Attualità

Piove sul bagnato, verrebbe da dire. In tempo di pandemia, poi, tutto si amplifica. Soprattutto a livello economico, dopo un anno e mezzo che ha messo in ginocchio una buona fetta della popolazione, tra chi ha perso il lavoro e chi ha perso ulteriori chances di trovarlo.

Adesso, il rischio concreto è di una vera e propria stangata sulle bollette dei consumatori. Sembrerebbe in arrivo un aumento del costo delle offerte di telefonia mobile e fissa per coloro che usufruiscono di tariffe attraverso le quali, sul canone mensile, viene spalmato anche il costo di acquisto dell’ultimo modello di smartphone o del modem necessario a collegarsi alla banda ultralarga.

È la conseguenza – dicono gli esperti del settore – di una norma inserita nel decreto legislativo che recepisce la nuova direttiva europea sul codice delle Comunicazioni elettroniche. Il testo, che sarà esaminato giovedì in Parlamento, prevede infatti che i contratti di telefonia, sia mobile che fissa, non potranno avere una durata superiore a 12 mesi, mentre oggi il limite è di 24 mesi. Staremo a vedere, auspicando che queste voci non diventino realtà.

Federico D’ALESSIO

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.