospedale di lago negro dove è stato sottoposto ad intervento chirurgico. Inutile però il tentativo dei medici di salvare la vita al ragazzo, che è morto a causa della gravità delle ferite riportate. Nel corso della lite è stato ferito anche un uomo di 57 anni, colpito dal padre del ragazzo accoltellato. Anche per il 57enne si è reso necessario il trasporto presso l'ospedale di Lagonegro con successivo trasferimento presso il presidio ospedaliero di Potenza, dove è attualmente ricoverato in gravi condizioni anche se non sembra sia in pericolo di vita. Sono in corso le indagini da parte dei carabinieri di Lagonegro che in queste ore stanno ascoltando diversi testimoni presenti sul luogo nei due momenti della lite, per cercare di risalire alle cause esatte che hanno scatenato la rissa sfociata poi in tragedia e la dinamica dell'accaduto

Cronaca

 

 

Questa mattina, presso la chiesa della Madonna di Pompei a Silla di Sassano, i funerali di Francesco Marchetta, il 26enne morto lo scorso sabato a seguito di un malore mentre era a casa. Amici e parenti si sono stratti intorno alla famiglia. Il giovane, sabato mattina, si era sentito male e i familiari avevano immediatamente allertato i soccorsi. I sanitari del 118 avevano provveduto ad effettuare immediatamente il massaggio cardiaco per tentare di rianimarlo ma, nonostante i numerosi tentativi e la corsa in ospedale, il ragazzo ha perso la vita. La procura della Repubblica di Lagonegro aveva disposto l'esame autoptico effettuato lo scorso martedì, per chiarire le esatte cause del decesso. Questa mattina i funerali celebrati dal parroco Don Bernardino Abbadessaalt

Cronaca

alt

Nella mattinata odierna, i Militari della Compagnia di Sala Consilina, nell'ambito di servizi di controllo del territorio volti a reprimere atti illegali, hanno deferito in stato di libertà un ragazzo e segnalato due persone per la misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio.
Ad essere deferito alla Procura della Repubblica di Lagonegro per violazioni al codice della strada, è stato un giovane 20enne che, durante un controllo effettuato dal Nucleo Operativo e Radiomobile a Sala Consilina, è risultato sprovvisto della patente. Inoltre il mezzo utilizzato del 20enne è risultato sprovvisto di copertura assicurativa, e per tale motivo sottoposto a sequestro.
A Montesano Scalo i Militari della Stazione di Buonabitacolo, nel corso di servizi antirapina, hanno segnalato due persone per l'irrogazione del foglio di via obbligatorio per tre anni dal comune termale del Vallo di Diano. La coppia, originaria della Sicilia e già nota alle Forze dell'Ordine, è stata trovata infatti nei pressi di un ufficio postale, e non ha saputo giustificare la propria presenza in loco.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.