Attualità

Attualità

padularoma

È stato presentato ieri, presso la Sala Aldo Moro di Montecitorio, nel corso dell’incontro “Combattere la mafia: la vita di un testimone di giustizia”, il libro “In culo alla mafia” di Emanuele Cavallaro, sindaco di Rubiera (RE), sulla vicenda di Ignazio Cutrò, presidente dell'Associazione Nazionale Testimoni di giustizia.

Presenti, oltre all'autore e al protagonista del libro, la deputata Piera Aiello, testimone di giustizia, e il Procuratore aggiunto del Tribunale di Agrigento, Salvatore Vella.

A moderare, il giornalista Rai Giuseppe Laganà.

Presente all’incontro una delegazione di Padula, formata da Filomena Chiappardo, assessore alla Cultura del Comune di Padula, Enrico Tepedino, segretario dell’Associazione Internazionale Joe Petrosino di Padula, Pasquale Chirichella, consigliere dell’Associazione. Insieme a loro Sergio Cirelli, Ispettore Capo della Polizia di Stato.

“Continuiamo a sostenere le battaglie di Ignazio Cutrò ed essere presenti a Montecitorio ha avuto per noi un significato molto importante – ha dichiarato l’assessore Chiappardo – Cutrò è legato a Padula, all’Associazione Internazionale Joe Petrosino e ha preso parte al progetto “Prevenzione della corruzione-testimonianze-da Joe Petrosino ai giorni nostri” incontrando gli studenti del Liceo Scientifico “Pisacane”. È fondamentale continuare a mantenere alta l’attenzione sui testimoni di giustizia e sulle loro storie e il libro di Emanuele Cavallaro va proprio in questa direzione”.

Attualità

fondazionepadula

Giovedì 21 febbraio, alle ore 11:00, presso la Casa Museo Joe Petrosino di Padula si terrà la conferenza stampa sulla “Convenzione Fondazione MIdA – Comune di Padula” relativa alla gestione integrata dell’offerta turistica. Saranno presenti: Francescantonio D’Orilia, presidente Fondazione MIdA – Paolo Imparato, sindaco di Padula - Filomena Chiappardo, assessore al turismo del Comune di Padula – Alessandro Cabib, rappresentante di Arte’M

Attualità

È entrato nel vivo il progetto di educazione ambientale del PNCVDA ‘Acqua sì ma plastic free’ organizzato di concerto con Consac e Legambiente Campania. Ha coinvolto oggi le scuole di Sassano e Monte San Giacomo dell'IC Falcone. 

La presentazione del progetto si era svolta il 5 dicembre scorso al MIUR, pochi giorni fa, il 15 febbraio, poi presso la sede del Parco c’è stata la conferenza stampa congiunta per il lancio della campagna di sensibilizzazione sul territorio.

Sono quindi partite le giornate di educazione e distribuzione delle borracce presso le scuole.

Il programma ‘Acqua sì…ma Plastic Free’ ha finalità civico – educative, partendo dal basso e promuovendo nei più giovani il corretto utilizzo dell’acqua potabile, limitando la circolazione di plastica e di prodotti monouso. Saranno coinvolti attivamente 13.000 alunni delle scuole dell’infanzia e primarie del Cilento e Vallo di Diano, a cui, nell’ambito di attività e percorsi didattici specifici, saranno distribuite altrettante borracce in alluminio riutilizzabili.

Ed è proprio ciò che è successo questa mattina a Sassano dove a parlare dell'iniziativa ai ragazzi dell'IC Falcone c'erano il presidente del Parco Tommaso Pellegrino (anche in qualità di Sindaco, insieme ai suoi assessori), il presidente di Consac Gennaro Maione, dopo la lezione didattica curata da Mariarosaria Pirfo di Consac. Tutti sono stati accolti con entusiasmo dalla dirigente scolastica Patrizia Pagano.

Rosa ROMANO

Attualità

Domenica scorsa è iniziato il nuovo progetto che vedrà protagonisti i bambini affetti da autismo denominato "Un tuffo nel blu". Accompagnati dagli operatori di cilento 4 all e da assistenti del Parco, 5 bambini affetti da autismo hanno potuto visitare, grazie alla realizzazione di un percorso speciale, i depositi del museo di Paestum. Obiettivo e creare un percorso ad hoc all'interno del museo

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.