Attualità

Attualità

Sono trascorsi 30 anni da quando un vescovo della Diocesi di Teggiano-Policastro ha organizzato visite pastorali nelle parrocchie della diocesi. Mons. Antonio De Luca ha ripreso l'iniziativa e, dopo l'esperienza negli Alburni, da domenica scorsa, è a Polla per dare il via alla visita pastorale della Forania di Polla.

Nella prima giornata il Vescovo è stato in visita presso l'ospedale Luigi Curto dove ha avuto modo di confrontarsi con i dirigenti, i medici, gli infermieri e gli operatori. Inoltre ha anche effettuato una visita degli ammalati. Visita che proseguirà tutti i giorni di questa settimana di permanenza nella comunità. Nel pomeriggio poi Mons. De Luca ha incontrato i referenti istituzionali e le forze dell'ordine locali presso l'aula consiliare Santa Chiara.

Questa mattina e nei prossimi giorni inoltre, la visita pastorale coinvolgerà le scuole, prevedendo anche incontri con le associazioni locali. Naturalmente il Vescovo sarà presente e incontrerà tutte le comunità parrocchiali locali. La visita pastorale si concluderà sabato 19 ottobre quando nel pomeriggio, a partire dalle ore 17,00 incontrerà bambini, ragazzi e giovani presso la parrocchia di Cristo Re. A seguire, alle ore 18,00 la Santa Messa conclusiva di questa visita Pastorale.

 

Anna Maria CAVA 

Attualità

Salerno batte Palermo e Caserta in una classifica decisamente poco lusinghiera. Il Sole 24 ore ha pubblicato la classifica dell'indice di criminalità in Italia. E se la maglia nera nella classifica generale, se l'aggiudica Milano, insieme a Rimini e Firenze rispettivamente al secondo e terzo posto, Salerno si posizione al 5 posto nella classifica specifica dedicata alla diffusione di reati di tipo mafioso.

La maglia nera per la diffusione della criminalità a Milano, deriva in particolare per l'alta concentrazione di reati come furti, rapine, estorsioni, truffe e frodi, violenze sessuali, infanticidi, rendendo il capoluogo lombardo la città meno sicura e più pericolosa d'Italia.

Se nella classifica generale Salerno si posizione al 46esimo posto, con le prime posizione occupate da città del nord, il meridione, purtroppo continua a  distinguersi per l'alta concentrazione di organizzazione di tipo mafioso con Salerno che avanza notevolmente nella classifica  specifica arrivando a superare città che, nell'immaginario collettivo, si sono sempre distinte per l'alta concentrazioni di organizzazione di tipo mafioso.

Delle 106 provincie esaminate, ai primi posti si vedono solo città del sud con le prime due posizione di questa terribile classifica che se le aggiudica la Calabria con Reggio Calabria e Crotone. Terza Napoli seguita da Enna. E al 5° posto troviamo Salerno. Una posizione che non rende certo merito alla provincia se si pensa che la concentrazione di organizzazioni mafiose sul territorio ha superato anche città come Catania, al 6° posto, Bari al 10°, Caserta al 16°e addirittura Palermo posizionata al 18esimo posto della classifica meglio anche di Roma al 17°.

Notizia positiva sembra essere la predisposizione delle comunità a denunciare. Sul quotidiano Il Mattino, infatti, il Questore di Salerno Maurizio Ficarra, rilasciando un'intervista ha spiegato come i dati emergono in virtù delle denunce effettuate. Ciò significa che oggi vi è più consapevolezza e più coraggio nel denunciare i reati consentendo anche alle forze di polizia di intervenire.

Un dato che comunque non meraviglia il questore che nell'intervista spiega come la classifica rispecchi quanto più volte denunciato in passato e sull'appetibilità del territorio per le organizzazioni criminali provenienti da altre province. Il fattore denunce però resta importante per il questore che ribadisce come, in tal modo, si riescono ad assicurare alla giustizia il 70% dei malviventi

Anna Maria CAVA

Attualità

Sarà dedicato al controllo della tiroide il prossimo appuntamento in programma sabato 19 ottobre promosso dall'Associazione Sapienza Onlus di Sanza in collaborazione con l'amministrazione comunale, nell'ambito dell'iniziativa che sta cercando di avvicinare i cittadini alla sanità ed in particolare per sensibilizzarli sull'importanza della prevenzione.

Attraverso il delegato del comune Antonio Citera, l'associazione presieduta da Pasquale Citera, organizza periodicamente appuntamento di controllo e screening gratuiti avvalendosi anche dell'importante supporto di medici specialisti. Nei mesi, gli appuntamenti di controllo hanno raccolto una grande partecipazione anche perché hanno consentito alla comunità sanzese di effettuare verifiche sullo stato di salute senza necessariamente dover ricorrere a prenotazioni a lungo termine oppure a lunghi spostamenti non sempre possibili.

Grazie all'Associazione Sapienza i medici specialisti raggiungono direttamente Sanza per effettuare visite gratuite ai residenti. Come la giornata dedicata alla prevenzione e al controllo delle patologie legate a disfunzioni tiroidee con l'arrivo presso il poliambulatorio comunale del Dott. Mattia Marchesano specialista di medicina e chirurgia, per effettuare screening ed ecografie gratuite alla tiroide. Controlli che potranno essere utili epr eventuali diagnosi di noduli tiroidei. Il dott. Marchesano sarà presso il poliambulatori a partire dalle ore 8,30 di sabato 19 ottobre

Anna Maria CAVA

Attualità

Potrebbe esserciuna ripicca per futili motivi alla base del macabro gesto che ha sconvolto la comunità di Agropoli. Domenica mattina i custodi del cimitero locale hanno scoperto che una tomba era stata profanata e che ignoti avevano portato via la salma di un giovane. Si continua intanto ad indagare.

Cilento Channel

 

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.