Attualità

La conferenza dei sindaci svoltasi ieri sera presso al sede della Comunità Montana Vallo di Diano è stata anche occasione per ritornare sul tema trattato nel precedente consiglio legato al tema sversamento rifiuti tossici nel Vallo di Diano. Nella seduta del consiglio era stato deciso di valutare la realizzazione di una cabina di regia e di un osservatorio a difesa del territorio valdianese e contro eventuali danni ambientali.

Una proposta che è stata subito recepita dall'ente montano tanto da adoperarsi per le opportune valutazioni. A lavorare ad una idea di progetto è stato l'assessore della comunità Montana Antonio Pagliarulo che ha realizzato una bozza proposta da discutere e se necessario perfezionare con ulteriori elementi che possono emergere nel corso del dibattito. La poposta doveva essere discussa ieri sera ma, per sopravvenuti problemi, l'assessore Pagliarulo non è potuto essere presente, pertanto il presidente Cavallone ha deciso di anticipare la proposta ma di approfondirla in un nuovo incontro alla presenza di Antonio Pagliaruolo che potrà illustrarla nel dettaglio.

In generale la proposta prevede la costituzione di una cabina di regia e di un osservatorio. Per ciò che riguarda la cabina di regia, come già deliberato nel corso del consiglio generale dello scorso 27 aprile, dovrebbe avere il ruolo di tavolo di confronto e di coordinamento per le varie iniziative che si intendono porre in essere contro fenomeni di aggressione, inquinamento e alterazione ambientale. Inoltre avrà il compito di raccordo tra le varie associazioni ambientaliste e gli organismi territoriali. Lo schema proposta dall'Assessore Pagliarulo ha previsto la composizione della Cabina di Regia che, nella bozza al vaglio dei sindaci prevede la presenza della Comunità Montana che sarà rappresentata dal Presidente, e i rappresentanti delle tre aree del Vallo di Diano ossia l'Area Sud composta dai comuni di Buonabitacolo, Casalbuono, Montesnao sulla Marcellana Sanza; Area Centro con i comuni di Monte San Giacomo, Padula, Sala Consilina, Sassano, Teggiano ed Area Nord costituita dai comuni di Atena Lucana, Polla, San Pietro al Tanagro, San Rufo, Sant’Arsenio.

Per quanto concerne invece l'osservatorio nella bozza dell'Assessore Pagliarulo, suscettibile di modifiche, è prevista la presenza di rappresentati di:  Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni; Consorzio di Bonifica Vallo di Diano e Tanagro; ARPAC; ASL Salerno; Associazione Imprenditori Vallo di Diano; Confindustria Salerno; Ordine degli Avvocati di Lagonegro; Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Sala Consilina; Ordine dei Servizi Tecnici (Agronomi, Forestali etc); e RESTA ossia rete Ecologia Salute Territorio e Ambiente (che racchiude oltre 50 sigle traq Comitati, Associazioni ambientaliste, Associazioni culturali, Forum dei Giovani). Su questa proposta i sindaci e il territorio tutto saranno ora chiamati ad una valutazione e ad esprimere un proprio parere o a presentare proposte aggiuntive e migliorative.

Anna Maria CAVA

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.