Attualità

Attualità

contagigenerico

Salerno e provincia a rischio zona rossa. Troppi casi, siamo tra le 24 province italiane che hanno superato i 250 contagi ogni 100mila abitanti.

È ufficialmente terza da queste parti, a confermarlo il bollettino settimanale dell'Asl, dal quale emergono 3mila nuovi casi in una settimana, mille in più rispetto alla precedente, e 37 morti. Sono 9335, complessivamente, i contagiati nel corso di febbraio, 4mila in più rispetto a gennaio. A risentire di più dell'impennata dei casi è l'Agro.

Ma è un po' in tutta la Campania che la zona arancione non ha avuto le conseguenze sperate: a farsi sentire pare sia l'effetto varianti, soprattutto quella inglese: più contagi giornalieri, incidenza per 100mila abitanti in crescita, indice Rt con profilo esponenziale, sub-intensive pressoché esaurite. Se tutta la regione passerà o meno in zona rossa dipende dall'andamento dei contagi.

Attualità

Il Forum dei Giovani di San Pietro al Tanagro dallo scorso 1^ marzo ha dato ufficialmente il via alle attività del progetto denominato “Protagonismo Giovanile & Sviluppo Aree Interne” finanziato, nell’ambito del programma Giovani In Comune, per 15mila euro dalla Regione con un cofinanziamento da parte del Comune 1.500euro.

Un programma ambizioso e con una visione precisa: sostenere il protagonismo dei giovani per un loro pieno coinvolgimento nella vita economica, sociale e politica del Comune di appartenenza e del Vallo di Diano.

Il progetto del Forum presieduto da Giovanni Pagliarulo "è incentrato - spiega lo stesso presidente - sulle politiche di formazione e di educazione che favoriscano la partecipazione e l’ inclusione dei giovani nella vita sociale del paese rispondendo ad un bisogno essenziale della comunità giovanile di disporre di spazi pubblici, gratuiti ed accessibili, dove poter esprimere il proprio talento, far emergere le proprie attitudini, acquisire conoscenze ed abilità anche pratiche, realizzare un’esperienza di vita e di lavoro, socializzare e confrontarsi con i loro coetanei a livello locale e nazionale  alimentando  una rinnovata fiducia in se stessi.  Il progetto costituisce una concreta e attuale  politica a sostegno della “generazione digitale e ambientale” per renderla protagonista del suo futuro e contenere l’abbandono delle nostre aree interne. Siamo consapevoli - conclude -  dell’importanza di attivare una co progettazione innovativa  con altri giovani del comprensorio del Vallo di Diano al fine di creare una nuova cultura in materia di sviluppo che va oltre i propri Paesi di appartenenza con una visione tesa a creare opportunità di cooperazione in ambito  nazionale e comunitario.  

Rosa ROMANO

Attualità

Con il progetto, presentato, "Cambiamenti: innovare le menti attraverso la cultura, l'arte e l'ambiente" i Comuni di Auletta e Pertosa hanno partecipato insieme all'avviso pubblico Educare in comune del Dipartimento per le Politiche della Famiglia finalizzato al contrasto alla povertà educativa e all'esclusione sociale, peggiorate a seguito della pandemia, e al sostegno delle opportunità culturali dei minorenni.

Saranno finanziati progetti territoriali rivolti a giovani da 0 a 18 anni in una delle tre aree previste: famiglia come risorsa; relazione e inclusione; cultura arte e ambiente. Le risorse finanziarie dedicate all'avviso sono pari a 15milioni. Ciascuna proposta progettuale potrà beneficiare di un finanziamento minimo di 50mila euro o massimo di 350mila euro.

Auletta e Pertosa hanno deciso di presentare una proposta progettuale nell'ambito della terza area tematica in collaborazione con diversi organismi del territorio: l'Associazione Lo Stare Insieme; la Fondazione MIdA; e la Cooperativa Fili d'Erba.

Le proposte progettuali dovevano valorizzare lo sviluppo delle potenzialità fisiche, cognitive, emotive e sociali di bambini e adolescenti per renderli individui attivi e responsabili all’interno delle proprie comunità; dovevano, inoltre, prevedere interventi e azioni in linea con gli obiettivi della Child Guarantee e essere volti a contrastare gli effetti negativi prodotti dalla pandemia sui più giovani.

Il loro progetto, che è rivolto ai ragazzi da 6 a 18 anni, svolgerà - spiegano i promotori - un'importante funzione di attivazione delle comunità giovanili attraverso diverse azioni: itinerari e visite guidate alla scoperta delle due località; laboratori di artigianato eco-sostenibile, di disegno e pittura, di fotografia, di teatro e danza, di turismo esperienziale.

Rosa ROMANO

Attualità

pagliarulo - spano

Con 13 voti favorevoli e uno solo contrario, quello del sindaco di Padula Paolo Imparato, sono stati eletti questo pomeriggio assessori della Comunità Montana Vallo di Diano i consiglieri Antonio Pagliarulo e Gaetano Spano.

La nomina della nuova Giunta era infatti l'argomento al centro della discussione del Consiglio Generale della Comunità Montana di oggi.

"Per me è motivo di grande soddisfazione essere il presidente di questa nuova giunta", ha affermato Cavallone. I due nuovi assessori hanno ringraziato i presenti per la fiducia accordata.

"Mi date un'emozione grandissima stasera - ha detto Spano -, la prima volta ero inesperto, ora con la riconferma mi date atto del lavoro svolto".

"Mi appresto per la prima volta a ricoprire questo ruolo - ha affermato Pagliarulo - . L'obiettivo primario sarà quello di impegnarsi per il territorio. Stiamo vivendo un momento particolare e dobbiamo lavorare tutti insieme".

Il sindaco Imparato ha votato contro per due motivi, ha spiegato. "Uno tecnico, in quanto non è stata rispettata la parità di genere, e un motivo politico - ha affermato - , in quanto si mortifica la comunità di Padula, ritengo che ci sia stato un disegno politico contro la mia persona".

Antonella D'ALTO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.