Attualità

Attualità

coronavirus

2 contagi da Corona virus in Campania. Uno nel casertano, l'altro nel Cilento, a Vallo della Lucania. In quest'ultimo caso si tratta di una 26enne ucraina, recatasi ieri sera presso il nosocomio vallese lamentando febbre alta e tosse persistente. Avrebbe dichiarato ai sanitari di essere rientrata da Cremona, dove lavora come biologa, lo scorso 15 febbraio. Immediatamente isolata in una delle stanze del presidio, una volta arrivata la conferma del contagio dallo Spallanzani, cui era stato inviato il tampone utilizzato per il test sulla positività al virus, è stata trasferita presso il Cotugno di Napoli. Intanto, il Governatore della Regione De Luca, con apposita ordinanza, ha disposto la chiusura sino a sabato delle scuole, di ogni ordine e grado, dislocate sul territorio campano.

Attualità

download

Una settima di stop alle lezioni. Scuole chiuse, causa emergenza da Corona virus, in diversi comuni del Cilento, Diano e Alburni. Parliamo dei plessi di Buccino e Castelnuovo Cilento, dove il provvedimento è stato assunto a scopo precauzionale, e di Auletta e Caggiano, ove questi giorni serviranno a sanificare gli ambienti scolastici.  

Attualità

È stata convocata questa mattina, mercoledì 26 febbraio, nei locali dell'ex Tribunale di Sala Consilina, la conferenza dei sindaci dei Comuni che fanno capo al Distretto Sanitario 72 Sala Consilina – Polla, presieduto dal sindaco Francesco Cavallone. L’obiettivo: decidere una strategia comune al fine di fronteggiare il Coronavirus. Una riunione necessaria per uniformare i comportamenti dei primi cittadini alla luce delle disposizioni sovraccomunali e in considerazione del fatto che qui, è stato ribadito più volte oggi, non siamo in emergenza. Tutte le azioni da intraprendere dovranno essere finalizzate alla prevenzione e precauzione. L’incontro è stato utile soprattutto ai primi cittadini presenti che hanno potuto confrontarsi tra loro e interfacciarsi con il direttore del distretto, il dott. Claudio Mandelli, con il direttore del P.O. Curto, il dott. Luigi Mandia, e la dott.ssa Rosa D’Alavano che è a capo dell’Unità Prevenzione Collettiva dell’Asl Salerno. Accertato che qui non ci sono casi di soggetti affetti da Coronavirus, è stato ribadito che i sindaci dovranno incentivare i cittadini a comunicare gli spostamenti come già hanno fatto, e di assumere decisioni diverse a seconda della provenienza: se da zona “rossa” attivare il protocollo che poi coinvolgerà l’Asl, se da zone limitrofe consigliare la quarantena volontaria. Intanto fino al 10 marzo hanno deciso di sospendere tutte le manifestazioni pubbliche in luoghi chiusi. Ci spiega tutto il presidente Cavallone.

Attualità

Comunità in allerta anche nel salernitano per l'emergenza Coronavirus che si sta diffondendo in Italia.

Seppur non si registrano al momento casi accertati di contaminazione, i sindaci afferenti ai distretti sanitari del territorio si stanno riunendo per fare fronte comune nella gestione dell'emergenza sanitaria ed adottare provvedimenti unitari.

Ieri i primi cittadini dei comuni afferenti ai distretti sanitari 69 Capaccio Roccadaspide e 71 Sapri si sono riuniti per fissare una linea d'azione comune da adottare. Sia per l'area afferente al distretto di Capaccio che per il distretto di Sapri si è deciso di non adottare misure speciali e che vadano oltre le disposizioni generali indicate dal Ministero dato che, al momento, ion entrambe le aree, non si registrano casi di contaminazione da COVID-19.

Ieri sera, presso il comune di Roccadaspide si sono riuniti i sindaci, oltre che del comune ospitante anche di Albanella, Bellosguardo, Castelcivita, Castel San Lorenzo, Controne, Felitto, Laurino, Monteforte Cilento, Piaggine, Roscigno, Sacco e il Vicesindaco di Aquara che, in maniera condivisa hanno deciso di atteneresi scrupolosamente al protocollo varato dal governo e dal ministero, senza adottare misure restrittive in ordine all'interruzione di servizi pubblici confermando l'apertura delle scuole dato che, al momento non si registrano casi preoccupanti che possano lasciar ipotizzare ad un'emergenza.

Stessa decisione assunta dai sindaci del distretto 71 che si sono riuniti nella serata di ieri alla presenza anche del direttore Sanitario del Distretto Rocco Calabrese, la responsabile dell'Unità di Prevenzione e protezione dell'ASL di Salerno Rosa D'Alvano e il responsabile di Assistenza Sanitaria Francesco Fragomeno. Nell'incontro di ieri sera i sindaci del distretto 71, rimarcando la necessità di effettuare i tamponi solo ed esclusivamente su pazienti attenzionati e che presentano sintomatologia riconducibile al virus COVID-19, hanno deciso di attenersi scrupolosamente alle direttive del Governo e della Regione invitando le eprsone che tornano dalle zone rosse a comunicare la situazione.

Intanto nel primo pomeriggio di oggi anche i sindaci del distretto sanitario 72 Sala Consilina Polla si sono riuniti per stabilire la linea comune da seguire. Il presidente Francesco Cavallone, nella circostanza ha ribadito di non lasciarsi andare ad allarmismi nella consapevolezza di essere pronti a fronteggiare un eventuale stato di emergenza. I

l comune di Sassano, intanto, vista l'apertura odierna delle scuole ha disposto attività di igienizzazione del plesso con la prossima distribuzione di soluzioni igienizzanti per le mani

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.