Attualità

Attualità

turismocampaniagenerico

La Giunta Regionale ha approvato il programma di partecipazione alle fiere nazionali e internazionali del Turismo per l'anno 2021 che promuoveranno, nella chiave di lettura nuova imposta dall'emergenza Covid, prodotti e servizi sul mercato interno ed estero, attraverso il contatto diretto tra gli operatori del turismo in vista di una futura ripresa dei flussi internazionali a seguito delle campagne vaccinali.

In questa situazione di grande incertezza - dicono dalla Regione - è importante che la “Destinazione Campania” sia ben posizionata nella comunicazione di settore, evidenziando i propri valori attrattivi e distintivi, legati alla cultura, alle tradizioni, alla natura, all'enogastronomia, alla ricettività, alla salute e al benessere. Sono state individuate le fiere più rappresentative a livello locale (BMT di Napoli e BMTA di Paestum), nazionale e internazionale, da Milano a Rimini, da Berlino a Barcellona, Londra e Cannes, riservando una particolare attenzione al segmento MICE (Meeting, Incentive, Conference and Exhibition), che procura cospicui introiti alla aree urbane specializzate in questo settore.

Attualità

vaccinigenerico

La Campania prova a fare da sé per quanto riguarda l'acquisto dei vaccini.

Il presidente Vincenzo De Luca ha accelerato le procedure, per aumentare le scorte a disposizione, bypassando il Governo. Éstato dato mandato alla Soresa di stipulare i contratti con le aziende produttrici per un approvvigionamento regionale.Il via libera è arrivato martedì, la Regione Campania dunque provvederà autonomamente.

Precedentemente il Consiglio regionale aveva dato l’ok per avviare la trattativa commerciale con la Russia per assicurarsi il vaccino anti-Covid Sputnik V che però non ha ancora ottenuto l’ok delle autorità farmaceutiche europee

Attualità

Si chiama “Non sarò più la tua vittima“ il progetto con il quale il comune di Polla, guidato dal sindaco Massimo Loviso, ha partecipato all’avviso pubblico “Educare in comune”, pubblicato dal Dipartimento per le Politiche della Famiglia e rivolto ai comuni, con l’obiettivo di contrastare la povertà educativa e sostenere le opportunità culturali, formative ed educative dei minori.

Il comune aveva annunciato la volontà di prendere parte all’avviso e ora ha comunicato di aver inviato entro la scadenza prefissata la domanda, presentando il progetto “Non sarò più la tua vittima“, il cui scopo è quello di promuovere la conoscenza della problematica relativa alla violenza di genere tra i giovani. L’iniziativa, fanno sapere dal comune, andrà ad interessare soprattutto il mondo della scuola con progetti contro il bullismo.

Il progetto presentato rientra nell’area tematica “relazione ed inclusione” ed è volto a promuovere la conoscenza delle problematiche relative alla violenza di genere, attraverso un’opera attiva di informazione soprattutto negli ambienti scolastici, portando il ruolo delle scuole e dei centri educativi non formali – si legge nella nota - ad un livello superiore per la prevenzione della violenza di genere tra i giovani e nella promozione di rapporti basati sulla tolleranza, il rispetto e l’uguaglianza. L’avviso prevede risorse finanziarie pari a 15 milioni di euro.

Ciascuna proposta progettuale potrà beneficiare di un finanziamento minimo di 50 mila e fino ad un massimo di 350 mila euro.

Antonella D'ALTO

Attualità

Strategia Aree Interne, obbiettivi dei fondi del Recovery e soprattutto la posizione strategica del Vallo di Diano, sono questi alcuni dei punti inseriti nella delibera di giunta comunale di Sala Consilina in materia di alta Velocità, primo comune ad aver dato seguito a quanto deciso nel consiglio generale della Comunità Montana Vallo di Diano i cui membri hanno approvato integralmente nel testo proposto dal presidente senza apportare modifiche.

Venerdì scorso, 26 febbraio, dopo la definizione e l’approvazione del testo della delibera che sarà sottoposta a votazione nei singoli comuni valdianesi, la giunta comunale di Sala Consilina si è riunita per l’approvazione del testo che, innanzitutto manifesta la propria soddisfazione per il progetto di Rete Ferroviaria Italiana ritenuto do grande interesse anche dai cittadini. Nella delibera proposta dal presidente della Comunità Montana Francesco Cavallone, viene spiegata illustrata l’importanza del territorio del Vallo di Diano come ampia area ricadente in zona protetta e situato in zona strategica e di confine.

“Il Vallo di Diano – si legge sul documento approvato in giunta a Sala Consilina - è area dove si intersecano i confini del più esteso giacimento naturalistico d’Italia per circa 450.000 ettari (Parco Nazionale del Cilento, Alburni e Vallo di Diano, Parco del Pollino e Parco dell’Appennino Lucano”.

Vengono inoltre elencate tutte le aree con cui il Vallo di Diano è ben collegato, sottolineando però la necessità di realizzare infrastrutture di valenza tecnologica per lo sviluppo di tutte le aree interessate. Condividendone pienamente la struttura del progetto e annunciando la disponibilità ad esprimersi favorevolmente alla realizzazione della tratta, nel deliberato si fa anche espressa richiesta di una fermata sul territorio come necessaria per consentire la ripresa dopo il difficile momento economico che si sta attraversando.

A tal proposito annunciano di essere pronti a “porre in essere tutte le iniziative che si riterranno utili a sostegno dell’importante iniziativa progettuale che si intende realizzare nei territori del Vallo di Diano, ribadendo la condivisione e l’opportunità che l’Alta Velocità passi per il Vallo di Diano, con una fermata in zona, ed auspicando che, in coerenza con le tante dichiarazioni politiche ascoltate con riferimento alla drammatica crisi sanitaria e all’assoluta necessità della ripresa economica del Paese, l’opera possa essere avviata davvero in tempi europei.

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.