Attualità

Attualità

datigolettaverde

Questa mattina a Salerno la presentazione dei dati del monitoraggio effettuato lungo la costa campana da Goletta Verde,la storica campagna di Legambiente dedicata all’informazione sullo stato di salute delle coste e delle acque.

13 punti  sono stati monitorati nella provincia di Salerno e di questi 5 sono risultati “fortemente inquinati”: il punto alla foce del torrente Dragone nel Comune di Atrani, il punto alla foce del fiume Irno sul lungomare Tafuri di Salerno, il punto alla foce del fiume Picentino fra Salerno e Pontecagnano Faiano, il punto alla foce del torrente Asa sul lungomare Magazzeno a Pontecagnano Faiano e il punto alla foce del canale di scarico alla Marina di Eboli.

3 invece quelli “inquinati”: il punto alla foce del fiume Tusciano fra Pontecagnano e Battipaglia, il punto alla foce del rio su via Poseidonia in località Laura nel Comune di Capaccio e il punto alla foce del fiume Solofrone fra i Comuni di Capaccio e Agropoli.

Entro i limiti tutti gli altri punti, il punto sulla spiaggia di via Mantegna a Salerno, il punto alla foce capo di fiume fra Capaccio e Agropoli, il punto in spiaggia in località Caprioli nel Comune di Centola e il punto in spiaggia di fronte il rio Caca Fave in località Villammare nel Comune di Vibonati.

Attualità

Nel novo Decreto Legge di Agosto, ci sarà anche un bonus per le casalinghe. Una indiscrezione che ha incuriosito migliaia di donne nelle ultime ore. In sostanza, si tratta di denaro da investire per corsi di formazione e opportunità culturali. Un fondo che cercherà di garantire l’inclusione sociale delle casalinghe e di tutti i cittadini che lavorano in ambito domestico, attuando delle attività “senza vincolo di subordinazione e a titolo gratuito”, destinate alla cura delle persone e degli spazi domestici in collaborazione con enti pubblici e privati da destinare a chi svolge questo tipo di attività.

Al momento non ci sono ulteriori informazioni utili in merito. Entro il 31 dicembre 2020 arriverà un apposito decreto che spiegherà tutte le modalità. Sarò il ministero delle pari opportunità a decidere i criteri per la selezione delle persone che potranno ricevere questo genere di bonus, e come si potranno presentare le domande.

Ad oggi trapela che nel D. L. di Agosto sono stati inseriti 3 milioni di euro per un fondo interamente destinato alla promozione della formazione personale delle donne e, in particolare, alle casalinghe, al fine di attivare percorsi volti a favorire l’acquisizione di nuove competenze e l’accesso a opportunità culturali e lavorative.

Federico D’ALESSIO

Attualità

Obbiettivo raggiunto per Cambia Marcia, l’iniziativa intrapresa dal padulese Marco Vegliante, partito in sella alla sua bicicletta di nome “Vittoria” da Milano lo scorso 11 luglio per raggiungere la Certosa di San Lorenzo dopo aver superato sei regioni e pedalato per oltre 1500 km. Sabato scorso Marco è rientrato nel suo paese d’origine atteso da familiari, amici e da quanti lo hanno sostenuto durante il viaggio, nato con lo scopo di promuovere la ricerca sul cancro e la prevenzione, ma anche di veicolare un messaggio di speranza dedicato a tutte le persone che stanno lottando contro questo male. Obiettivo raggiunto in quanto sono stati raccolti oltre 13mila euro, su un totale di 10mila previsto, che andranno a sostenere le iniziative e la ricerca dell’Airc. Nel corso dell’incontro svoltosi in Certosa, Marco ha ribadito l’importanza del messaggio che il viaggio intendeva veicolare, ricordando lo slogan "Non fermarti davanti alla salita, cambia marcia e continua a pedalare".

Antonella D'ALTO

Attualità

Per ora, dati da prendere per le pinze. Il vero banco di prova, per il turismo nel salernitano, sarà settembre. L’aumento di turisti negli alberghi ad agosto e, in particolare, nella settimana del Ferragosto, era prevedibile. Ed è quello che sta accadendo. Mancano però, specialmente in costiera amalfitana, gli stranieri.

In Cilento si registra già qualche sold-out, a Salerno invece, volendo prenotare su Booking una camera per due persone dal 9 al 16 agosto, risulta prenotato il 98% delle strutture ricettive, tra hotel e b&b.

Tuttavia, per un’analisi corretta, bisogna prendere in esame giugno e settembre, quando ci si rende conto, davvero, delle differenze tra quest’anno e lo scorso. «Il problema – chiariscono alcuni titolari di strutture ricettive – sarà da settembre. Avevamo presenze che arrivavano a picchi del 70% con clientela estera che quest’anno non ci sarà». Ma non tutto è perduto perché il post fase acuta della pandemia può rivelarsi un’opportunità «per conquistare nuove fette di mercato». «Tanti italiani – precisano gli albergatori – sono venuti alla scoperta dei nostri territori e potrebbero diventare fedeli clienti di queste zone. Perciò, dobbiamo stringere i denti e arrivare al prossimo anno e sperare che non accada più nulla». Non resta che aspettare i prossimi mesi per tirare le somme e fare le prime stime di ciò che doveva essere e che, causa pandemia, non è stato.

Federico D’ALESSIO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.