Attualità

Attualità

Dopo Monte San Giacomo e Teggiano anche Casalbuono e Sala Consilina hanno deciso in che modo utilizzare i fondi il governo che ha messo a disposizione dei comuni al di sotto dei 20mila abitanti. Annunciati qualche settimana fa, nella Legge di Bilancio 2019 è prevista tale misura a favore delle piccole realtà. Per la provincia di Salerno ammontano complessivamente a 8 milioni di euro. Tutti i Comuni della zona sono interessati dal finanziamento non oltrepassando nessuno di essi la soglia dei 20mila abitanti.

Ogni Comune è tenuto ad iniziare i lavori entro il 15 maggio prossimo onde evitare la revoca del contributo per il mancato rispetto del termine. Pochi i Comuni del comprensorio che hanno già individuato la destinazione dei fondi vincolati a interventi per piccole opere su scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale. L’ammontare del contributo non è uguale per tutti i comuni ma è calcolato sulla base del numero di abitanti.

Sala Consilina riceverà 100mila euro e ha deciso di utilizzarli per la messa in sicurezza e il rifacimento della pavimentazione del marciapiede di Corso Vittorio Emanuele. A Casalbuono invece che riceverà 40mila euro saranno spesi per la rete idrica comunale.

Avevamo già parlato di Monte San Giacomo dove, con 40mila euro, si interverrà sull’antico lavatoio pubblico Fontana Silvana e la messa in sicurezza delle strade comunali.  E Teggiano che invece userà i suoi 70mila euro per Piazza Portello e per interventi di manutenzione straordinaria quali asfaltatura di strade comunali e rifacimento di segnaletica orizzontale, guardrail e segnaletica verticale.

È stabilito che sarà erogato un contributo di 40mila euro per i Comuni fino a 2 mila abitanti (quindi potrebbero beneficiarne anche Pertosa, Salvitelle, San Pietro al Tanagro, San Rufo), di 50mila per quelli fino a 5 mila abitanti (Atena Lucana, Auletta, Buonabitacolo, Caggiano, Sant’Arsenio, Sanza, Sassano), di 70 mila per i comuni fino a 10 mila abitanti (Montesano sulla Marcellana, Padula, Polla) e di 100 mila euro per quelli fino a 20mila abitanti.

Rosa ROMANO

Attualità

"Il Carnevale deve andare avanti. Non ci si può fermare davanti ad un gesto inqualificabile". Con queste parole il consigliere comunale Osvaldo Casalnuovo commenta quanto accaduto nella notte tra sabato e domenica quando, con gesto vile, è stato incendiato uno dei carri allegorici che domenica prossima 24 febbraio doveva sfilare per le vie di Buonabitacolo per l'inizio del Carnevale con Peter Pan.

Con atto ignobile ignoti si sono introdotti all'interno del capannone dove erano custoditi i carri allegorici, di proprietà del consigliere Casalnuovo, con l'intendo forse di distruggerli tutti. All'interno del capannone, che non ha subito particolari danni, hanno trovato solo il Galeone di Peter Pan contro cui si sono poi accaniti dando fuoco al carro allegorico.

Un carro, come gli altri, che era stato realizzato dai volontari dell'Associazione Sorriso della Solidarietà che, nel tempo libero, togliendo spazio alle proprie famiglie e ai propri affetti, al termine di giornate lavorative, anziché riposare, dedicavano il loro tempo alla comunità e, di conseguenza alla realizzazione del carro di Carnevale.

Un gesto incommentabile che ha ferito in primis i destinatari dell'attività di solidarietà cioè bambini e famiglie di Buonabitacolo. Da qui la rabbia dei cittadini che condannano fortemente tale ignobile atto di vandalismo. Anche il sindaco Giancarlo Guercio stigmatizza duramente quanto accaduto ricordando come nelle fattezze dell'essere umano vi sia la solidarietà e lo spirito di appartenenza che vanno necessariamente recuperati. Il commento del primo cittadino si apre analizzando il tempo che stiamo vivendo fatto di "abbrutimento, degenerazione, egoismo e solipsismo".

A Buonabitacolo, in ogni caso non ci si arrende ai vandali e, sin da subito, i volontari si sono attivati per realizzare nuovamente il Galeone che, a questo punto, sarà anche il protagonista assoluto del Carnevale. Un carro che avrà il sapore della rinascita e sarà simbolo di una comunità che non è disposta a cedere alla cattiveria. Un invito lanciato fortemente proprio dal consigliere Casalnuovo che, elogiando il lavoro dei volontari invita ad alzare la testa e festeggiare il Carnevale perché, spiega, non ci si può far fermare da un gesto inqualificabile". 

I volontari già dal pomeriggio di ieri erano a lavoro per realizzare il nuovo Galeone. Sulla pagina Facebook Buonabitacolo Fuscion è stato pubblicato l'annuncio per la richiesta di aiuto e collaborazione nella realizzazione visti i tempi stretti. "Il Galeone sta per rinascere - scrive Gianno Manadarano - servono persone e giornali per cartapesta"

 

Il carnevale a Buonabitacolo si farà e sarà ancor più bello ed importante.

Anna Maria CAVA

Attualità

pianozonas9telesoccorso

Telesoccorso gratuito per anziani e disabili nel basso Cilento.  E’ l’iniziativa del Piano di Zona S9 che ha emanato nei giorni scorsi un avviso pubblico per la programmazione del servizio nei 17 comuni dell’ambito S9.

La candidatura per l’eventuale fruizione del servizio dovrà essere presentata dall’interessato o da un suo familiare entro il 28 febbraio 2019 compilando il modulo di domanda scaricabile dal sito internet dell’Ente. Successivamente l’Ufficio di Piano provvederà alla valutazione delle istanze stilando un’apposita graduatoria.

“Il servizio di Telesoccorso – ha spiegato Gianfranca Di Luca, la coordinatrice del Piano di Zona S9 - ha per finalità quella di garantire risposte immediate ai cittadini che vivono in contesti isolati, sono soli e che, per precarie condizioni di salute, potrebbero trovarsi in uno stato di emergenza e bisogno. Attraverso un apposito apparecchio, in caso di necessità, l'utente invia un segnale di allarme alla centrale che, ricevuta la segnalazione, attiva tempestivamente l'intervento di soccorso”.

Insomma un vero e proprio salvavita contro la solitudine.

“In un territorio come il nostro, per gli anziani può essere anche un modo per sentirsi meno soli – ha aggiunto Agostino Agostini, consigliere comunale delegato alle Politiche Sociali – e per gli operatori il modo di segnalare se ci sono situazioni di disagio su cui dobbiamo intervenire con i nostri servizi sociali”.

Il servizio sarà attuato per un anno. 

Attualità

Per gli ammanchi sui conti correnti postali di decine di pensionati del comune di Aquara il sindaco, Antonio Marino, in una lettera inviata alla direzione generale di Poste Italiane, chiede che si faccia al più presto chiarezza sull’incresciosa vicenda oltre a sollecitare i risarcimenti.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.