Attualità

madonnamontegelbison

Domenica 30 maggio riapre il santuario della Madonna del Sacro Monte, il Gelbison. Gli operatori della Comunità Montana Gelbison e Cervati hanno lavorato in questi giorni per liberare il passaggio, pulire i sentieri e mettere in sicurezza la strada. Lo ha annunciato Carmine Laurito, presidente dell'Ente montano

"Dopo un anno di sosta e le limitazioni di presenza dovute alla pandemia - ha spiegato - quest’anno si prevede un aumento di pellegrini e turisti che arriveranno sulla cima del Gelbison dalla Basilicata, dalla Calabria oltre che dalla Campania, visiteranno la nostra meravigliosa montagna e i suoi declivi. Siamo partiti dal tratto stradale, curando l’asfalto, le eventuali buche e la pulizia del cammino che da Novi Velia sale sino alla cima del monte. È stata realizzata una pulizia straordinaria per tutto il percorso, tagliando rovi e radici che durante l’inverno si erano accumulate sulla strada, salvaguardando il transito automobilistico.Sono stati puliti i sentieri, i percorsi più antichi che prima i monaci e poi i primi pellegrini hanno scalato per andare a pregare la statua della Madonna del Sacro Monte. Infine sono state sistemate, pulite e riordinate le basole in pietra della pavimentazione che dalla Croce di Rofrano portano al sagrato del Santuario, il percorso finale per arrivare alla piazza.

Ultime Notizie

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito.